Capoluoghi >> QUALCOSA SI MUOVE!

Editoriali

Guida TV

QUALCOSA SI MUOVE!
QUALCOSA SI MUOVE!

Ortona, 19 gennaio 2021 -

La Provincia ormai deve assumere delle decisioni importanti per quanto riguarda il cantiere che è stato avviato nel 2007, quando Presidente della Provincia era un ortonese

 

L’appalto è stato, a suo tempo, espletato correttamente ed è stato aggiudicato ad una associazione temporanea di imprese. La somma complessiva del finanziamento a disposizione della Provincia era di dieci milioni di euro. L’appalto è stato aggiudicato con un ribasso d’asta di oltre il 34%, i lavori sono stati avviati immediatamente e, ad oggi, risultano eseguiti per circa l’80%. Gli stessi, secondo il contratto, sarebbero dovuti terminare entro il 28.11.2010.

Purtroppo, a causa delle avverse condizioni meteo ed a seguito di nuovi lavori imprevisti che sono stati necessari ed eseguiti, è stato perso molto tempo ed in data 17.11. 2011, la Provincia, ha approvato una perizia suppletiva e di variante che in pratica ha assorbito tutto il ribasso d’asta di quasi tre milioni di euro.

 

Dopo questi eventi, così come dichiarato da Enrico Di Giuseppantonio, subentrato nella carica di Presidente della provincia di Chieti a giugno del 2009, di fronte al Consiglio Comunale di Ortona in data 6 luglio 2012, i lavori si sarebbero dovuti completare entro il 31 dicembre dello stesso anno. Purtroppo, le cose sono andate diversamente e i lavori non sono stati completati.

 

Nel frattempo, il contratto tra Provincia e impresa è scaduto. Per poter affidare i lavori di completamento dell’opera, al di là del reperimento delle risorse necessarie, quelle disponibili di due milioni di euro sono stati revocati alcuni mesi fa dalla Regione, è necessario definire il rapporto contrattuale con l’impresa. Per questo motivo la Provincia guidata dal Presidente Mario Pupillo, da noi più volte sollecitato, alcune settimane fa, ha nominato, d’intesa con l’impresa, un comitato tecnico costituito da un legale e due ingegneri al fine di avere indicazioni circa la definizione del rapporto contrattuale, anche alla luce delle riserve fatte dall’impresa stessa.

 

Una volta definiti i rapporti con la ditta appaltatrice, con l’eventuale disponibilità residua sul quadro economico dell’appalto insieme ad altre risorse che la Provincia introdurrà, potranno essere affidati i lavori di completamento dell’opera così come previsti dalla perizia di variante e suppletiva già predisposta dai tecnici dell’Ente.

 

Sicuramente il Presidente, Mario Pupillo, insieme al consigliere delegato alla viabilità, Arturo Scopino ed agli organi tecnici dell’Ente, realizzerà, speditamente, tutti gli atti necessari per completare una infrastruttura necessaria allo sviluppo del comprensorio ortonese e dell’intera Regione i cui lavori sono stati avviati ormai da quasi tredici anni.

 

Sen. Tommaso Coletti

 

I sapori dalle nostre tavole