ambiente

Editoriali

Guida TV

IL PARCO SIAMO NOI

IL PARCO SIAMO NOI

Domani a Barisciano presentazione del Volume. Nella pubblicazione la chiave di riconoscimento delle specie legnose del Parco.

Assergi, 20 giugno 2018 - Una Guida alle 240 specie di piante legnose (alberi, arbusti e liane) censite sul territorio del Parco, con migliaia di immagini, la chiave di riconoscimento e le schede descrittive, arricchito da notizie etnobotaniche e tante curiosità, il tutto in un volume di 186 pagine.  Il Volume sarà presentato, e distribuito gratuitamente ai partecipanti all’incontro, giovedì 21 giugno a Barisciano, Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino, alla presenza degli autori.

L’evento ricade nell’ambito del programma di seminari formativi “Il Parco siamo noi” e sarà accompagnato da una sessione pratica per apprenderne l’utilizzo sul campo direttamente dagli autori. L’opera, di Pierluigi Nimis, Fabio Conti, Fabrizio Bartolucci, Daniela Tinti, Nicola Ranalli e Aurelio Manzi, è frutto del lavoro dei botanici del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino (Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Università di Camerino) in collaborazione con l’Università di Trieste.

Il volume permette di riconoscere le piante arboree, arbustive e le liane del Parco grazie a un sistema tradizionalmente usato dai botanici e cioè attraverso “chiavi dicotomiche”, ovvero una serie di scelte tra due caratteri che permettono di arrivare a dare un nome alla pianta che non conosciamo. La novità di questa guida consiste nell’aver studiato un percorso semplice e originale che chiunque può seguire anche se è un neofita che si è appena accostato alla botanica.

In copertina la rarissima Genista pulchella subsp. aquilana, arbusto endemico del Parco dove vegeta con soli 250 individui, unicamente al Passo delle Capannelle, scoperto e descritto nel 2015 da Fabio Conti e Aurelio Manzi, nell’ambito dell’attività di ricerca scientifica del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino.

Il Presidente del Parco, Avv. Tommaso Navarra presenta così questo volume:

Il Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino, istituito dall'Ente nel 2001 su proposta dell'Università di Camerino, è impegnato sul fronte della ricerca, approfondendo le conoscenze in campo floristico, sistematico e tassonomico relativamente al territorio del Parco. Per la quantità e la qualità dei dati custoditi, archiviati meticolosamente in una banca dati geografica, il Centro ha ottenuto lo scorso anno da parte del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare il riconoscimento come Centro d'Eccellenza del Network Nazionale della Biodiversità.

Questo riconoscimento sancisce ciò che di fatto il Centro già rappresentava, ossia il punto di riferimento per i dati floristici a scala nazionale, con particolare riferimento (per il maggior livello di dettaglio) alla Regione Abruzzo. Il prezioso ed ormai raro lavoro di ricerca, che nel caso specifico viene svolto da un'istituzione accademica in collaborazione con l'Ente gestore di un'Area Protetta, non rimane racchiuso nelle pagine delle riviste scientifiche del settore, destinata a pochi specialisti in materia, ma fornisce i dati e le indicazioni utili ad indirizzare correttamente le azioni di carattere gestionale, mosse da decisioni di natura politica. Questo manuale permetterà a chiunque lo voglia, di vivere un'esperienza diversa nella natura del Parco, diventando protagonisti attivi e non più passivi fruitori, calandosi nel mondo della biodiversità vegetale con nuovi occhi e facendo proprie le tecniche di riconoscimento utilizzate dai botanici di professione.”

 

