Archivio da "Lettera a..."

Editoriali

Guida TV

Lettera a...

PIAZZA SAN GIUSTINO

 PIAZZA SAN GIUSTINO

Chieti, 19 dicembre 2020 -

Signor Sindaco, Lei e l'amministrazione comunale tutta, vi siete affrettati - con la Sovrintendenza - a dichiarare che ciò che è stato rinvenuto non ha un grande valore storico e di conseguenza il tutto verrà tumulato.

 

Noi non vogliamo contraddire il giudizio tecnico della Sovrintendente circa i resti ritrovati, ma registriamo:

 

 

PARLATE!

PARLATE!

L'Aquila, 5 dicembre 2020 -

Le polemiche politiche sterili e strumentali sono sempre odiose. E in una fase d’emergenza sono vomitevoli. Per questo cerco sempre parole di moderazione e rispetto delle istituzioni e mi arrabbio solo quando sono le stesse istituzioni a non rispettarsi, nell’inguardabile scaricabarile tra Regioni e Governo ad esempio. Tuttavia, non si può proprio tacere di fronte al danno enorme che l’Abruzzo unica regione in zona rossa sta subendo. 

 

UNA MIA PUBBLICA RIFLESSIONE

 UNA MIA PUBBLICA RIFLESSIONE

Cupello, 2 dicembre 2020 -

La notizia che i ponti Treste, posto tra le ex SS 86 Istonia e Carunchio, e quello che collega Fraine con la medesima strada e di collegamento con Roccaspinalveti siano pericolanti non deve cogliere di sorpresa nessuno;  anzi, è utile ricordare, a chi attualmente è alla guida della Provincia di Chieti, che da tempo remoto e quando i Consiglieri ed il Presidente erano eletti con voto libero e diretto dei cittadini elettori, le criticità di questi ponti erano costantemente posti all’attenzione degli organi tecnici, politici ed amministrativi dell’Ente. 

 

ATTORI NON PROTAGONISTI!

ATTORI NON PROTAGONISTI!

Caro Presidente,

come tutti i cittadini abruzzesi ho appreso dai media la notizia, che nelle ultime ore circola impetuosa, dell’arrivo di un ingente quantitativo di test antigenici rapidi che verrà utilizzato, nella provincia dell’Aquila, per uno screening di massa con la finalità di comprendere appieno la situazione dei contagi attuali dovuti al Covid 19. L’iniziativa è sicuramente lodevole e degna di nota poiché mira, senza ombra di dubbio, a salvaguardare la salute di una popolazione martoriata da questo virus terribile che oramai abbiamo tristemente imparato a conoscere.

 

ZULLI CHIAMATO IN CAUSA

ZULLI CHIAMATO IN CAUSA

Chieti, 21 novembre 2020 -

Spett.le Redazione de il Centro, Signor Direttore Anchino,

 

sabato 14 novembre 2020, a pagina n. 18 Cronaca di Chieti, alla fine di un lungo articolo pubblicato con il titolo "Aceto: disoccupati nello staff del Sindaco" firmato da a. i., mi si chiama in causa con il seguente virgolettato che trascrivo:


..."È chiaro, conclude il consigliere comunale della Lega, "che il progetto politico di questa maggioranza è già fallito sul nascere, visto che le accuse giungono dalla loro stessa parte politica nella persona di Giustino Zulli" ...

 

LETTERA AL SINDACO

LETTERA AL SINDACO

Pescara, 21 settembre 2020 -

Egr. Sig. Sindaco,

con una delibera di Giunta, lo scorso mese di giugno è stato approvato il progetto di abbattimento del tratto terminale della circonvallazione a sud di Pescara, con la motivazione che: “(…) oltre a essere di fatto inutilizzato, comunque rappresenta anche un detrattore estetico e ambientale”, ragioni che non posso che condividere.

 

L’infrastruttura viaria, inaugurata alla fine del secolo scorso, era inizialmente collegata alla SS 16 con una viabilità a raso e solo successivamente venne realizzata la sopraelevata attuale. Oltre 30 anni fa, l'impianto urbanistico residenziale e viario dell’area era ovviamente diverso dall’attuale e ancora di più lo sarà nel futuro. 

 

Lettera aperta

Lettera aperta

Montorio al Vomano, 11 settembre 2020 -

Cari concittadini,

 

lunedi 24 Agosto 2020, come tanti Montoriesi  curiosi di ascoltare le parole dei tre candidati sindaci alla loro prima uscita su Teleponte, sono rimasto colpito da alcune sintesi e dichiarazioni di alcuni di loro.

 

Partiamo dal candidato sindaco di IMPEGNO IN COMUNE: Di Giambattista Alessandro.

 

DUE INTERVENTI ...

DUE INTERVENTI ...

