Capoluoghi >> CIAO! IO SONO COROS
CIAO! IO SONO COROS
CIAO! IO SONO COROS

Teramo, 26 novembre 2021 -

Il Coronavirus spiegato ai più piccoli. Pubblicato il volume realizzato dall’ufficio Comunicazione Istituzionale in collaborazione con il reparto Virologia e colture cellulari dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise


Ciao! Io sono Coros. Non mi conoscete? Allora mi presento” è un piccolo volume illustrato, destinato agli alunni delle scuole primarie per spiegare in modo semplice cos’è il Coronavirus e cosa fare per tenerlo lontano. 

Si tratta della terza pubblicazione ideata e progettata dall’ufficio Comunicazione Istituzionale dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise, che arriva dopo “Miaooo! GATTOniamo insieme a RAGù” e “A spasso con l’amico POLPETTA” dedicati alla corretta relazione con i gli animali da compagnia, rispettivamente al gatto e al cane.

 

“Il nostro Ente è in prima linea nella lotta al Covid-19 sin dall’inizio dell’emergenza pandemica” spiega Carla De Iuliis, responsabile dell’ufficio Comunicazione Istituzionale dell’IZSAM e autrice dei disegni da colorare del volumetto. “Ci è sembrato doveroso indirizzare le nostre competenze anche nei confronti dei più piccoli che hanno subito la situazione più di noi adulti.

 

Veicolare con semplicità argomenti complessi è il fine di questa pubblicazione che, la prossima settimana, sarà divulgata nell’ambito della XVI Edizione del Forum Risk Management in Sanità ad Arezzo, la più importante manifestazione nazionale a carattere sanitario”.

 

Giovedì scorso “Ciao! Io sono Coros. Non mi conoscete? Allora mi presento” è stato presentato nella Scuola San Berardo di Teramo alla presenza degli alunni coinvolti nell’elaborazione dei disegni riportati in coda al volumetto e del corpo docente.

 

In occasione della presentazione e della consegna dei libri, il virologo dell’Istituto Alessio Lorusso ha tenuto una lezione sul Coronavirus e sui corretti comportamenti da adottare: “È importante divulgare scienza ai bambini, spiegare loro l’approccio scientifico e l’importanza di alcune scoperte, come quella rappresentata dai vaccini. Noi cerchiamo sempre di trovare punti chiave su cui far leva per stimolare interesse e curiosità”, chiosa il dott. Lorusso.

 

Manuel Graziani

 

I sapori dalle nostre tavole