Il cammino del silenzio

Guida TV

IL CAMMINO DEL SILENZIO

SARÀ PASQUA!

di fra Emiliano Antenucci
 
Sarà Pasqua, quando ritorneremo a salutarci ed abbracciarci tra le persone. Sarà Pasqua, quando uscirai per vedere sull'alta montagna l’alba, il tramonto e le stelle. Sarà Pasqua, quando ritornerai con gli amici a mangiare una pizza, a prendere un caffè o a bere una birra al bar. Sarà Pasqua, quando butterai i rancori, smetterai di arrabbiarti e seppellirai l’odio per i nemici. Sarà Pasqua, quando amerai ancora più la vita, riscoprirai il sogno che Dio ha per te e abbraccerai tutti: amici e nemici. Sarà Pasqua, quando il tuo cuore avrà veramente compassione degli altri, guarderai negli occhi tutti: agnelli e lupi e colorerai con la luce divina le tenebre del mondo. Sarà Pasqua, ogni giorno della tua vita, ogni volta che sorridi agli altri e fai un gesto di attenzione e di amore. In fondo Pasqua significa “passaggio”. La notte, il deserto e i momenti bui sono passaggi. La vita è un “passaggio”, ma quando passi sulla terra, lascia la gioia e la luce, passerai non invano, ma nel nome del Salvatore del mondo che riaccende la speranza nei cuori. Amen

 

LA MADONNA DEL SILENZIO AVRÀ IL SUO SANTUARIO

LA MADONNA DEL SILENZIO AVRÀ IL SUO SANTUARIO

Papa Francesco ha dato la sua benedizione per aprire, il 1° maggio prossimo, un santuario diocesano dedicato alla Madonna del Silenzio nella chiesa di San Francesco d’Assisi ad Avezzano, in provincia de L’Aquila.

I pellegrini e i fedeli ora potranno rendere un culto pubblico a questa speciale invocazione mariana molto amata dal Papa, i cui doni contrastano il cosiddetto “terrorismo della lingua”: pettegolezzi, invidie e maldicenze, tra gli altri mali che distruggono comunità, famiglie e rapporti interpersonali.

 

FRANCESCO D'ASSISI: PROFETA DI DIO

FRANCESCO D'ASSISI: PROFETA DI DIO

Francesco aveva come letto la nuda terra e come tetto il cielo stellato, fratello universale, santo stigmatizzato e crocifisso dall'ardente Amore di Dio, pazzo di Dio e scandalo per la società medievale ben ordinata nei suoi schemi. Francesco d'Assisi abbraccia il lupo e gioca con l'agnello, voleva i suoi frati semplici come le colombe e liberi come le allodole. Francesco, poverello d'Assisi, un altro Cristo sulla terra, certamente irraggiungibile per la sua santità, ma oggi c'insegna tante cose.

 

IL SILENZIO CHE CURA L'ANIMA

IL SILENZIO CHE CURA L'ANIMA

In una società malata di rumori, parole, apparenza e alle volte di persone che hanno pubbliche virtù e vizi privati, la cura e il cammino da fare con urgenza è il silenzio. Il silenzio non è assenza di rumore o di suoni, ma è scoperta di una Presenza sempre presente che riempie il nostro cuore che cerca l'essenziale e si libera dalla superficialità e dalla pesantezza della vita.