ambiente >> Ambiente

Editoriali

Guida TV

MULINI RUPESTRI E SORGENTE SUL TORRENTE FORO

MULINI RUPESTRI E SORGENTE SUL TORRENTE FORO

La farina di frumento è l’alimento principale per l’alimentazione umana. Anticamente la macinazione era fatta con le mole in pietra, nei mulini alimentati ad acqua. La forza motrice dell'acqua cadeva sulle pale di una ruota idraulica ad asse verticale, sistemata nella parte bassa del mulino e collegata direttamente al piano superiore, dove c’era la macina rotante. 

 

LA MONTAGNA DI BAMBINI E RAGAZZI

LA MONTAGNA DI BAMBINI E RAGAZZI

Teramo, 16 luglio 2019 -

È dedicato a bambini e ragazzi il calendario estivo della montagna teramana.  Per contrastare la povertà educativa minorile nei territori colpiti dal sisma. Imparare a vivere la montagna, scoprirne il fascino, i segreti, le tradizioni. Il progetto RAdiCI, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha costruito un fitto calendario di eventi e laboratori per guidare bambini e ragazzi alla scoperta delle ricchezze culturali e paesaggistiche della montagna teramana.

 

 

RISERVA DI MUSICA E CULTURA

RISERVA DI MUSICA E CULTURA

Roseto degli Abruzzi, 14 luglio 2019 -

Il 12 luglio 2019 è stata l’ennesima data da ricordare per la Riserva Borsacchio. I volontari delle Guide del Borsacchio hanno lanciato il calendario estivo 2019, di ben 12 grandi eventi gratuiti, con “Una Riserva di Musica e Cultura”.

 

Nonostante il tempo incerto, la pioggia e le difficoltà, circa cento escursionisti si sono presentati per percorrere l’antico cammino che porta fino alla fonte storica dell’Accolle.

 

MALTEMPO

MALTEMPO

Ortona, 12 luglio 2019 - Il cambiamento climatico torna a farsi sentire anche nella nostra regione. Nella giornata di mercoledì 10 luglio alcune zone italiane sono state sconvolte da temporali e da grandine. Il nostro Abruzzo è diventato il campo per seminare dal cielo enormi pezzi di ghiaccio. Partendo dalla mattina con forti raffiche di vento e pioggia il maltempo si è abbattuto su Pineto, Silvi, Alba Adriatica. Ma il primo pomeriggio tutto sul territorio teatino con Chieti, Francavilla, Ortona, Fossacesia e poi la più colpita: Pescara. Riempita e danneggiate da una violenta scarica di ghiaccio, una grandinata incredibile alternatasi a tempesta d'acqua e vento.

 

È CALAMITÀ

È CALAMITÀ

Anche l’Abruzzo colpito, dal grano al mais, dalla frutta alla verdura. Ammontano a milioni di euro i danni provocati all’agricoltura dall’ultima violenta ondata di maltempo che ha colpito lungo tutta la Penisola con piante sradicate, serre divelte, frutta come le pesche, le mele ed i kiwi flagellata come pure meloni e pomodori ma anche campi allagati e grano e mais stesi a terra dalle forti tempeste di vento, trombe d’aria e temporali intensi accompagnati da grandinate killer. È quanto emerge dal primo monitoraggio effettuato a livello nazionale dalla Coldiretti sugli effetti delle tempeste che hanno colpito le campagne italiane dove è necessario avviare le procedure per la richiesta dello stato di calamità.

 

SETTIMANA DEL PATRIMONIO CULTURALE

SETTIMANA DEL PATRIMONIO CULTURALE

Teramo, 12 luglio 2019 - Nove giovani artisti provenienti da Romania, Slovenia e Spagna fino al 13 luglio 2019 sono nella Valle delle Abbazie nell’ambito della seconda Settimana italiana del Patrimonio Culturale(Refresh Heritage Week – RHW) rientrante nel progetto ‘Refresh’, co-finanziato dall’Unione Europea nel programma Europa Creativa–Avviso Progetti di Cooperazione nell’anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.

 

UNA RISERVA DI MUSICA E CULTURA

UNA RISERVA DI MUSICA E CULTURA

Roseto degli Abruzzi, 11 luglio 2019 - Il prossimo 12 Luglio 2019 si terrà il primo evento del calendario estivo della Riserva Borsacchio: “Una Riserva di Musica e Cultura”. Organizzato dalle Guide del Borsacchio in collaborazione con una rete consolidata di associazioni nazionali e locami: WWF, Legambiente, Italia Nostra, Centro Studi Cetacei, FIAB, Giacche Verdi, Guardie Ambientali, Chaikhana, Roseto Cammina, Epigrafia, Naturamo, Positivamente, Residence Felicioni, Guide del Cerrano e Ciclo Escursionismo con la direzione tecnica dell’Istituto Abruzzese Aree Protette. 