PC, NASCE L'AGENZIA REGIONALE

PC, NASCE L'AGENZIA REGIONALE

Pescara, 19 giugno 2018 - La Giunta Regionale, nella seduta di ieri presieduta dal Vice Presidente Giovanni Lolli, ha approvato una specifica Deliberazione finalizzata alla costituzione, anche in Abruzzo, della 'Agenzia Regionale di Protezione Civile'. La nuova struttura, istituita ai sensi dell'art.10 del D.Lgs. 300/1999 e dell'art.55 dello Statuto della Regione Abruzzo allo scopo di rendere più efficace ed efficiente l'azione del sistema di Protezione Civile, sia in via ordinaria che in emergenza, tende ad offrire un quadro organizzativo di risposta sollecito ed affidabile, procedendo con gli strumenti di riforma dell'organizzazione del governo a norma dell'art.1 della L. n. 59/1997. «La scelta operata - interviene il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca -, da tempo in fase di gestazione, tende ad istituire una "Agenzia Regionale di Protezione Civile" dotata di piena autonomia tecnico-funzionale, un soggetto unico ed innovativo, all’altezza dei tempi, della domanda dei cittadini e delle sfide che il territorio impone, in cui la Regione svolge una funzione non solo normativa ma di coordinamento operativo e di sostegno delle autonomie locali e in raccordo con tutte le componenti nazionali del sistema, valorizzando il ruolo dei Sindaci. La Regione Abruzzo, nella sua azione di governo, deve svolgere efficacemente la funzione di “cerniera” tra il sistema delle autonomie locali e le componenti dello Stato operanti sul territorio, implementando gli elementi di cooperazione e sinergia, lavorando molto più sulle professionalità e le competenze tecniche che non sulle attribuzioni burocratiche».
 

Dopo un approfondito studio del competente settore, l'Esecutivo regionale ha inteso riformare il l’organizzazione del proprio sistema di PC, elevandolo al rango di struttura autonoma con diverse finalità specifiche. Con la forma prescelta, infatti, dovrà essere in grado di contribuire al miglioramento della capacità di risposta negli interventi relativi alle attività di Protezione Civile, anche riguardo allo snellimento delle procedure amministrative inerenti i provvedimenti da adottare con urgenza in occasione di eventi emergenziali. L’Agenzia sarà, inoltre, in grado di garantire maggiori spazi di indipendenza operativa e gestionale alle delicate e complesse attribuzioni derivanti dalla specifica materia e renderà più funzionali e fluidi gli adempimenti istituzionali. In parallelo contribuirà, altresì, alla promozione e al coordinamento di azioni formative ed educative per lo più rivolte al personale preposto ed inquadrato nelle organizzazioni di volontariato. L'Agenzia Regionale di PC sarà articolata principalmente in: Unità Direzionale, Unità Organizzative semplici e complesse, Centro Funzionale d'Abruzzo (che opererà nell'ambito dell'Agenzia per il Governo e nella gestione del sistema di allerta nazionale per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico) e Sala Operativa Regionale (SOR) presidiata, h12 tutti i giorni della settimana e h24 in caso di eventi eccezionali, dal personale regionale e delle organizzazioni di volontariato.
 

Nel periodo di grave pericolosità di incendi boschivi, la SOR assumerà, come negli ultimi anni, la denominazione di Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP) e si implementerà di ulteriori professionalità quali Vigili del Fuoco e Comando Regionale dei Carabinieri Forestali. «L’Agenzia - conclude il Sottosegretario Mazzocca - sarà una struttura dedicata, posta alla diretta dipendenza funzionale del Presidente regionale, una reale ed efficace interfaccia sul territorio del Dipartimento Nazionale, che si occupi, fra l’altro, di: aggiornare le linee guida, per i Comuni e le Province, di pianificazione sui rischi di protezione civile; elaborare ed emanare procedure per la pianificazione, organizzazione e gestione delle crisi; assicurare la piena responsabilizzazione e il sostegno all’attività dei Sindaci e delle strutture comunali; definire protocolli di collaborazione con Prefetture e Province, organizzazioni e associazioni, per realizzare compiutamente le appendici del Dipartimento regionale; implementare la sala operativa regionale con presidi sul territorio (Poli) per la gestione delle emergenze in raccordo con il Dipartimento Nazionale e garantendo la necessaria continuità gestionale; sostenere una solida rete di volontariato organizzata, professionale e radicata territorialmente che assicuri la valorizzazione di specifiche competenze; coinvolgere, anche attraverso la definizione di protocolli di collaborazione, le Forze dell’Ordine e la comunità scientifica nella individuazione dei rischi, delle procedure di allertamento e delle analisi territoriali, sia nelle attività di previsione e prevenzione che in quelle emergenziali; promuovere attività di formazione permanente per gli operatori della sicurezza e della protezione civile, attivare campagne di comunicazione specifiche rivolte alla popolazione, alle associazioni di categoria, agli ordini professionali e agli Studenti; realizzare una reale integrazione tra le politiche di sicurezza e protezione civile con azioni in settori fondamentali come tutela ambientale, sviluppo socio economico, urbanistica, sanità e telecomunicazioni».

