comuni >> aree costiere >> IL COMUNE CRESCE ANCORA

Editoriali

Guida TV

IL COMUNE CRESCE ANCORA
IL COMUNE CRESCE ANCORA

Fossacesia, 13 gennaio 2021 -

Continua la tendenza positiva di crescita della popolazione residente a Fossacesia. Il centro della Costa dei Trabocchi al 31 dicembre 2020 registra 6290 abitanti, 6 cittadini in più in confronto al 2019. Una crescita spalmata negli anni ma costante, che va avanti dal 2001, anno in cui Fossacesia contava 5361 cittadini.  Nel 2019 i nuovi nati sono stati 34, quasi il doppio quelli dei defunti, che sono stati 74. Il numero delle famiglie è passato da 2690 dello scorso anno alle 2746 del 2020. In aumento il numero degli immigrati 252, mentre gli emigrati sono stati 206.

 “Non vi è dubbio che la nostra città è migliorata sotto molti punti di vista – sottolinea il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – grazie al programma che le mie amministrazioni ha portato avanti incentrato sull'offerta dei servizi e sulla qualità crescente della nostra accoglienza. Fossacesia è località che da 19 anni ottiene la Bandiera blu della FEE, ha una raccolta differenziata che ha raggiunto l'83 per cento, che la colloca tra le località tra i 5 e 15mila abitanti più virtuosi in Abruzzo, ha un'agricoltura d'eccellenza, una viabilità che abbiamo migliorato di molto e le condizioni per vivere in sicurezza.

 

Anche dall'edilizia è venuta una significativa crescita, con un settore che ha risposto adeguatamente alla domanda di nuove abitazioni. Sono risultati importanti, ottenuti nonostante le ristrette risorse, che giungono da Governo e Regione. Ora ci aspetta una grande sfida – conclude il sindaco Di Giuseppantonio -, puntare al rilancio dopo la pandemia che non è solo economico ma soprattutto sociale.

 

Come amministrazione abbiamo da portare a conclusione alcune opere importanti, che contribuiranno a migliorare ulteriormente la nostra città e al contempo abbiamo creato tutte le premesse per nuovi insediamenti produttivi nel territorio comunale che ricade in Val di Sangro. Fossacesia ha le carte in regola per crescere ulteriormente e ci auguriamo che i nostri programmi trovino il sostegno economico di cui necessitiamo”.