Capoluoghi >> GREEN GAME - A SCUOLA DI RICICLO

Editoriali

Guida TV

GREEN GAME - A SCUOLA DI RICICLO
GREEN GAME - A SCUOLA DI RICICLO

Pescara, 5 dicembre 2019 - Fare la raccolta differenziata e recuperare le nostre “risorse” dai rifiuti significa risparmiare e proteggere l’ambiente riciclando e trasformando materiali che usiamo tutti i giorni. La raccolta differenziata ed il rispetto dell’ambiente diventano quindi materia di studio: seguendo un pratico progetto didattico, attraverso il confronto ed anche il divertimento, gli studenti della regione Abruzzo si sono messi in gioco e si sono sfidati al GREEN GAME!

Un game da grandi numeri che sta coinvolgendo 54 Istituti Scolastici con la partecipazione di oltre 12mila studenti, un importante progetto che ha lo scopo di divertire ma soprattutto di insegnare le buone pratiche ai giovanissimi. Lo staff mercoledì è stato accolto a Pescara dagli studenti del Liceo “G. Galilei” e dal Liceo “L. Da Vinci”: protagonisti gli studenti delle classi 1^ e 2^.

Studenti attentissimi alle parole del relatore Alvin Crescini che ha spiegato ai ragazzi come praticare una corretta raccolta differenziata per meglio riutilizzare i materiali, risparmiare energia e salvaguardare l’ambiente in cui viviamo. L’atmosfera si è poi riscaldata con la sfida a colpi di quiz.

Noi docenti ringraziamo gli organizzatori perché è stata un’esperienza bellissima che ha coinvolto davvero gli alunni che sono stati informati su tematiche importantissime - ha dichiarato la professoressa Maria Flora Galli del Liceo Galilei

 “Iniziative di questo genere devono essere ripetute - ha commentato la professoressa Norina Ciafarone - Questa modalità è molto efficace perché ricorrendo alla gamification rende molto più efficaci gli argomenti veicolati attraverso la “sana competizione” e i risultati si sono visti! Mi auguro di poter partecipare nuovamente ad un’edizione n. 2 del Green Game in Abruzzo”.

Green Game è un'iniziativa dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli Imballaggi (Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea) ed è patrocinata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e da Regione Abruzzo. Prossime tappe giovedì a Penne nei Licei “Luca da Penne” e “Mario dei Fiori”.

Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea sono Consorzi nazionali no profit, nati per volontà di legge e si occupano su tutto il territorio italiano di garantire l’avvio al riciclo degli imballaggi raccolti dai Comuni italiani tramite raccolta differenziata. In Italia, mediamente, ogni anno, si producono circa 11 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Di questi, il sistema dei Consorzi nazionali ne recupera oltre il 78%, vale a dire: 3 imballaggi su 4.