ambiente >> Altri sport >> ABRUZZO-MOLISE-PUGLIA E RITORNO NO-STOP

Editoriali

Guida TV

ABRUZZO-MOLISE-PUGLIA E RITORNO NO-STOP
ABRUZZO-MOLISE-PUGLIA E RITORNO NO-STOP

Francavilla al Mare, 19 settembre 2020 -

Ha preso il via questa mattina da Francavilla al Mare la terza edizione di Adriatic Marathon Ultrachallenge Cycling, uno dei pochi eventi endurance su strada del dopo Covid-19 in Italia che monopolizzerà questo fine settimana tra Abruzzo, Molise e Puglia da Francavilla al Mare fino a Santa Maria di Leuca con i percorsi di 1200 chilometri e quello short di 600 chilometri (start stamattina) che si limita soltanto al periplo del promontorio del Gargano.

 

Centro nevralgico è Piazzale Sirena che ospita il quartier generale di tutto l’evento con la partenza, l’arrivo, e la proclamazione dei finisher fino al pomeriggio inoltrato di domenica 20 settembre.

 

Alla presenza dell’assessore comunale Williams Marinelli, l’evento ultracycling si è aperto con il briefing tecnico tra gli organizzatori di Asd Abruzzo Ultracycling e i partecipanti, ospitato nell’elegante cornice del Museo MUMI, con l’obiettivo di illustrare le criticità che si possono incontrare lungo il tragitto e le postazioni “times station” per il rilevamento del tempo.

 

L’emergenza Covid-19 ha penalizzato molto l’esecuzione dei preparativi – spiega Gianluca Maccarone, responsabile tecnico dell’organizzazione – ma noi vogliamo che tutti si possano divertire in questa avventura estrema doppia sia per i partecipanti alla 1200 km che per coloro che hanno scelto la 600 km. L’ultracycler pedalerà in assoluta solitudine con un’auto che lo seguirà a 50 metri di distanza per l’assistenza necessaria durante il tragitto. Gli atleti di punta si fermeranno pochi minuti o si concederanno una ventina di minuti di micro-sonni durante la notte. In alternativa ci saranno i partecipanti nella modalità senza supporto che dovranno fare tutto da soli con lo spirito randagio di un tempo e nel segno dell’avventura più estrema senza dimenticare la modalità di gara in coppia. La nostra vittoria è quella di far arrivare tutti in fondo all’arrivo e al contempo siamo fieri di ritrovare coloro che non l’hanno terminata lo scorso anno e che hanno il desiderio di cimentarsi nuovamente”.

 

I partecipanti provengono da ogni parte d’Italia e soltanto due sono stranieri: dalla Svizzera Tom Grether e Nicole Reist, quest’ultima specialista e primatista a livello mondiale di tutte le più note gare endurance.

 

I PARTECIPANTI ALLA 1200 KM DEL 18 SETTEMBRE

 

Con avvio alle 9:15 di stamattina ecco i partecipanti intervallati di 5 minuti l’uno dall’altro in ordine di partenza:

- Giancarlo Sette e Francesco Terra (staffetta con assistenza)

- Manrico Micheletti e Paolo Fogliarda (coppia con assistenza)

- Francesco Ferraro (solo con assistenza)

- Angelo Berto (solo con assistenza)

- Tom Grether (solo con assistenza)

- Lorenzo Braccaioli (solo con assistenza)

- Andrea Muraro (solo senza assistenza)

- Nicole Reist (sola con assistenza)

- Luca Marcello (solo con assistenza)

 

I PARTECIPANTI ALLA 600 KM DEL 19 SETTEMBRE

- 11:35 Antonio Spinnato (solo con assistenza)

- 11:40 Marcello Sarra (solo senza assistenza)

- 11:45 Domenico Quadrini e Alfio Calderone (coppia senza assistenza)

- 11:50 Matteo Gregorio (solo senza assistenza)

- 11:55 Giovanni Monachesi (solo senza assistenza)

- 12:00 Davide Ignazio Marrone (solo con assistenza)

- 12:05 Enrico Bianchi (solo senza assistenza)

- 12:10 Loris Alessandri (solo senza assistenza)

- 12:15 Pietrangelo Evangelista (solo senza assistenza)

- 12:20 Emmanuele Taito (solo senza assistenza)

- 12:25 Lorenzo Panaccio (solo senza assistenza)

- 12:30 Gianluca Sperati e Roberto Lanuti (solo senza assistenza)

 

TIME STATION – CONTROLLO TEMPI

Percorso 1200 chilometri: Vieste (km 210), Polignano a Mare (km 417 – supporto logistico in loco dello staff di Cala Ponte), giro di boa a Santa Maria di Leuca (km 642 - con il supporto della Pro loco di Roberto Calabrese), di nuovo Polignano a Mare (km 875) e Foggia (km 1036).

Percorso 600 chilometri: Vieste (km 210) e Foggia (km 430).

Comunicato Stampa Adriatic Marathon Ultracycling Challenge