Capoluoghi >> EMERGENZA MAREGGIATA

Editoriali

Guida TV

EMERGENZA MAREGGIATA
  EMERGENZA MAREGGIATA

Alba Adriatica, 5 febbraio 2019 - Il litorale che va da Martinsicuro, passando per Alba Adriatica, ma con danni anche nei comuni di Pineto e Silvi, è stato devastato dalla mareggiata di levante che si è abbattuta nei giorni scorsi sul litorale, cancellando totalmente, ad esempio, l’ultimo ripascimento attuato nella zona nord di Alba Adriatica. Il vento ed il mare agitato hanno eroso ciò che esisteva dell’arenile, arrivando fin sotto le fondamenta degli stabilimenti balneari: ingenti i danni sulla riviera nord, con stabilimenti devastati e alcune strutture a rischio crollo.

Un dramma annunciato che rischia di compromettere seriamente la prossima stagione balneare ed il futuro dell’economia turistica di gran parte della costa teramana, senza possibilità di recupero. 
 

“Siamo  di fronte a ventidue anni di totale sperimentazione, dal 1997 ad oggi sono stati effettuati interventi palliativi, come il ripascimento morbido, che non sono serviti a nulla e che hanno portato a una situazione di emergenza che rischia di mettere in ginocchio il turismo balneare da Martinsicuro a Silvi.” – dichiara il deputato Antonio Zennaro, questa mattina in visita agli operatori turistici di Alba Adriatica.

 

“E’ mancata totalmente una visione omogenea della gestione costiera dei problemi, quattro governi regionali che hanno navigato a vista, senza mai comprendere le corrette politiche di intervento, miliardi di euro di soldi pubblici buttati, sperperati negli anni per portare avanti soluzioni che non hanno mai prodotto risultati.” – continua Zennaro e conclude – “Per risolvere il problema dell’erosione non servono misure spot, come quelle adottate fino ad ora dalla Regione Abruzzo, ma occorrono progettazione ed interventi di lungo termine.”