AbruzzoEmotions >> SUL SENTIERO DELLO SPIRITO

Editoriali

Guida TV

SUL SENTIERO DELLO SPIRITO
SUL SENTIERO DELLO SPIRITO

Cari lettori, eccomi di nuovo qui, pronta a farvi scoprire un altro dei luoghi incredibili della mia regione, l' Abruzzo. Nel mio scatto, letteralmente scavato nella roccia, l'eremo di San Bartolomeo in Legio a Roccamorice, in provincia di Pescara, che rappresenta uno dei cinque eremi della Majella, collegati dal "Sentiero dello Spirito", all'interno del parco nazionale. Pur essendo gli eremi tutti luoghi di culto secolari, realizzati a mano da uomini di fede ancor prima dell'anno 1000 e per questo unici e di inestimabile valore, questo di San Bartolomeo è per me il più particolare e suggestivo.

Non so perché, forse per via del fatto che lo si raggiunge dopo un escursione di circa quaranta minuti in cui si è letteralmente catapultati nella natura incontaminata. A tratti il sentiero si stringe fino a diventare una strettoia lungo il versante del Vallone di S. Spirito, in altri bisogna arrampicarsi sulla roccia viva e in tutto ciò si è circondati da scenari di grande fascino. Un percorso che fa crescere man mano curiosità ed emozione, fino all'arrivo alle scalette d'ingresso, scavate nella roccia, che scendono su un balcone naturale sul vallone che introduce alla chiesetta, incastonata nel cuore della roccia. L´Eremo, visitabile ancor oggi, fu realizzato da Pietro da Morrone nel 1200 e consiste in una piccola nicchia accogliente con finestrelle e portefinestre in legno come aperture, da cui entrano luce e aria pura di montagna, insieme a tutti i suoni della natura ed entrandovi si può ben capire perché questi uomini scegliessero tali contesti per ritirarsi ad una vita di preghiera e meditazione.

 
Eugenia Casamassima