Capoluoghi >> SCUOLA E DECRETO CURA ITALIA

Editoriali

Guida TV

SCUOLA E DECRETO CURA ITALIA
SCUOLA E DECRETO CURA ITALIA

Furci, 19 marzo 2020 - Il nuovo decreto “Cura Italia” approvato prevede aiuti per le famiglie e le aziende nonché interventi per il mondo della scuola. Di seguito una sintesi delle misure per la scuola che come Istituzione sta soffrendo, forse più di altri settori, il delicato momento di interruzione della “normale” didattica:

Congedi per le famiglie

Sarebbe stata confermata la presenza rispetto alla bozza dei congedi straordinari per le famiglie dei lavoratori. Secondo quanto ci viene riferito, sarebbe stata mantenuta la percentuale del 50% dello stipendio. In alternativa le famiglie potranno usufruire di un voucher babysitter.

85 milioni per il sostegno alla didattica a distanza.

Lo stanziamento sarà di circa 84 milioni di euro. La misura punterà anche a formare i docenti sulle metodologie e-learning.

Stanziati 43,5 milioni per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici al momento del rientro

Il decreto stanzia una somma per l’acquisto di prodotti per l’igiene del personale e degli studenti, nonché per la pulizia delle scuole in vista della riapertura.

Salvaguardia delle supplenze brevi

Docenti già titolari di contratti di supplenza breve e saltuaria nei periodi di chiusura o di sospensione delle attività didattiche sarà garantita continuità

Le scuole restano aperte solo per attività “indifferibili”

Sarà possibile limitare al massimo le aperture degli edifici. La presenza del personale ATA (Ausiliario, tecnico, amministrativo), sarà prevista solo nei casi di stretta necessità

Rosanna Colamarino