Capoluoghi >> TURISTI LENTI

Editoriali

Guida TV

TURISTI LENTI
TURISTI LENTI

Martinsicuro, 9 giugno 2019 -

Partirà lunedì 10 giugno alle ore 8:30 dalla Torre Carlo V di Martinsicuro “Il Cammino dell’Adriatico”, progetto realizzato dell’associazione “Paliurus – natura, storia ed ecoturismo” di Pineto che, dopo aver fatto tappa a Giulianova, Pineto, Pescara, Ortona, Fossacesia e Casalbordino, arriverà domenica 16 giugno a San Salvo, unendo in un unico percorso tutta la costa abruzzese.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’agenzia di sviluppo locale Itaca, con l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo ed i patrocini dei comuni della costa abruzzese, punta a coinvolgere sempre più le comunità locali, con alcuni soci dell’Associazione “Paliurus” che si muoveranno a piedi sul percorso per l’intera settimana, sperimentando di persona tutto il camminamento lungo il tratto abruzzese, raccogliendo le adesioni di eventuali “strutture ospitanti” che vogliano essere amiche de “Il Cammino dell’Adriatico” e informando quanti vogliano provare autonomamente l’esperienza di essere “turisti lenti” nel nostro territorio per qualche giorno.

 

Ancora una volta Martinsicuro, come porta d’ingresso dal nord dell’Abruzzo, si trova al centro di una bellissima iniziativa che punta a riscoprire le bellezze paesaggistiche, storiche e culturali della costa abruzzese ed a sperimentare un “turismo d’altri tempi”, alla riscoperta di un modo meno frenetico e più intimistico di vivere il viaggio” sottolineano il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, il Vice-Sindaco ed Assessore alla Cultura, Pinuccia Camaioni ed il Consigliere delegato, Umberto Tassoni.

 

La giornata a Martinsicuro seguirà il seguente programma: visita guidata alla Torre Carlo V tenuta dal Presidente del G.A.M.A., Arch. Lino Tucci, il gruppo poi si sposterà alla chiesetta della Madonna della Consolazione in via Po fino a giungere al Lungofiume Tronto (Tronto River), da lì si arriverà al porticciolo per poi raggiungere la pista ciclopedonale fino al Biotopo Costiero dove ci sarà il Prof. Mario Marano Viola che ne illustrerà la storia.

 

Per il nostro territorio sarà una importante occasione di far scoprire a tanti visitatori le sue bellezze, le sue ricchezze ed un’autentica gemma come è appunto la Torre Carlo V. Siamo convinti che, anche attraverso iniziative come questa, si possa dare una nuova spinta turistica alla nostra Città” concludono Vagnoni, Camaioni e Tassoni. Per chiunque volesse sperimentare il percorso nei giorni previsti, la partecipazione è assolutamente libera e autonoma e non è prevista iscrizione.