Capoluoghi >> RINASCE IL “COMI”

Guida TV

RINASCE IL “COMI”
RINASCE IL “COMI”

Teramo, 21 gennaio 2020 - Giornata felice, ieri mattina, per le scuole teramane. A dieci anni dal terremoto dell’aprile 2009  si sono riaperte le porte dell’edificio storico “Vincenzo Comi” di Viale Bovio per far entrare gli studenti dello scientifico “Einstein” mentre dopo il sopralluogo congiunto di Provincia e Comune è stato confermato che la palestra della scuola elementare San Giuseppe - appena ristrutturata mentre il resto della struttura è ancora chiusa e inagibile - sarà utilizzata dagli studenti della “Delfico” di Piazza Dante che recuperano, dopo anni, uno spazio al coperto per l’attività motoria.

In Viale Bovio, ad accogliere il ritorno degli studenti, manifesti e palloncini colorati con cittadini e commercianti in festa per la restituzione, in pieno centro, di una delle scuole storiche della città capoluogo che per decenni ha ospitato l’Istituto tecnico per ragionieri e quello per geometri. Ad entrare nel palazzo ristrutturato sono state 12 classi (fra quinte, quarte e tre classi della prima); altre verranno trasferite a settembre occupando l’ultimo piano. Per il trasferimento completo bisognerà comunque attendere il completamento dell’intervento sul secondo plesso, il cosiddetto “Comi 2”, la parte “moderna” della struttura il cui progetto è stato finanziato (2 milioni e 800 mila euro) e deve andare in gara d’appalto. L’idea dell’Amministrazione provinciale è quello di abbatterlo per costruire un plesso completamento antisismico con più aule di quello attuale.

Questo primo trasferimento dello Scientifico libera otto aule nella sede dell’Einstein che, nei prossimi giorni, saranno occupate da una parte degli studenti dell’Ipsia di via San Marini, oggi ospitate all’interno dell’Iti. Buone nuove anche per gli studenti dell’Istituto “Delfico” di Piazza Dante. Il sopralluogo congiunto di questa mattina nella palestra ristrutturata della ex scuola elementare San Giuseppe (quest’ultima di proprietà del Comune, ancora inagibile e destinataria di un finanziamento post sisma) ha confermato che la struttura è adeguata e utilizzabile. “La Provincia provvederà a realizzare piccoli interventi, dall’allaccio del riscaldamento alla pulizia e agli arredi, e nel giro di un paio di settimane la palestra sarà a disposizione degli studenti della Delfico che recuperano, dopo anni, uno spazio al coperto per l’attività motoria” ha dichiarato il consigliere Luca Frangioni che aggiunge: “un accordo sul solco della collaborazione già instaurata da tempo con il Comune considerato che al Comi-Forti ospitiamo le classi delle elementari di Fornaci-Cona”.