Editoriali

Guida TV

FARINDOLA NON SI ARRENDE PDF Stampa E-mail
FARINDOLA NON SI ARRENDE

Farindola, 15 maggio 2020 -

Il Covid non ferma il progetto dell’Amministrazione che, grazie alla collaborazione con Wolftur srl, investe su nuovi progetti per il turismo. Una rete tra imprese, associazioni e Amministrazione comunale per potenziare l’offerta turistica del territorio di Farindola, con un progetto che punta a tre obiettivi: mobilità lenta, qualità della vita e formazione. Il turismo del terzo millennio, post COVID, non si improvvisa, ma richiede forti competenze e specializzazioni, per queste ragioni l’Amministrazione comunale di Farindola ha formalizzato un accordo con la società Wolftour attraverso il quale saranno investiti, in questa prima fase, circa 10.000,00€ da parte del partner privato, con un contributo del 10% da parte dell’Amministrazione comunale.

Il Sindaco Ilario Lacchetta: “anche per venire incontro alle richieste di più imprenditori e Associazioni sportive e culturali e in particolar modo degli operatori della filiera turistica, abbiamo deciso di formalizzare questo accordo operativo che doterà il nostro territorio di nuovi strumenti e di una rinnovata strategia di promozione e comunicazione”.


Il progetto punta ad ampliare l’offerta turistica del territorio per portare più visitatori a Farindola e concretizzare il vantaggio competitivo che un territorio simile rappresenta rispetto all’idea di turismo possibile durante e post Covid 19.

 

“Puntiamo alla riscoperta del territorio e della natura che circonda Farindola; viabilità lenta, ragionata, portatrice di esperienze, valorizzazione dell’immenso patrimonio naturalistico ambientale esistente” aggiunge il Vice-Sindaco con Delega al Turismo: “sentieri, percorribili in bici o a piedi, permetteranno di raggiungere posti incontaminati verso Valle d’Angri-Voltigno, Rigopiano, Campo Imperatore uniti al messaggio sulla qualità della Vita del territorio come vero valore dell’Abruzzo interno; offrire ai turisti un territorio sano, un territorio in equilibrio tra uomo e natura”.


Il progetto prevede anche una attività pluriennale di formazione come crescita e arricchimento delle nuove generazioni che si accompagnano alle precedenti. Le scuole e i giovani da sempre presenti nella progettualità di Enti locali e di Wolftour diventano protagonisti assoluti.

 

Conclude Ilario Lacchetta: “dobbiamo metterci al lavoro da subito, non c’è tempo da perdere perché il nostro territorio e le nostre imprese sono già state penalizzate da eventi straordinari e il COVID rischia di mettere in ginocchio tutta la nostra economia. Noi non ci arrendiamo e affronteremo con coraggio e determinazione questa fase”.