ambiente >> Ambiente >> GIORNATA DELLE OASI NATURALI

Editoriali

Guida TV

GIORNATA DELLE OASI NATURALI
GIORNATA DELLE OASI NATURALI

Abruzzo, 18 maggio 2019 -

Nella giornata del 19 maggio è prevista la Festa delle Oasi del WWF Italia. Giornata dedicata interamente ai festeggiamenti della natura, con l’intento di sensibilizzare adulti e bambini alla conoscenza dell’immenso patrimonio verde che, caratterizza gran parte della penisola italiana. La conoscenza e l’avvicinamento alla natura porta ad una maggiore consapevolezza dell’importanza della conservazione del patrimonio verde. Il WWF ha l’obiettivo di sensibilizzare la collettività alla conoscenza del verde al fine, del contenimento di quei fattori inquinanti che si presentano nocivi e dannosi per l’ambiente e per la salute umana.

La prima Oasi WWF risale al 1967 in Toscana, con l’istituzione della prima area naturale protetta di Burano, per poi, via via, affermarsi e caratterizzare altre zone della restante parte del territorio italiano. L’Abruzzo che racchiude un percorso mozzafiato di soli 40 minuti di distanza tra mare e montagna non poteva rimanere inerme, alla sensibilizzazione e protezione del patrimonio verde.

 

La Regione Abruzzo per la sua caratteristica verde, si colloca al primo posto in Italia per la percentuale di superficie protetta, pari a circa un terzo del territorio regionale, classificandosi ai vertici del turismo di tipo naturale. Terra non solo di Riserve e Oasi ma, pure Regione Verde d’Europa per i suoi Parchi Nazionali –Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale della Majella e Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Regionale Parco naturale del Sirente-Velino, Area Marina Torre di Cerrano e ben 38 aree protette. La densità della presenza delle aree naturali, disseminate tra Oasi e Riserve Regionali e Statali, rappresenta circa il 36,3% della superficie totale del territorio abruzzese. Il verde d’Abruzzo a livello Europeo risulta essere tra i più estesi territorialmente e, disseminato non solamente sulla dorsale appenninica, ma anche sulle dolci e fertili colline dell’entroterra e lungo i 130 Km di costa. Il tratto della costa mostra lungo tutto il percorso, un carattere estremamente vario e naturalistico, da rilevare non solamente un turismo dedito ai fini del mare e della montagna ma, come pure scoperta e contemplazione dei parchi e delle oasi naturali.

 

Le Oasi WWF Abruzzo, nate a seguito di quella sorta in Toscana nel 1967, seguono sempre l’obiettivo della diffusione della cultura ambientale al fine della tutela degli ambienti naturali e salutari dell’umanità in genere. In Abruzzo sono presenti ben 6 Oasi WWF, tra cui: Lago di Serranella a Sant’Eusanio del Sangro, Cascate del Rio Verde a Borrello, Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi, Lago di Penne, Calanchi di Atri e Rifugio Giardino di Martinsicuro. Nella giornata dei cd. festeggiamenti della natura, le 6 Oasi WWF Abruzzo sono maggiormente coinvolte in svariate attività a sostegno della conoscenza e preservazione del territorio, per meglio beneficiare dell’ambiente vegetale a salvaguardia della salute dell’umanità. Gli eventi che interesseranno le Oasi WWF Abruzzo sono riportate sul sito ufficiale per meglio diffondere la notizia nell’interesse dell’intera collettività.

 

Laura Florani