ambiente >> Ambiente >> IL GRUPPO CONTESTABILE APRE LE PORTE AGLI STUDENTI

Editoriali

Guida TV

IL GRUPPO CONTESTABILE APRE LE PORTE AGLI STUDENTI
IL GRUPPO CONTESTABILE APRE LE PORTE AGLI STUDENTI

Massa D'Albe, 5 aprile 2019 - L’impianto di compostaggio di Massa d’Albe è stato questa mattina sede di una giornata formativa sul tema ambientale, rivolta agli studenti delle quinte classi superiori di tre istituti abruzzesi: il Liceo Scientifico “V. Pollione” di Avezzano, l’Istituto Agrario “A. Serpieri” di Avezzano e l’Istituto Tecnico Agrario “C. Ridolfi” di Scerni (Ch).

L’incontro, organizzato dal Lions Club di Avezzano in collaborazione con il Gruppo Contestabile, con l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo, è stato incentrato sui temi del ciclo dei rifiuti organici, sul trattamento in compostaggio e sull’utilizzo del compost in agricoltura, con lo scopo di illustrare ai ragazzi il funzionamento dell’impianto e il processo di trasformazione della porzione organica dei rifiuti urbani in fertilizzanti di qualità.

Nel corso della mattinata si sono susseguiti gli interventi di Annunziata Morgani, presidente del Lions Club Avezzano, Domenico Contestabile, titolare dell’impianto, Marco Barbieri, Officer Lions per l’Ambiente, Franco Gerardini, dirigente Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo, Giorgio Rustichelli di Contestabile Ambiente e Alberto Confalonieri, coordinatore comitato tecnico CIC-Consorzio Italiano Compostatori. Hanno portato i loro saluti Lino Cipolloni, vice sindaco di Avezzano e Marco Fracassi, presidente di Confindustria L'Aquila. Moderatrice dei lavori è stata Evelina Torrelli.

A fare gli onori di casa, Domenico Contestabile, titolare dell’impianto che ne ha illustrato le caratteristiche e le fasi del processo produttivo. «Ci troviamo in un impianto di trattamento della frazione organica proveniente dalla raccolta porta a porta. In funzione dal 2014, è uno degli impianti tecnologicamente più avanzati d’Italia e si avvale di professionalità altamente qualificate nel circuito del compostaggio dei rifiuti organici. Tratta circa 50mila tonnellate di frazione organica l’anno, per l’80% proveniente dalla raccolta differenziata dei comuni della regione Abruzzo, per la produzione di compost che viene utilizzato in agricoltura come fertilizzante per scopi agricoli».

A spiegare le finalità dell’incontro Annunziata Morgani, presidente del Lions Club Avezzano «Il Lions club nel corso del suo anno sociale si prefigge degli obiettivi e per quest’anno portiamo avanti il service sull’ambiente. Per questo abbiamo organizzato questa giornata di formazione rivolta agli studenti grazie alla ospitalità del Gruppo Contestabile che ci ha messo a disposizione l’impianto. I giovani hanno potuto capire meglio come funziona e avvicinarsi a tematiche fondamentali per il nostro futuro».

«Siamo in un luogo che possiamo definire una fabbrica di materiali – ha sottolineato Franco Gerardini, dirigente del Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo – È uno dei dieci impianti di compostaggio che sono autorizzati nella regione Abruzzo, tra pubblico e privato. È un impianto importante, inserito nella filiera che abbiamo creato in Abruzzo per il trattamento delle frazioni organiche, che a sua volta si inserisce nella filiera dell’economia circolare, finalizzata al massimo recupero di materia dai rifiuti. Si tratta di un impianto strategico per l’Abruzzo in grado di fornire un effettivo supporto ai comuni per il conferimento delle frazioni organiche. Siamo in una fase importante per la Regione Abruzzo che ha raggiunto il 60% in media di raccolta differenziata. Attualmente, con le nuove direttive sull’economia circolare, abbiamo un’asticella più alta, dobbiamo passare a un recupero entro il 2035 come riciclo del 65%. Questo impianto darà sicuramente una forte mano alla regione Abruzzo per raggiungere questi obiettivi».

 

Monica Carugno