Editoriali

Guida TV

PREOCCUPAZIONE AMBIENTALE PDF Stampa E-mail
PREOCCUPAZIONE AMBIENTALE

Ortona, 7 gennaio 2021 -

In merito alle notizie dei quotidiani regionali di qualche giorno fa, concernenti la presenza di salmonella nelle vongole e di alti valori di escherichia coli, nelle acque marine antistanti la zona che va dal fiume Arielli al fiume Foro (comune di Ortona), le Associazioni rappresentanti gli Operatori Turistici e i residenti di tutta la costa a Nord di Ortona, manifestano particolare preoccupazione. Queste notizie, purtroppo, stanno diventando cicliche ed è chiaro segno che la qualità delle nostre acque - sia quelle dei fiumi che quelle della costa - sta peggiorando rapidamente.  

Molteplici sono le cause: scarichi abusivi, fiumi inquinati, depuratori malfunzionanti, abbandoni, pesticidi, fertilizzanti etc. Il problema è serio e si ripercuote inevitabilmente sia sulla salute dei residenti e dei turisti, sia sull’economia dei settori recettivi e dei servizi che vivono (o meglio, sopravvivono) grazie al turismo.

 

In effetti, ogni articolo o foto pubblicati che solleva questioni ambientali, lede l’immagine della Regione, della costa e dei Comuni che ne traggono beneficio e lavoro, tra cui il nostro Comune, La già gravissima crisi legata al Covid ha danneggiato il settore del turismo per l’anno 2020; i dubbi e la mancanza di garanzie e di certezze per la stagione estiva 2021, non possono e non devono aggiungersi ad altre problematiche di tipo ambientale: il danno sarebbe irreparabile.

 

Il perpetrarsi del degrado ambientale della nostra costa mette a rischio la sopravvivenza di molte attività legate al turismo. Considerando che tali attività non hanno alternative “locali” che possano fornire sostegni economici diversificati, quello che si prepara è un disastro economico e sociale. Come Associazioni, chiediamo un urgente intervento di tutte le Autorità ed Enti di competenza, al fine di eseguire controlli e verifiche pari a quelle che si effettuano in altri Regioni e Comuni d’Italia che dimostrano di avere molta più sensibilità in merito al rapporto tra ambiente, turismo ed economia locale.

 

Ci auguriamo che siano intensificati i controlli, verificate le cause e perseguiti i reati all’ambiente con maggiore solerzia di quella ad oggi messa in campo. Il ritardo accumulato è notevole e le notizie riportate dai giornali ne sono una chiara dimostrazione. Auspichiamo, inoltre, un incontro congiunto tra Enti, Autorità e Associazioni, al fine di condividere azioni e collaborazioni che possano portare dei risultati concreti entro brevissimo tempo, e comunque prima della stagione balneare.

 

Associazione Operatori Turistici e Residenti del Lido Riccio

Associazione Postilli Foro

Associazione TorreForo