 

CE LO CHIEDONO LE FUTURE GENERAZIONI

CE LO CHIEDONO LE FUTURE GENERAZIONI

Pescara, 19 giugno 2018 - Il Comune di Pescara e chiunque altro soggetto della catena decisionale non possono dare l’autorizzazione ai parcheggi sulla strada parco perché è in pratica vietato dagli accordi internazionali sui cambiamenti climatici. In Europa oltre 450.000 persone muoiono prematuramente per inquinamento e il contributo italiano è di oltre 60 mila unità.

 

ATTIVITÀ DELL’ASPIRANTE MAJELLA GEOPARK

ATTIVITÀ DELL’ASPIRANTE MAJELLA GEOPARK

Pescara, 15 giugno 2018 -

Il 26 maggio, con l’attività svolta presso il Green Box Aree Protette d’Abruzzo localizzato all’interno dell’IPERCOOP Centro d’Abruzzo di San Giovanni Teatino (CH), si è concluso il percorso iniziato lo scorso anno scolastico con i ragazzi della IV B del Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Pescara nell’ambito del Progetto di alternanza scuola-lavoro.I 24 alunni coinvolti hanno avuto innanzitutto l’opportunità di conoscere meglio il Parco Nazionale della Majella, sia come ente che come area protetta, attraverso momenti formativi di varia durata a scuola e presso le strutture dell’Ente ma soprattutto con uscite in natura. Sono state organizzate sia attività per tutta la classe sia attività per piccoli gruppi ognuno dei quali ha potuto partecipare attivamente fornendo il proprio contributo in funzione delle attitudini e delle competenze personali.

 

GOOD MORNING PARCO

GOOD MORNING PARCO

La scuola di montagna “Compagnia delle Guide del Gran Sasso” partecipa al progetto “Good Morning Parco!” con due eventi gratuiti, il 17 e 24 giugno 2018. Il progetto, promosso dal Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga è finalizzato a mettere in rete le attività escursionistiche con le aziende agricole e zootecniche che operano all’interno dell’area protetta, offrendo la possibilità ai turisti di scoprire le emergenze storico-ambientali e al contempo di conoscere il lavoro dell'uomo sul territorio, degustando i prodotti di eccellenza, che ne sono il frutto. In quest’ottica sono state pensate le due escursioni in programma nel mese di giugno, andando a coinvolgere due realtà di valore presenti sul versante teramano del Parco: il micro birrificio “La Casa di Cura” di Senarica di Crognaleto e l’azienda casearia Mastrodascio di Cerqueto di Fano Adriano.

Il primo appuntamento è domenica 17 giugno a Senarica con l'escursione al sito archeologico di Colle del Vento dove si potranno ammirare le imponenti mura megalitiche in opera poligonale costruite in epoca italica a difesa di un santuario. A seguire ci sarà la visita al birrificio artigianale “La Casa di Cura” dove i mastri birrai illustreranno il processo di lavorazione della birra e faranno degustare le specialità della casa. A conclusione si andrà al vicino orto officinale dove sono coltivate varie erbe utilizzate nella stessa produzione della birra. Il secondo evento è domenica 24 giugno con l’escursione da Pietracamela per la valle del Rio Arno. Si percorrerà un tratto della “via dei carfagni”, l’antico sentiero che collegava i due versanti del Gran Sasso e che veniva utilizzato dai cardatori per il trasporto dei carfagni, le colorate stoffe di lana abilmente filate dalle donne del paese che venivano vendute nell'aquilano. A fine uscita si andrà a Cerqueto dove, nello spazio antistante il museo etnografico, si assisterà alla lavorazione del formaggio da parte dell’azienda casearia “Mastrodascio”. Nel contempo verrà preparato un pranzo a base di prodotti pastorali a cura delle cuoche de “La Cantina dell’Orso” dei Prati di Tivo.  Per l’occasione, grazie alla pro loco, sarà possibile visitare le sale del museo e vedere alcuni artigiani cimentarsi nella cardatura e filatura della lana.

 

Compagnia delle Guide Gran Sasso d’Italia

 

GREEN MOBILITY

GREEN MOBILITY

Pescara, 13 giugno 2018 - Questa mattina alle ore 10 nella sede di Legambiente Abruzzo presso il Binario 1 - Stazione centrale di Pescara, verranno presentati il primo studio sulla Green Mobility a cura di Andrea Poggio, responsabile nazionale mobilità sostenibile Legambiente, e l'accordo con Trenitalia per la “Bike Green Station” alla presenza di Marco Trotta, Direttore Regionale di Trenitalia, che permetterà di attivare in modo vantaggioso il servizio bici a chi sceglierà di arrivare in città con il treno.

