Capoluoghi >> PINT OF SCIENCE ITALIA 2019

Editoriali

Guida TV

PINT OF SCIENCE ITALIA 2019
PINT OF SCIENCE ITALIA 2019

L'Aquila, 15 maggio 2019 - Dai vaccini alla materia oscura, dall’elettrosmog al 5g, dalla teoria dei giochi alla meccanica quantistica, passando per la matematica applicata, le moschee e l’islam, il machine learning e i neutrini. Tutto questo, e molto altro, è Pint of Science L'Aquila 2019, seconda edizione aquilana della manifestazione internazionale di divulgazione scientifica nata nel 2013 nel Regno Unito e arrivata ad abbracciare 24 paesi nel mondo e – grazie all’Associazione “Pint of Science Italia” – 23 città italiane.

«Pint of Science risponde al nostro desiderio di rendere la scienza alla portata di tutti in un contesto informale come il pub sotto casa – spiega Alessia Tricomi, responsabile nazionale e Presidente dell’Associazione Culturale Pint Of Science Italia–. Il format, ormai collaudato essendo questa la ottava edizione a livello mondiale e la quinta in Italia, consiste nel mettere insieme un pubblico di semplici appassionati insieme a ricercatori impegnati in temi di grande attualità nel campo delle scienze. Il tutto con un linguaggio che al tempo stesso risulti semplice ma non banale. Parliamo di scienza ma davanti a un boccale di birra è il nostro slogan!».

«Dopo il successo della prima edizione lo scorso anno, con oltre 600 persone nei 3 pub aquilani, torniamo nel centro storico della nostra città con un evento di respiro internazionale offrendo scienza, musica e divertimento – afferma Chiara Badia, coordinatrice dell’evento Pint of Science a L’Aquila. – Per l’occasione abbiamo messo insieme oltre 20 speakers per 18 appuntamenti e ricercatori, dottorandi, professori e giovani studenti, provenienti da varie realtà scientifiche aquilane, che insieme faranno squadra per l’organizzazione nei tre giorni dell’evento».

Due differenti aree tematiche (“Atoms to Galaxies” e “Our Society”) e un Pub Jolly in cui si alterneranno talk sul tema “Tech me out” e “Our Body”.

Durante ognuna delle tre serate, i 3 locali del centro storico aquilano – I Due Magi (Piazza Duomo 43), Fratelli Il Bacaro (Via Roio) ed Enoteca Quattro Quarti (Corso Federico II) – ospiteranno due eventi in cui si potrà parlare di scienza con ricercatori e scienziati, in un’atmosfera informale, resa colloquiale e distesa anche grazie alla degustazione di tante birre artigianali e delizie locali!

Il parterre di relatori è davvero di tutto rispetto e gli argomenti proposti sono stati scelti tra i temi di ricerca di frontiera, più attuali o più dibattuti nella società.

Ormai è un appuntamento che tutti aspettano. Dalle sei città della prima edizione nel 2015 alle 23 città dell’edizione di quest’anno: il ritmo è quello di una manifestazione spumeggiante che inanella record uno dietro l’altro. Dal 20 al 22 maggio saranno oltre 70 i pub coinvolti in 23 città italiane (Avellino, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Genova, L’Aquila, Lucca, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Rovereto, Sarno, Siena, Torino, Trento, Trieste) e oltre 300 i ricercatori che si alterneranno nell’evento di divulgazione scientifica internazionale. La manifestazione si svolgerà contemporaneamente anche in 24 paesi al mondo coprendo tutti i continenti e rendendola di fatto la più grande manifestazione mondiale del suo genere.

Pint of Science è un evento completamente gratuito e non a scopo di lucro, che esiste grazie al contributo degli sponsor principali: INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), SIERR (Società Italiana Embriologia Riproduzione e Ricerca). Inoltre, ogni città si avvale del sostegno di numerose realtà locali senza le quali la manifestazione non esisterebbe.

A L'Aquila Pint of Science è realizzato grazie anche al sostegno del GSSI (Gran Sasso Science Institute), dell’UNIVAQ (Università degli Studi dell'Aquila) e dei LNGS (Laboratori Nazionali del Gran Sasso INFN).