Pescara, 21 giugno 2020 -

Al Sig. Sindaco di Pescara

Assessore mobilità Pescara

 

Apprendiamo dagli organi di informazione che il Comune di Pescara ha annunciato due interventi che interessano la circonvallazione e l’asse attrezzato. Sebbene siano stati portati come interventi collegati fra loro, teniamo a chiarire innanzitutto come in realtà essi siano opere assolutamente indipendenti, da tutti i punti di vista.

 

“Il bonus mobilità anche ai Comuni sotto i 50mila abitanti”

È allo studio il riconoscimento, su proposta della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli,  di un buono di mobilità alternativa per i residenti delle città metropolitane e delle aree urbane con più di 50mila abitanti per l’acquisto di biciclette anche a pedalata assistita e/o di monopattino.

Un bonus volto ad evitare il meno possibile l’utilizzo dell’auto e/o dei mezzi pubblici per recarsi a lavoro o per svolgere servizi di prossimità. 

Come Pd Provinciale Chieti, in considerazione del fatto che in Abruzzo insiste la Via Verde Costa dei Trabocchi e che cinque Comuni della sola Provincia di Chieti hanno ottenuto dalla Fiab il riconoscimento della “Bandiera Gialla” quali Comuni che hanno messo in pratica politiche concrete per la mobilità in bicicletta, abbiamo formulato ai nostri rappresentati in Regione e al Governo la richiesta di estendere il riconoscimento del “Bonus Mobilità” anche ai Comuni sotto i 50mila abitanti.

Il sussidio, da quanto si apprende, consisterà nel finanziamento fino a 500 euro per "l'acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, e monopattini".

Auspichiamo che la nostra proposta sia accolta favorevolmente e che il bonus mobilità sia esteso anche ai Comuni sotto i 50mila abitanti.

Gianni Cordisco, Segretario Pd Provinciale Chieti

Segreteria Provinciale Chieti

 
Segreteria di Federazione
Partito Democratico - Provincia di Chieti

 

L'INCONTRO DELLE DONNE DEMOCRATICHE

Prosegue il percorso di strutturazione delle abbruzzesi

Ieri si è riunita la Conferenza delle Donne Democratiche abruzzesi per portare all’attenzione della comunità il desiderio e la volontà di rafforzare il lavoro e il ruolo delle donne, oggi più che mai. Per fare fronte comune contro le politiche dell’odio e dell’inimicizia che spesso usano il machismo e il sessismo per colpire quelle di noi che si espongono nella politica così come nella vita pubblica e nelle professioni – episodi che continuano a ripetersi anche in questi giorni, come le democratiche abruzzesi ben sanno. Alla riunione, avvenuta su Zoom, erano presenti la deputata Stefania Pezzopane sempre presente e vicina ai temi e ai lavori della Conferenza, e il segretario regionale Michele Fina, che da sempre ha parlato e lavorato in una ottica orientata all’inclusione nella cura delle differenze, che sono segno distintivo e moltiplicatore di valori positivi e progressisti.

Autonomia e autodeterminazione sono alla base del Manifesto della Conferenza delle Donne a cui abbiamo aderito per poter dare luogo all’Assemblea Regionale delle delegate della quattro province, che hanno a loro volta indicato due rappresentanti abruzzesi per la Conferenza Nazionale, in via di costituzione. L’emergenza sanitaria, sociale e lavorativa sopraggiunta ha dato un lieve rallentamento alla chiusura dei lavori di costituzione della Conferenza a livello nazionale, per questo – rompendo i primi indugi, abbiamo pensato di riprendere in mano il nostro destino per metterci alla guida di un processo necessario e generativo a livello regionale: ripartire per darci un Coordinamento. Questo risponde alla necessità di dare il nostro fondamentale contributo a quella che sarà la visione futura necessaria a re-interpretare il mondo post-covid, che vorremmo ecologista e femminista, come i principi che ci muovono.

Ci organizzeremo per strutturarci sui territori con un gruppo a sostegno della portavoce regionale, che avrà così modo di lavorare agevolando la riflessione e l’agire politico in una ottica di genere che trasversalmente attraversa ogni questione del presente: lavoro, sanità, sociale, diritti, famiglia, pari opportunità, rappresentanza. E per essere da puntello e pungolo al governo - regionale e nazionale - anche attraverso proposte adeguate alle esigenze dei territori, di tutte e tutti.

Alla luce anche delle prossime elezioni amministrative, in cui vogliamo il protagonismo delle donne riprenda emancipandosi da dinamiche becere e logiche spartitorie paternalistiche e, a volte, umilianti.

Alla fine di questo mese stiamo organizzando in tal senso un evento a cui parteciperanno esponenti del partito nazionale.

 

 

Donne Democratiche Abruzzo

 
Pagina 1 di 64