ambiente >> Ambiente >> WIKI LOVES ABRUZZO 2019

Editoriali

Guida TV

WIKI LOVES ABRUZZO 2019
WIKI LOVES ABRUZZO 2019

Nove sono le foto finaliste scelte dalla giuria in Abruzzo, fra queste una è la decima finalista italiana. Nove foto, nove autori, hanno vinto la seconda edizione di Wiki Loves Abruzzo, scelti fra 162 foto caricate da 22 fotografi. Il contributo dato dai fotografi è stato molto importante perché hanno celebrato la bellezza dell’Abruzzo secondo prospettive personali e particolari, hanno contribuito ad arricchire il database mondiale Commons (progetto di Wikimedia Foundation) rilasciando le fotografie con licenza CC BY SA 4.0, consentendo quindi ai fruitori di utilizzarle per le voci di Wikipedia e per ulteriori progetti dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale abruzzese nel mondo, con effetti anche sulla promozione del turismo. 

Fra le foto vincitrici in Abruzzo, una è stata selezionata dalla giuria nazionale per il decimo posto nella classifica italiana e parteciperà alla competizione internazionale Wiki Loves Monuments.

La giuria di Wiki Loves l’Abruzzo, l’edizione abruzzese del concorso internazionale Wiki Loves Monument nella sua edizione italiana grazie a Wikimedia Italia, ha scelto le foto vincitrici del concorso. Salgono sul podio in Abruzzo con foto dedicate a monumenti di comuni e a paesaggi di riserve naturalistiche:

prima classificata: “Il bacio degli antichi” - Oasi WWF Gole del Sagittario, Comune di Anversa degli Abruzzi -  di Marco Vitucci;

seconda classificata ex aequo: “Palazzo ducale interno” - Comune di Atri - di Alessia Vallese; seconda classificata ex aequo: “Un ingresso storico, dalla porta di S. Pietro verso la passeggiata archeologica”  - Comune di Vasto - di Roberto Verolino;

terza classificata ex aequo: ”I resti della Chiesa di San Pietro lungo la Passeggiata archeologica in Via Adriatica”  - Comune di Vasto - di Andrea Lucente;

terza classificata ex aequo: “Nebbiolina sull’Oasi” - OASI WWF riserva naturale dei Calanchi di Atri, Comune di Atri - di Gino Marcone, foto che rientra fra le dieci finaliste in Italia con la decima posizione;

quarta classificata ex aequo: “Villa comunale di Guardiagrele” - Comune di Guardiagrele - di Ivan De Lucia;

quarta classificata ex aequo: “Brillanti nuvolette sulla Torre”  - Comune di Tortoreto - di Loredana Firmani;

quinta classificata:  “Le Sorgenti del Pescara e il suo canneto in una splendida giornata d’estate” (Riserva Naturale Sorgenti Del Pescara, Comune di Popoli) di Gianni Colangeli;

sesta classificata: “Sguardo alla torre” - Comune di Tortoreto - di Angelo Rocco Stama.

I vincitori saranno premiati a dicembre durante un evento dedicato alla fotografia, ai beni culturali, al turismo, ai progetti Wikimedia. Wiki Loves Abruzzo è organizzato per il secondo anno dalla coordinatrice regionale Abruzzo Wikimedia Italia, Carla Colombati (bibliotecaria accademica), con il supporto degli abruzzesi Lorenzo Marconi (ingegnere - wikipediano admin), e soci Wikimedia Italia Pietro Valocchi (ingegnere - wikipediano), Dimitri Bosi (bibliotecario e curatori di archivi fotografici), Anastasia Nespoli (laureata beni culturali).

Sono membri della giuria: i soci Wikimedia Italia Carla Colombati, Dimitri Bosi, Anastasia Nespoli, con esperti di fotografia e beni culturali, quali Luciano Adriani (giornalista fotografo de "Il Centro- Quotidiano d'Abruzzo), Emanuela Amadio (docente di fotografia e founder di Case di Fotografia), Eugenia Casamassima (ingegnere specializzanda, reporter di viaggi), Maurizio Colasanti (direttore di orchestra), Marco De Angelis (delegato FIAF della provincia di Pescara - Presidente Associazione Aternum Fotoamatori Abruzzesi di Pescara), Romano Visci - BFI (Benemerito della Fotografia Italiana – Delegato FIAF Provincia di L’Aquila -Membro dell’Ordine Giornalisti Abruzzo) e Fabio Accorrà  (travel blogger, fotografo e scrittore).

Si ringraziano per i premi messi a disposizione gli sponsor Associazione Aternum Fotoamatori Abruzzesi di Pescara, D’Eugenio Vini - La vecchia Distilleria, Tenuta Terra Viva, Guardiagrele Opera, Parco Naturale Maiella Group, ig_laquila_; per la partnership Case di Fotografia e il Polo museale civico di Giulianova con il direttore t.s. Sirio Pomante per la consulenza scientifica; gli amministratori e titolari di enti pubblici e privati che hanno collaborato al progetto con le delibere dei beni elencati nella lista Wiki Loves Monuments dedicata all’Abruzzo.

Wiki Loves Monuments – lanciato nel 2010 da Wikimedia Olanda – è entrato a far parte del Guinness dei Primati come il più grande concorso fotografico al mondo. I cittadini di oltre 40 Paesi in tutto il mondo – tra cui, dal 2012, l'Italia – sono invitati a fotografare le bellezze del proprio patrimonio culturale, condividendo gli scatti con licenza libera su Wikimedia Commons, il grande database multimediale connesso a Wikipedia.


Le fotografie di monumenti condivise a partire dalla prima edizione del concorso in Italia ad oggi sono più di 130.000; le immagini sono accessibili e riutilizzabili liberamente da parte di tutti - anche per scopi commerciali - e servono ad illustrare le pagine dell’enciclopedia libera Wikipedia, uno dei dieci siti web più visitati al mondo.


I partner di Wiki Loves Monuments Italia 2019 sono BASE Milano, FIAF, Fondation Grand Paradis, ICOM Italia, IgersItalia e Touring Club Italiano.

Wikimedia Italia

Wikimedia Italia (WMI) è un’associazione che dal 2005 si occupa di diffondere la conoscenza libera. In particolare, WMI sostiene la produzione, la raccolta e la distribuzione di contenuti liberi (open content), ossia di opere contrassegnate con una licenza che ne consenta ogni tipo di rielaborazione e riutilizzo.

Wikimedia Italia è il capitolo nazionale riconosciuto da Wikimedia Foundation Inc., la fondazione nota in tutto il mondo per Wikipedia. Wikimedia Italia promuove sul territorio nazionale attività volte a favorire la conoscenza e sostenere lo sviluppo dei progetti collaborativi, tra cui l’enciclopedia libera.  Dal 2016, supporta anche la diffusione di OpenStreetMap, la “Wikipedia delle mappe”, di cui è stata riconosciuta come capitolo ufficiale per l’Italia dalla OpenStreetMap Foundation. Grazie all’impegno e all’entusiasmo dei suoi soci e volontari, l’associazione lavora ogni giorno per rafforzare la comunità attiva sui progetti collaborativi sia online che offline, farla crescere nel numero e nelle competenze e garantire una continuità generazionale. WMI svolge inoltre un’attività di dialogo con i decisori politici volta a facilitare cambiamenti istituzionali e legislativi in accordo con i valori e finalità dell’associazione.