Il programma completo di Pint of Science L'Aquila, è disponibile a questo link    https://pintofscience.it/events/laquila  e alla nostra pagina Facebook:  https://www.facebook.com/events/466605310747128/

 

Pint of Science – La Storia, i numeri

Nel 2012 Michael Motskin e Praveen Paul erano due ricercatori all’Imperial College di Londra. Diedero vita ad un evento chiamato “Meet the researchers” (Incontra i ricercatori) nel quale alcuni malati di Parkinson, Alzheimer, malattia del motoneurone e sclerosi multipla potevano andare nei loro laboratori a vedere quale tipo di ricerca facessero. L’evento fu molto motivante sia per i visitatori che per i ricercatori. Pensarono che se le persone vogliono entrare nei laboratori e incontrare i ricercatori, perché non portare i ricercatori fuori ad incontrare le persone? E cosìnacque Pint of Science. Nel maggio 2013 si tenne la prima edizione di Pint of Science (nel solo Regno Unito) che haportato al grande pubblico alcuni dei più rinomati ricercatori a raccontare il loro lavoro innovativo agli amanti della scienza e della birra. In Italia, la manifestazione è sbarcata nel 2015 coinvolgendo per prime sei città – Genova, Trento, Siena, Roma, Pavia, Milano – addirittura più che triplicate nello spazio di pochissimi anni. Quest’anno, infatti, il festival si svolgerà in contemporanea in ben 23 città italiane (Avellino-Sarno, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Genova, L’Aquila,

Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa-Lucca, Pavia, Reggio Calabria, Roma, Siena, Trento-Rovereto, Trieste e Torino) e 24 paesi letteralmente in ogni angolo del mondo (Australia, Belgio, Brasile, Canada, Costa Rica, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Messico, Nuova Zelanda, Olanda, Paraguay, Portogallo, Regno Unito, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Sudafrica e Thailandia).

Contatti:

Chiara Badia

 

Calendario degli appuntamenti di Pint of Science L’Aquila - 2019:

 

FROM ATOMS TO GALAXIES / I Due Magi ( Piazza Duomo,43)
Lunedì 20 maggio
18.30 Paradossi della meccanica quantistica - Simone Paganelli (Univaq)
21.30 Dalle stelle alla lampadina: l'energia pulita del nucleo – Alex Gnech  (GSSI)
Martedì 21 maggio
18.30 Fisica su due ruote e su sei corde:
Fisica (semplice) per il ciclista (curioso)  - Vincenzo Rizi (Univaq)
Chitarra fisica: libere digressioni sulla fisica della chitarra elettrica con dimostrazioni live – Gabriele Curci (Univaq)
21.30 Occhi "speciali" per guardare l'Universo, sulle note di un’arpa – Marcello Messina (INFN - LNGS)
Mercoledì 22 maggio

18.30 L'oscuro canto del CYGNO – Elisabetta Baracchini (GSSI)
21.30 Il gioco dei 3 neutrini – Nicola Rossi (LNGS – INFN)

PUB JOLLY / Enoteca Quattro Quarti (Corso Federico II)

Lunedì 20 maggio
18.30 Dall'autovelox al cuore. La realtà fa i conti con la matematica – Michele Dolce e Valentina Meschini (GSSI)

21.30 I pionieri dell'era digitale – Sandra Parlati (LNGS – INFN)
Martedì 21 maggio

18.30 Dalla radiologia delle ombre alla radiologia della cura – Carlo Masciocchi ed Ernesto Di Cesare (Univaq)

 21.30 Intelligenza Artificiale: mettiamo i puntini sulle (A)i! – Francesco Cellinese (GSSI)

Mercoledì 22 maggio

18.30 L'era del 5G e la città del futuro: La sperimentazione 5G a L’Aquila – Fabio Franchi (Univaq)

21.30 I soldi crescono sugli alberi? Machine Learning e controllo per edifici intelligenti e monitoraggio
strutturale – Francesco Smarra (Univaq)

OUR SOCIETY / Fratelli Il Bacaro  (Via Roio, 21 – Piazza Duomo)
Lunedì 20 maggio
18.30 La cultura nelle città. Prologo, tre atti, epilogo? – Alessandro Crociata (GSSI)

21.00 Una moschea per L'Aquila? Islam e città – Giuseppe Carta (GSSI)

Martedì 21 maggio
19.30 I giochi psicologici: come le emozioni influenzano le nostre scelte strategiche – Giuseppe Attanasi (Universitè Cote Azur)

21.00  Karaoke dinamico - Attanasi & Friends

Mercoledì 22 maggio
18.30  Libere convinzioni sull'uso dei vaccini – Edoardo Alesse (Univaq)

21.30 Elettrosmog: dalla radio di Marconi al 5G – Valerio De Santis (UnivAQ)