ambiente >> Ambiente >> SOSTENIBILITÀ: CINQUANTA RAGAZZI DA TUTTA ITALIA

Editoriali

Guida TV

SOSTENIBILITÀ: CINQUANTA RAGAZZI DA TUTTA ITALIA
SOSTENIBILITÀ: CINQUANTA RAGAZZI DA TUTTA ITALIA

Pescasseroli, 16 novembre 2019 -

Parte dall’Abruzzo Go Beyond, il laboratorio formativo rivolto ai giovani promosso da Fondazione Nenni, Feps (Foundation for European Progressive Studies), Forum dei Giovani e Uil, che ha preso il via ufficialmente ieri, venerdì 15 novembre 2019. In questa terza edizione, che vede la partecipazione di una cinquantina di ragazzi da tutta Italia, l’iniziativa affronterà il tema della sostenibilità e dell’Agenda 2030, ragion per cui sembra quanto mai azzeccata la sede della prima tappa: la sala conferenze del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise a Pescasseroli, dove oggi pomeriggio è stata presentata in conferenza stampa, coordinata da Roberto Campo, dell’Istituto di Studi Sindacali Italo Viglianesi.

A fare gli onori di casa, Luigi La Cesa, sindaco di Pescasseroli: “Siamo lieti di ospitare questo laboratorio in un territorio dove uomo e natura vivono in simbiosi, in virtù di un parco nazionale che va verso i cento anni di vita”. Prima del sindaco è intervenuto Francesco Maria Gennaro, tra gli organizzatori dell’iniziativa: “Il nostro augurio è che questi giorni siano occasione di confronto e di condivisione, nella certezza che noi giovani abbiamo molto da dire, e prima ancora di imparare per essere protagonisti del nostro futuro”. 

 

Daniela D’Amico, responsabile promozione del Parco, ha portato il saluto del presidente Giovanni Cannata e del direttore Luciano Sammarone: “La nostra è una location degna del tema che affronterete in questi giorni. In quasi cento anni abbiamo provato a dare un senso allo sviluppo sostenibile e abbiamo dimostrato che è possibile, grazie ai giovani che sono sempre chiamati ad andare oltre”. Michele Lombardo, segretario generale della Uil Abruzzo, da parte sua ha evidenziato che “lieti di ospitare questo appuntamento in una regione come l’Abruzzo, che ha perso posizioni nelle classifiche dello sviluppo nazionale, e che ha necessità di riequilibrare la fascia costiera con le aree interne, alle prese con numerosi problemi. Noi come Uil Abruzzo siamo al lavoro per queste sfide, nella certezza che il solo sviluppo possibile è quello sostenibile e che valorizza esperienze come il parco nazionale, una vera testimonianza di crescita rispettosa di un ambiente sano e sacro”. Per il Consiglio Nazionale dei Giovani è intervenuto Alessandro Fortuna, che ha ricordato che “L’Agenda Onu 2030 è per noi giovani molto importante, al centro delle nostre riflessioni proprio negli ultimi tempi. Ludovic Voet, segretario della Ces Etuc, la federazione europea dei sindacati, con delega all’ambiente, ha detto che: “Siamo in un posto unico e in una fase storica unica, con una crisi ambientale in corso. Sarà la popolazione in grado di sopravvivere di fronte alla crescita della temperatura di qui al 2100? Si pone dunque un problema serio di sostenibilità, e già alluvioni ed eventi estremi come quelli ai quali già assistiamo sono un campanello d’allarme. A livello europeo stiamo lavorando per dare il nostro contributo alle strategie di crescita che si stanno elaborando ai vari livelli. Transizione giusta, investimenti pubblici, politiche di coesione, coinvolgimento, partecipazione, attenzione ai lavoratori sono tutte dimensioni di queste sfide di cui parleremo in questi giorni”.

 

Per la Uil nazionale è intervenuta Silvana Roseto: “Questi giorni saranno l’occasione per conoscere l’impegno del sindacato in generale, e della Uil in particolare, sui temi della sostenibilità, da sempre al centro della nostra riflessione. Siamo convinti infatti che i temi al centro dell’Agenda 2030 sono quelli sui quali si gioca il futuro di tutti. Per questo, siamo convinti che sia indispensabile una conoscenza approfondita da parte di tutti della posta in gioco: lavoratori, cittadini e giovani. E noi sindacati siamo in prima linea proprio nella promozione di questa conoscenza. Che questo percorso vi sia utile per il vostro futuro, oltre che occasione di conoscenza e relazione”.

 

Go Beyond gode del patrocinio di Adoc (Associazione Difesa Orientamento Consumatori), Ces (Confederazione Europea dei Sindacati), Kyoto Club, Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Università internazionale per la pace Roma (delegata Onu). Partner didattici: Irase (Istituto per la Ricerca Accademica, Sociale ed Educativa), I.S.S. Uil (Istituto di Studi Sindacali Italo Viglianesi). Partner strategici: Istituto dell’enciclopedia italiana Treccani, Fondazione Censis, Next (Nuova Economia X Tutti). Media partner: Agenzia di stampa multimediale La Presse.