ambiente >> Ambiente >> PUÒ CAPITARE CHE CAMMINA …

Editoriali

Guida TV

PUÒ CAPITARE CHE CAMMINA …
PUÒ CAPITARE CHE CAMMINA …

Santo Stefano di Sessanio AQ (1251 m), è un bellissimo borgo montano con 112 residenti. È inserito all'interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. La coltivazione dei legumi, fra cui spicca la lenticchia autoctona, è ancora migliorata, anche con i pochi residenti. Il terremoto del nove aprile 2009 ha distrutto la Torre Medicea, una torre di vedetta a pianta circolare, in pietra di montagna che è attualmente in ricostruzione.

La mia intenzione era di andare a visitare le LOCCE, LE CONDOLE e la piccola chiesa di Santa Maria ai Carboni, partendo dalla Locanda sul Lago (1224 m), per arrivare al Lago di Passaneta (1561 m), sulla piana di Campo Imperatore. Avendo poco tempo e lusingato dal tempo, (alla partenza di 55 minuti), inizio a camminare in una giornata “bollente” con afa ed umidità 100%. Cammina cammina… A PIANO PRESUTA, altra segnalazione… 50 minuti. Mah. Cammina cammina, altra segnalazione…  A COSTE DI TARTALO, 50 minuti. Strano… SINO A QUANDO A PIE’ DELLA RETOLA, il numero del sentiero cambia… 225 ed il tempo per raggiungere il lago di Passaneta va a 1h e 30 minuti. Devo far presente che le prime indicazioni, per una mia svista, erano per raggiungere il lago… a cavallo! L’ultima indicazione a piedi. Essendo al limite del tempo, da considerare il ritorno, ho girovagato nella zona, molto interessante, fermandomi alla SELVA DI BARISCIANO (1285 m) ed affacciandomi sul comune di Barisciano AQ. Però non è ammissibile che sulla segnaletica non vengano evidenziati luoghi così importanti. Ho notato che anche in questo parco c’è “il cretino” che si diverte a staccare e rubare i segnali, non si sa per quale motivo! Questo rende difficoltoso orientarsi. Peccato!

Ma tornerò in questo posto perché voglio fotografare, studiare e raccontare questi ricoveri agro-pastorali, scavati nelle pendici circostanti gli altipiani coltivabili nel Piano delle Locce. Queste costruzioni in pietra, usate anche come “GRANCIA”, (granaio, deposito, magazzino, infermeria o luogo di punizione), risalenti al 1400, furono costruite dai monaci cistercensi, di Santa Maria di Casanova, senz'altro collegate al Monastero di Santa Maria del Monte di Campo Imperatore, che con il loro lavoro favorirono la ripresa della transumanza. Al ritorno ho visto un omino nascosto dal quale iniziava un sentiero leggermente in discesa che documentandomi portava al PIANO DELLE LOCCE. Troppo tardi…

Distanza 13 km

Durata 3 ore senza soste

Difficoltà E

Dislivello 300 metri

 

Luciano Pellegrini