cultura >> Storia e cultura >> #‎HUMANITY4REFUGEES CONTINUA…

Guida TV

#‎HUMANITY4REFUGEES CONTINUA…
#‎HUMANITY4REFUGEES  CONTINUA…

Pescara, 18 giugno 2016 - Ieri mattina nella sala Giunta dell’Amministrazione provinciale di Pescara sì è svolta la Conferenza Stampa convocata per la presentazione del Report sulla Missione Umanitaria Internazionale #‎Humanity4Refugees che ha portato i Volontari della Croce Rossa Italiana del Comitato di Cepagatti (Pe) da mercoledì 1 a domenica 5 giugno in Grecia e Macedonia.


Erano presenti il Presidente della Provincia Antonio Di Marco, la Referente Croce Rossa Italiana area Balcanica Maria Teresa Letta, il Presidente del Comitato CRI di Cepagatti Constantino Camblor, i Volontari che hanno partecipato alla Missione ed alcuni dei Patner che hanno contribuito alla riuscita della Missione.

Scopo della Missione è stata la raccolta di beni di prima necessità e in particolare prodotti per bambini che rappresentano - in alcuni campi - quasi la metà degli ospiti. Quali materiali e quali beni fossero necessari sono stati indicati, nel corso dei contatti in fase di progettazione della Missione, dai colleghi della Croce Rossa Greca.

Voglio innanzitutto ringraziare - ha detto il Presidente del Comitato di Cepagatti della Croce Rossa Italiana Constantino Camblor - i cittadini, le istituzioni, gli Sponsor che hanno reso possibile questa iniziativa. Abbiamo consegnato circa 5 tonnellate di materiale alla Responsabile logistica dello smistamento materiali del nord della Grecia della Croce Rossa Ellenica Katerina Poltzoglou e al suo collaboratore di staff Dimitrios Zachariou. Materiali che i Volontari della Croce Rossa hanno raccolto grazie alla generosità di tantissimi e soprattutto materiali che erano estremamente necessari.

Nelle giornate di giovedì e venerdì parte dei materiali sono stati direttamente distribuiti dai Volontari della Croce Rossa di Cepagatti e della Croce Rossa Ellenica nei campi di Kordelio e Diavata nel territorio di Salonicco dove sono attualmente ospitati rispettivamente circa 1.800 e 2.800 Rifugiati, molti dei quali bambini.

Sempre venerdì una parte dei Volontari si è recato a Gevgelija (FYROM – Macedonia) per visitare un campo di accoglienza per Rifugiati ed hanno avuto la possibilità di un confronto con i colleghi Macedoni.

La giornata di sabato è stata impegnata in riunioni con i colleghi ellenici per una valutazione complessiva della situazione che è - lo ricordiamo - in continua evoluzione. Sono emerse quali siano le necessità prioritarie dei Rifugiati ospitati nei campi.

Sempre sabato sono state incontrate alcune famiglie per raccogliere testimonianze all’interno dei campi per meglio capire e valutare le condizioni di vita. Emerge che sono i bambini la fascia più vulnerabile all’interno dei campi, soprattutto i neonati non ancora svezzati per i quali c’è una carenza estrema di latte in polvere.

Per questa ragione il Progetto #‎Humanity4Refugees continua.

E’ nostra intenzione - ha concluso Constantino Camblor - iniziare già nei prossimi giorni una raccolta di denaro per comprere alimenti per neonati che saranno acquistati direttamente dalla Croce Rossa Ellenica sul posto senza lo spostamento di uomini e mezzi che sicuramente avrebbe inciso economicamente.

Il Presidente ha poi consegnato ai partecipanti ed ai rappresentanti dei “media” intervenuti il Report che per trasparenza e maggiore diffusione è scaricabile on-line dal sito web della Croce Rossa di Cepagatti al link http://www.cricepagatti.it/2016/Report_Missione.pdf

Il report racchiude tutte le informazioni sulla Missione. Ovvero quanto raccolto, quanto distribuito, e tutte le informazioni e considerazioni sulla Missione.

Gente che fugge per disperazione e che trova enormi difficoltà nei Balcani – ha detto la Referente Croce Rossa Italiana area Balcanica Maria Teresa Letta, trova barriere che gli impedisce di proseguire e rimangono bloccati e condotti in Campi. Noi come Croce Rossa abbiamo il dovere di intervenire per soccorrerli. Quando è arrivata, tramite i nostri canali, la richiesta della Croce Rossa Ellenica Cepagatti è stata la Unità di Croce Rossa più sensibile e si attivata immediatamente.

C’è una grande necessità di aiuto immediato per queste migliaia di Rifugiati – ha dichiarato il Presidente della Provincia Antonio Di Marco  - e l’Amministrazione provinciale continuerà ad appoggiare l’iniziativa della Croce Rossa di Cepagatti e lavoreremo ancora. Lo faremo con i Sindaci della provincia di Pescara per attivare risorse per proseguire quanto abbiamo attivato. Il nostro compito non finisce qui - ha concluso il Presidente Di Marco – in quanto la sensibilizzazione è appena iniziata e per renderla capillare abbiamo programmato di allestire nel palazzo della Provincia una Mostra fotografica per raccontare, attraverso gli scatti ed alcuni filmati dei due fotografi della Missione Ibrahim Malla e Lorenzo Di Gregorio, quale è la situazione in quei Paesi.