 

NUOVI POLI LOGISTICI REGIONALI

NUOVI POLI LOGISTICI REGIONALI

«L'esecutivo regionale, nel corso dell'ultima seduta di Giunta, ha approvato un importante provvedimento di rilevanza strategica per il sistema di Protezione Civile regionale con il quale sono stati individuati i "Poli Logistici" regionali». E’ quanto ha dichiarato il Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca, che ha aggiunto come «la Regione, in considerazione della articolata estensione del territorio regionale, connotata da un'orografia particolarmente accidentata delle zone interne e da tempi di percorrenza delle vie di comunicazione assolutamente non certi, ha ritenuto necessario individuare una pluralità di poli logistici di stoccaggio dei mezzi e materiali della Colonna Mobile regionale al fine di ridurre i tempi di risposta alle eventuali emergenze di protezione civile».

 

ROADSHOW DI ELETTRICITÀ FUTURA

ROADSHOW DI ELETTRICITÀ FUTURA

Pescara, 10 giugno 2018 -

Si terrà a Pescara il 12 giugno il primo dei Roadshow organizzati da Elettricità Futura in collaborazione con le rappresentanze territoriali di Confindustria. L’importante appuntamento, dal titolo "Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico - Incontri con il territorio", si svolgerà in collaborazione con Confindustria Abruzzo e Confindustria Chieti Pescara presso la sede di viale Raiale. Le prospettive di sviluppo delle FER a livello territoriale, i vincoli amministrativi e le opportunità di finanziamento saranno tra i temi centrali del Workshop di Pescara, ma anche il fil rouge delle successive tappe che toccheranno altre Regioni italiane. Tra gli ospiti al tavolo dei relatori, oltre ai Presidenti delle rappresentanze territoriali di Confindustria Abruzzo e Confindustria Chieti Pescara, rispettivamente Agostino Ballone e Gennaro Zecca, è previsto l’intervento del Dirigente Iris Flacco, Servizio Politica Energetica, Qualità dell’Aria della Regione Abruzzo, che fornirà orientamenti sulle politiche di sviluppo del settore nel territorio, nonché di rappresentanti delle imprese associate, che arricchiranno il dibattito con casi di esperienze dirette e ambiti di possibile evoluzione. 

 

ANCH'IO SONO LA PROTEZIONE CIVILE

ANCH'IO SONO LA PROTEZIONE CIVILE

Pescara, 10 giugno 2018 -

Migliaia ragazzi tra i 10 e i 16 anni si confronteranno con chi si adopera quotidianamente nella Protezione Civile grazie ai campi scuola nel progetto “Anch’io sono la Protezione Civile” edizione 2018, da giugno ai primi giorni di settembre in tutta Italia. In Abruzzo saranno impegnati circa 800 ragazzi appartenenti alle fasce d'età 10-13 e 14-16 e 29 campi scuola organizzati dai volontari di Protezione Civile in collaborazione con il personale della sala operativa regionale, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Polizia di Stato e Carabinieri. Il Sottosegretario d'Abruzzo delegato alla Protezione Civile Mario Mazzocca parteciperà come di consueto: “È mio grande desiderio incontrare i ragazzi impegnati nei campi scuola locali anche nell'edizione di quest'anno. Non mancherò di far loro visita lì dove mi sarà possibile e, sicuramente, hanno tutto il mio supporto in questo importante progetto che li aiuta, nel loro percorso di crescita, a diventare consapevoli del ruolo attivo che possono svolgere, partendo da piccoli gesti quotidiani, sviluppando le loro conoscenze a tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività.

 

PROGETTO LIFE PLUTO

PROGETTO LIFE PLUTO

Assergi, 9 giugno 2018 -

Per l'occasione cani e conduttori dei 6 Nuclei Cinofili Antiveleno istituiti dal progetto nel Centro Italia convergeranno nella Riserva naturale orientata Feudo Intramonti (Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise) per dimostrazioni di ricerca di bocconi avvelenati.


Nei giorni 11 e 12 giugno il Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro della Riserva naturale orientata Feudo Intramonti, nel Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, ospiterà una visita di monitoraggio della Commissione Europea finalizzata a verificare lo stato di avanzamento del progetto LIFE PLUTO. La visita di monitoraggio della CE sarà svolta dal desk officer tecnico del progetto, Dott.ssa Elisabetta Scialanca, dal desk officer finanziario, Dott.ssa Miriam Lopez de la Mano e dal monitor Dott. Riccardo Scalera.