Archivio da "Lettera a..." >> NATALE A SAN SALVO

Editoriali

Curioso e bizzarro

Guida TV

NATALE A SAN SALVO

Un vero e proprio disastro!


Un centro storico vuoto ed un’Amministrazione che arricchisce solo le casse della Pro Loco. L’Epifania si sa, “tutte le feste porta via”. E ai cittadini di San Salvo oltre a portar via i soldi dati alla Pro Loco (5.500,00 euro) per eventi “vuoti” e per nulla coinvolgenti ed attrattivi, ha portato via con sé l’amarezza e la tristezza di aver visto ancora una volta la propria Città e il proprio centro storico svuotati, dove dello “spirito natalizio”, da sempre contraddistinto da gioia e allegria per grandi e piccini, non se ne è sentito un benché minimo odore. Un centro storico e una Città così triste e vuota, nei giorni da sempre più attesi e più belli e carichi di magia, non l’avevamo mai vista.

Bei tempi quando la Befana scendeva dal campanile portando via con sé tutte le feste e chiudendo quel clima natalizio da sempre respirato e vissuto a San Salvo! Tra gonfiabili e zucchero filato sembrava invece di stare a Carnevale!

CHE AMAREZZA cara Amministrazione, un vero e proprio DISASTRO!  Una PROGRAMMAZIONE che si è rivelata ancora una volta FALLIMENTARE e che ha visto arricchire solo le casse della Pro Loco che continua periodicamente ad intascare, senza alcun beneficio per la Città, soldi –oramai tutto è affidato a loro (persino i traslochi) - e ad impoverire l’economia locale a danno di quelle attività che in San Salvo e nella sua rivitalizzazione ci credono ancora. Rivitalizzazione che è evidente e palese non sta affatto a Cuore all’amministrazione comunale. Ciò che per loro conta è solo rimpinzare le casse della Pro Loco. Speriamo che quanto avvenuto nella vicina Vasto che ha visto l’amministrazione Menna organizzare eventi ed attrattività che hanno riscosso successo, ottenuto grande risposta e apprezzamento non solo da parte dei cittadini locali, sia preso d’esempio dai nostri amministratori per il Natale a seguire.

Anche i cittadini di San Salvo ringraziano l’amministrazione vastese guidata da Francesco Menna.

Ma quel che più ci lascia basiti è la risposta secca e dura dei gruppi consiliari di maggioranza al grido d’allarme di una commerciante di Via Roma che da anni crede ed investe in San Salvo e alla considerazione fatta da un cittadino che AMA la sua Città.

"Lo svuotamento dei centri della nostrA città, con la progressiva chiusura delle piccole attività storiche, è un fenomeno diffuso […] una naturale conseguenza prodotta dall’avanzata della grande distribuzione”. A Vasto ciò non è avvenuto. È

evidente dunque che i nostri amministratori sono rinchiusi nelle loro case e con indosso anche i paraocchi. Inoltre.


“Il Comune di San Salvo nell’ultimo quinquennio ha dato corso a una serie di iniziative finalizzate a sostenere le attività commerciali presenti, oltre a cercare di creare le condizioni per far alzare nuove saracinesche”. Iniziative che sono risultate evidentemente e palesemente FALLIMENTARI. 

 

Infine. “Chi tra i commercianti ha delle idee realizzabili le renda pubbliche a beneficio di tutta la categoria e del centro cittadino”. Ennesimo sintomo che DA SOLA l’Amministrazione non riesce a far nulla, non riesce più ad uscire dal FOSSO in cui ha gettato la Città di San Salvo. Per fortuna che a “opere” ci ha pensato invece la Regione Abruzzo. Grazie !

L’amministrazione si è rivelata dunque ancora una volta incapace di gestire la “cosa pubblica” e sorda inoltre alle problematiche della Città creando danni all’economia locale, incolpando come sempre quelli di prima non assumendosene MAI le proprie responsabilità e arricchendo la Pro Loco che per la nostra Città nulla porta se non uno sperpero di denaro pubblico e a cui il gruppo consiliare Pd chiederà conto in consiglio comunale.

Pd San Salvo