Archivio notizie in evidenza

Editoriali

Guida TV

IL BILANCIO SOCIALE PDF Stampa E-mail
IL BILANCIO SOCIALE

Pescara, 1 ottobre 2019 - La fondazione Caritas Onlus pubblica il bilancio 2018. Più di 65.000 i pasti erogati. 1.418 persone accolte presso il Centro d’Ascolto diocesano, 880 nelle mense di Pescara e Montesilvano per 65636 pasti distribuiti, 347 in dormitorio, 346 famiglie sostenute dagli Empori della Solidarietà, 160 bambini e ragazzi in condizione di povertà educativa accompagnati in diversi percorsi; sono questi alcuni numeri del Bilancio Sociale 2018 della Fondazione Caritas dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne Onlus, ente strumentale della Caritas diocesana, pubblicato in questi giorni.

La fotografia di un anno di attività mette in evidenza le fragilità del nostro territorio e le risorse disponibili per farvi fronte, attraverso opere segno, servizi, progetti e il volto di tanti volontari che operano nella diocesi.

«Marginalità sociale, famiglie in difficoltà, migranti, orientamento al lavoro e poi tutte le facce della povertà, da quella economica a quella abitativa passando per quella educativa – commenta don Marco Pagniello, direttore della Fondazione Caritas -  sono stati i focus del nostro lavoro che testimonia anche l’importante apporto del volontariato, dell’animazione pastorale, della sensibilizzazione nelle scuole e degli gli eventi. Il bilancio mette in evidenza anche dati che mi hanno particolarmente impressionato, come - continua don Marco - quel 40% di presenze presso il Centro d’Ascolto diocesano composto da persone provenienti dalle periferie più sensibili».

Nella sua funzione di rappresentare gli esiti delle proprie azioni di fronte ai cittadini e a tutti gli interlocutori, in modo da rendere ragione dell’impegno della Chiesa di Pescara-Penne per i più poveri, il Bilancio Sociale acquisirà ancora più importanza dal 2020 con l’entrata in vigore della riforma del terzo settore. 

«Il Bilancio Sociale - conclude don Pagniello -  è, anno per anno, un vero e proprio racconto della nostra esperienza; è uno strumento fondamentale per la lettura del territorio e la comprensione dei relativi fenomeni, e per questo ci permette di progettare al meglio  gl interventi futuri, in sinergia con enti ed istituzioni, sempre più mirati alle problematiche e ai bisogni di quanti vivono in condizioni di fragilità economica e sociale».