 

LA GOLETTA VERDE

LA GOLETTA VERDE

Rocca San Giovanni, 9 luglio 2019 -

Si è svolta ieri mattina a Fossacesia, presso il Trabocco Punta Rocciosa, la conferenza stampa di consegna del vessillo di Legambiente con le “Tre Vele alla Costa dei Trabocchi”. Presenti all’incontro con la stampa oltre al responsabile di Legambiente Abruzzo, Giuseppe Di Marco, il direttore dell’Arta, Francesco Chiavaroli, il portavoce di Goletta Verde, Mattia Lolli, il Sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio ed il Delegato all’Ambiente del Comune di Rocca San Giovanni, Fabio Caravaggio.

Il consueto appuntamento estivo con “Goletta Verde” lascia però quest'anno molte perplessità, circa i risultati dei campionamenti effettuati alla foce dei fiumi. Su otto punti monitorati lungo la costa abruzzese tre risultano, secondo Legambiente, “fortemente inquinati”, tra i quali il canale in località “La Foce” a Rocca San Giovanni. “È necessario che ci si metta d’accordo una volta per tutte”, tuona il Sindaco Dott. Giovanni Enzo Di Rito. “Il nostro mare, in base alle analisi effettuate in maniera continuativa e costante dall’ARTA Abruzzo, l’unico Ente sovracomunale legittimato ad esprimere giudizi in materia, risulta essere caratterizzato dalla buona qualità delle acque di balneazione. Non è possibile che il tratto litoraneo di Rocca San Giovanni faccia registrare per 12 mesi l’anno due punti di prelievo considerati ‘eccellenti’ e un punto di prelievo considerato ‘buono’ secondo i dati Arta, per poi vedere questi dati sistematicamente e clamorosamente smentiti da valori definiti ‘fortemente inquinati’ in base ai prelievi effettuati una-tantum da Goletta Verde”. “Auspico un monitoraggio continuo delle nostre acque anche da parte degli attivisti di Legambiente, ai quali chiedo di mettere ben in evidenza le responsabilità di una cattiva depurazione che non dipende certamente dall’Amministrazione guidata dal sottoscritto”.

Contrariato anche il Delegato all’Ambiente, Dott. Fabio Caravaggio, che dichiara ai microfoni degli organi di stampa: “Non più di un mese fa, la Legambiente Onlus ha inserito Rocca San Giovanni nella prestigiosa ‘Guida Blu 2019’ collocandoci, insieme a Giulianova, come ‘Prima Spiaggia d’Abruzzo’ per pulizia del mare e qualità delle spiagge. Con i risultati diffusi oggi, invece, Legambiente sembra contraddirsi e non poco”. “Rocca San Giovanni, grazie alla costante attenzione dedicata alla conservazione dell’ambiente e del territorio, ha contribuito a far ottenere alla Costa dei Trabocchi l'ambìto vessillo delle ‘Tre Vele’. Auspico quindi che, nel prossimo futuro, le nostre acque siano attenzionate in maniera costante, invitando fin da ora i rappresentanti di Goletta Verde ad un confronto diretto da tenersi, magari, su uno dei trabocchi di Rocca San Giovanni”.

Inoltre, ad ulteriore smentita dei valori rilevati dalla Goletta Verde, alleghiamo gli ultimi dati forniti dal "Portale Acque - Ministero della Salute" dai quali si evince che la zona "La Foce" è interessata da "fascia verde", ossia da un'area assolutamente caratterizzata da ottima qualità delle acque.

 

Foto  NewsTown

 

NEL CALENDARIO DELLE EMERGENZE

NEL CALENDARIO DELLE EMERGENZE

Pescara, 7 luglio 2019 -

Si, è un paradosso segnare sul calendario la scadenza di un fatto inatteso. Il passaggio delle stagioni, le feste, i compleanni, i giorni della raccolta porta a porta dei rifiuti, quelli stessi della settimana non sono una emergenza, per cui sono scritti sul calendario: già tutto previsto.

 

ENNESIMO RAID

ENNESIMO RAID

Roseto degli Abruzzi, 6 luglio 2019 -

Purtroppo nel consueto giro di censimento delle guide del Borsacchio, abbiamo trovato i resti di un pullo di fratino azzannato da un cane. Da inizio stagione abbiamo cercato di veicolare le norme ed il buon senso a chi frequenta la riserva, mettendo cartelli a nostre spese e distribuito materiali.

 

Abbiamo organizzato decine di giornate di sensibilizzazione per coinvolgere tutti e far apprezzare il tesoro che rappresenta una riserva e trasformare ogni fruitore in un volontario. I risultati ci sono ma non bastano.