Capoluoghi >> UNA VARIANTE PER LA VIA VERDE

Editoriali

Guida TV

UNA VARIANTE PER LA VIA VERDE
UNA VARIANTE PER LA VIA VERDE

Ortona, 15 luglio 2019 - Trovarsi davanti le meraviglie che la natura ha creato fra le rocce modellate dall’acqua, scatena forti desideri di tutela. Quella che gli Operatori Turistici e Residenti del Lido Riccio ad Ortona si sentono di dover manifestare. Obiettivo per cercare di rivalutare una galleria abbandonata. Lungo l’ex tracciato della ferrovia sulla costa chietina si sta realizzando il progetto della “Via Verde”, esattamente una spettacolare pista ciclabile.

C’è però un punto interessante da tutelare. Nel tratto di strada tra la località balneare Lido Riccio e la località Ferruccio si rileva una galleria abbandonata dal 1956. Questa associazione di operatori, tramite filmati e reperti fotografici, si è resa conto che questa struttura lunga 700 m, cui dovrebbe essere affiancata dalla pista ciclopedonale, sta subendo importanti infiltrazioni d’acqua.

Una proposta inviata al Comune per una variante possibile al progetto. In questa opera costruita dall’uomo sono sorte incredibili stalattiti che unite ai colori brillanti delle pareti inzuppate d’acqua, restituiscono un quadro molto affascinante.

La proposta prevede di realizzare una variante sfruttando le attuali infrastrutture a difesa dalla zona proseguendo il percorso lungo la costa aggirando la zona Torre Mucchia per ricongiungersi al progetto originale e ritrovarsi nella galleria del Ferruccio.

Questa idea avrebbe una valenza diversa sia architettonica che paesaggistica, possibile da sfruttare sia in estate che in inverno. Fondamentale per gli operatori al Lido Riccio per estendere il lavoro anche nelle altre stagioni e non solo in quelle calde. La struttura verrebbe realizzata in legno e acciaio, con richiami e similitudini a quelle dei Trabocchi, limitando l’impatto ambientale e utilizzando la tecnologia fotovoltaica con storage ed illuminare il percorso di notte luci a led. L’Associazione prevede che rispetto al progetto della pista non ci dovrebbe essere variazione nei prezzi importante.

Paola Di Virgilio