ambiente >> Ambiente >> WILD TRAIL ITALY

Editoriali

Guida TV

WILD TRAIL ITALY
WILD TRAIL ITALY

Silvi, 24 luglio 2020 -

La nuova sfida dell’ultracycler abruzzese Paolo Laureti. “L’importante non è la meta ma quello che vivi lungo la strada”. Questo è il leitmotiv della nuova sfida targata Paolo Laureti, l’ultracycler di Silvi che è pronto a sfidare nuovamente sé stesso con la Wild Trail Italy sulle tracce del Sentiero Italia CAI in sella a una mountain bike. È un itinerario che farà conoscere il gusto dell’avventura autentica, pedalando in mezzo a boschi ed in cima ai crinali. Sebbene l’Italia sia un paese fortemente antropizzato, le montagne rimangono per molti tratti ancora un territorio vergine ma grazie all’inventiva di Paolo Laureti saranno lo scenario ideale di questa mega impresa da portare a termine nell’arco di un mese con 4.000 chilometri da mettere nelle gambe ed oltre 90.000 metri di dislivello positivo.

Il Sentiero Italia del CAI (Club Alpino Italiano) si sviluppa lungo l’intera dorsale appenninica, isole comprese, e sul versante meridionale delle Alpi. Ideato nel 1983 da un gruppo di giornalisti escursionisti, riuniti poi nell’Associazione Sentiero Italia, l’itinerario è stato fatto proprio dal CAI nel 1990. Grazie all’indispensabile contributo delle sue Sezioni, che ne hanno individuato nel dettaglio il percorso, i posti tappa e la segnaletica, il Sentiero Italia venne inaugurato nel 1995 con la grande manifestazione organizzata dal CAI “Camminaitalia 95”, ripetuta poi nel 1999 assieme all’Associazione Nazionale Alpini (ANA).

 

Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia attualmente è quasi completamente segnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura “S.I.”.

 

Considerando la morfologia dei territori attraversati, dislivello e chilometri complessivi, il percorso di Wild Trail Italy in tre macrozone: le Alpi, l’Appennino Centro-Nord e l’Appennino Centro-Sud. Il via da Trieste sabato 26 luglio alle 8:00 dal Molo Audace del capoluogo del Friuli Venezia Giulia per giungere a Melito di Porto Salvo in Calabria compiendo il viaggio in completa autosufficienza con una mountain bike front in bikepacking mode e con un localizzatore GPS.

 

“Non so fino a dove sarò in grado di arrivare con il tempo a disposizione, ma sono certo che vivrò al massimo ogni istante di questa nuova esperienza. La Wild Trail Italy è una rivincita col destino non solo per la mancata organizzazione della Race Across Italy nel Centro Italia e nella mia città di Silvi Marina  ma è il coraggio di provarci dopo i mesi di lockdown dove ho toccato poco la bicicletta, oltre ad improvvisarmi e di gestire i miei limiti. Sto seguendo con grande interesse lo sviluppo del Sentiero Italia del CAI che di fatto ha ispirato questo mio progetto” spiega Paolo Laureti che è uno specialista a livello nazionale ed internazionale di gare endurance in MTB (24h, raid e adventure race) e di ultracycling.

 

Sulla pagina facebook Paolo Laureti, saranno pubblicati aggiornamenti quotidiani e tramite il localizzatore satellitare sarà possibile vedere sempre la sua posizione man mano che completerà il percorso.

 

Asd Bike&Dreams