Archivio notizie in evidenza

Editoriali

Guida TV

NOI CI SIAMO! PDF Stampa E-mail
NOI CI SIAMO!

Pescara, 16 giugno 2019 -

Quando arrivano le cose che ti aspetti da tempo, non può che far piacere. È stata infatti ripulita la pista ciclabile lungofiume sud, dal Ponte Flaiano verso ovest, fino al Ponte delle Libertà. Pulito il fondo stradale e sfalciata l’erba lungo le aiuole e le scarpate, rimossi i rifiuti, la ciclovia sembra rinata. Certo, non è un salotto e neanche un sentiero naturale, ma la percezione del pulito e dell’accudito c’è. Pur avendo chiesto, non sappiamo con certezza chi abbia provveduto, ma siamo quasi certi una impresa per conto del Comune, anche se in territorio della Provincia. Non possiamo che esprimere il nostro plauso (quando ci vuole ci vuole).

I volontari di Fiab Pescarabici, nei mesi settembre e ottobre 2017, avevano ripulito 700 metri di pista, fino al Ponte delle Libertà, in 7 weekend, 100 metri alla volta, tutto a mano. Adesso crediamo c’abbiano impiegato 1 solo giorno, con mezzi meccanici, attrezzature, manodopera e esperienza. Pochi lo sanno, ma questo potrebbe essere il tratto iniziale della Ciclovia Tiburtina Valeria (BI7) del circuito nazionale FIAB Bicitalia, 20 ciclovie nazionali che stanno pian piano confluendo nel Sistema Nazionale di Ciclovie Turistiche. Per cui a questo tracciato, praticamente urbano, andrebbe riservato un occhio di riguardo. Ma soprattutto perché è dentro la città.


Ora attendiamo che venga ripristinata l’agibilità del ponte di legno (non ha un nome) per agevolare gli spostamenti e per ridare fruibilità ciclistica completa al lungo fiume, luogo sconosciuti ai pescaresi e non solo. Questi luoghi, infatti, potrebbero rapidamente diventare di interesse per la fruibilità turistica di un territorio fluviale per troppo tempo dimenticato, e farlo con la bicicletta è uno dei modi più immediati e semplici.