cultura >> Politica locale Chieti >> TUTTI A FRATELLI D’ITALIA

Editoriali

Guida TV

TUTTI A FRATELLI D’ITALIA
TUTTI A FRATELLI D’ITALIA

Chieti, 15 giugno 2019 -

L’assessore del Comune di Chieti Carla Di Biase ed i consiglieri comunali Stefania Donatelli e Nicola Rapposelli, davanti ai vertici comunali, provinciali e regionali del partito, hanno ufficializzato il loro passaggio a Fratelli d’Italia. Inoltre Carla Di Biase ha anche rassegnato le dimissioni da assessore. «Grazie al partito che ha lavorato in questi mesi e in questi anni - ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio - che ha permesso a chi voleva tornare a casa di trovarla una casa ed un campo di liberà per continuare a rappresentarsi e a dare il suo contributo alle città, alle regioni, alla nazione considerando che non esiste un uomo assoluto.

Alle europee più del 5% dei cittadini di Chieti ha votato per Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia pur non avendo paradossalmente una rappresentanza in Consiglio Comunale, quindi ringrazio chi oggi sta interpretando questa opinione diffusa nei piani istituzionali, al di fuori dei piani elettivi, però era importante dare rappresentanza istituzionale a questi cittadini che si sentono rappresentati dal concetto politico di Fratelli d’Italia. Oggi penso che, superando lo sbarramento alle elezioni europee, abbiamo una pattuglia importante di parlamentari europei, ci sono forze politiche più grandi di noi che non hanno ancora la famiglia europea costituita o fanno fatica a collocarsi all’interno del Parlamento Europeo. Questo ci rende protagonisti non solo in Italia ma anche negli equilibri europei, questo nostro movimento è aperto a tante sensibilità di centrodestra, le elezioni europee ha fatto sì che tante componenti abbiano dato forza a questo movimento costituendo l’apertura di dialogo che la stessa Giorgia Meloni ha dimostrato a tutti gli italiani che vogliono costituire un modello diverso di Governo. Non stiamo inventando niente di nuovo, in tante città italiane ci sono diverse forze di centrodestra che hanno trovato una sintesi politica capace di governare ed io vorrei che tutto il centrodestra fosse capace di interpretare questa unità della ricchezza delle culture diverse a partire da Chieti, dalla sua provincia e da tutto l’Abruzzo, basta vedere a livello regionale ed il fatto che a Pescara e Montesilvano si è vinto senza nemmeno ricorrere al ballottaggio. Questo è il segnale che i cittadini ci hanno dato e che noi dobbiamo saper raccogliere con serietà e senso di responsabilità. Siamo chiamati a dare delle risposte e penso che poi sono i cittadini a dover giudicare questo percorso amministrativo. Noi di Fratelli d’Italia lo abbiamo sempre pagato questo senso di responsabilità, Giorgia Meloni ha sempre lavorato per mettere insieme tutta la famiglia per creare una prospettiva al popolo italiano e al centrodestra anche nei momenti più difficili, centrodestra che è stato sempre unito anche grazie al contributo che Giorgia Meloni ha dato a tutta la squadra. Noi continueremo a lavorare in questo senso e lo dimostra la crescita costante nel tempo. Quando si dimostra di avere forza, cuore e responsabilità, oltre al coraggio, poi si crea un clima di fiducia crescente intorno a questo progetto e questo significa che siamo sulla strada giusta e che la crescita avviene in maniera consapevole».

 

«Una decisione che ho preso nella libertà della mia coscienza - ha spiegato l’assessore dimissionaria al Commercio e alle Attività Produttive del Comune di Chieti, Carla Di Biase - non nego e non nascondo il clima e la dimostrazione di grande affetto e stima personale dei tanti amici e anche degli avversari politici che ho ricevuto quotidianamente che hanno rafforzato le ambizioni, la più grande dimostrazione di affetto e stima l’ho avuta dal sindaco Di Primio, da oggi rimetto la mia delega di assessore nelle mani del partito, dei consiglieri comunali e del sindaco. Penso che quando ci sono stati dei problemi da affrontare noi li abbiamo affrontati con impegno e sacrificio. Non nascondo il mio percorso personale, con un po’ di presunzione anche i miei titoli, ma anche il fatto di essere riconosciuta per la strada per il grande senso della realtà, ho le spalle larghe e anche il coraggio di rimettermi in gioco ed è quello che voglio fare».

 

«Con Carla abbiamo condiviso cinque ani di amministrazione provinciale - ha ricordato il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Antonio Tavani - e credo che oggi si chiuda un percorso di avvicinamento e di crescita di questo partito sulla provincia di Chieti. è ovvio che su Chieti noi siamo impegnati come su tanti altri grandi centri per far crescere questo partito. Noi abbiamo sempre detto che questo è il partito delle competenze, della serietà e della passione. Con Carla questo appuntamento lo abbiamo rimandato un sacco di volte, posso confermare quanti caffè abbiamo preso insieme per vedere come rappresentate Chieti al meglio, non è stato possibile farlo alle ultime votazioni e penso che sarà nostro dovere farlo alle prossime comunali dalle quali il percorso di crescita di Fratelli d’Italia è noto. Ci impegniamo a diventare il primo partito del centrodestra ovunque si potrà farlo. Oggi ripartiamo da questa nuova arricchita competenza che si unisce a tutti gli amici che hanno contribuito a tenere alta la bandiera di Fratelli d’Italia anche quando questa non era così ambita, oggi credo che siamo un partito che a livello nazionale, regionale e provinciale ha una sua identità e con questi nuovi ingressi e con questa nuova competenza possiamo solo migliorare».

 

«Questa è una bella giornata per Fratelli d’Italia - ha sottolineato il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi - ma soprattutto penso, con un briciolo di presunzione che sia una bella giornata per tutta Chieti. Quando rientra Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale lo fa con quelli che sono i propri valori tra cui c’è sempre un grande attaccamento alla propria terra e del territorio che si amministra e questo penso che sia il primo punto del programma di Fratelli d’Italia. Questo è un partito che si basa sulla competenza e sulla serietà e oggi la dimostrazione che è un percorso che è partito da tempo e quindi lungimirante che ci porterà a sempre più importanti risultati lo dimostra l’ingresso di Carlo, Stefania e Nicola all’interno del gruppo di Fratelli d’Italia. Grazie anche a Roberto Miscia per lo splendido lavoro che ha fatto in questi anni insieme alla classe dirigente. È un partito che vuole radicarsi sul territorio e che vuole fare all’interno del centrodestra il bene della città di Chieti. È vero che non è un partito proiettato solo agli appuntamenti elettorali, ma che vede nelle prossime elezioni un appuntamento importante ed è per questo che da coordinatore regionale ho chiesto da subito di iniziare a lavorare su un progetto amministrativo importante per la città di Chieti. Vogliamo essere i protagonisti di una futura fase amministrativa di questa città e lo faremo con due consiglieri ed un assessore, delle persone che hanno già dimostrato tutta la loro forza, le loro capacità ed il loro amore per la città. Quello con Carla Di Biase non è un avvicinamento dell’ultima ora, ma è un percorso che abbiamo condiviso da diversi anni. le fusioni non si possono fare a freddo, c’è bisogno di sintonia, di feeling e di tutta una serie di componenti che noi abbiamo avuto modo di testare direttamente perché con Carla abbiamo condiviso un percorso importante, anche considerando come avevamo ereditato la Provincia di Chieti, c’è stato un continuo scambio di consigli e di considerazioni che oggi ci ha portati a condividere lo stesso percorso della stessa casa».

 

Francesco Rapino