cultura >> Storia e cultura

Editoriali

Guida TV

M’AVANZA UN CADAVERE

M’AVANZA UN CADAVERE

Casalbordino, 19 luglio 2019 - Sabato 20 luglio seconda serata letteraria dell’estate 2019 dell’Associazione Culturale Nuovo Umanesimo. Appuntamento alle ore 19 per la presentazione del romanzo giallo “M’avanza un cadavere” del giornalista Natalfrancesco Litterio presso l’Hotel Calgary a Casalbordino Lido. Sarà presente l’autore, che animerà la serata insieme con il sindaco di Casalbordino Filippo Marinucci, Alessio Di Florio dell’Associazione Culturale Nuovo Umanesimo e il coinvolgente reading di Raffaella Zaccagna.

 

SUL FILO DELL’IMMAGINE

SUL FILO DELL’IMMAGINE

Castellalto, 19 luglio 2019 -

 La Fondazione Malvina Menegaz anima Castelbasso. Castelbasso 2019, propone, dal 21 luglio al 1° settembre, una storia d’intrecci meravigliosi dal titolo suggestivo: Sul filo dell’immagine – Trame dell’arazzo contemporaneo, a cura di Simone Ciglia. La mostra a palazzo De Sanctis (dal martedì alla domenica dalle 19 a mezzanotte) offre una riflessione sulle possibilità contemporanee dell’arazzo, partendo da un’esperienza d’eccellenza legata al territorio. L’esposizione presenta un’importante selezione di opere prodotte dalla manifattura dell’Arazzeria Pennese, attiva dagli anni Sessanta del Novecento con il coinvolgimento di alcuni fra i maggiori artisti dell’epoca (fra questi, Afro, Giacomo Balla, Giuseppe Capogrossi). A questo nucleo di opere storiche si accompagna una scelta di arazzi di autori contemporanei (come Mario Costantini, Enzo Cucchi, Alberto Di Fabio, Piero Dorazio, Ugo La Pietra, Andrea Mastrovito, Matteo Nasini, Mauro Reggiani, Giuseppe Stampone, Marco Tirelli, Costas Varotsos, Luigi Veronesi), che testimoniano della rinnovata attenzione di cui questa tecnica ha goduto nella più recente produzione artistica internazionale.

Nell’ambito della mostra sarà presentata per la prima volta al pubblico italiano la nuova opera Retina di Stefano Arienti composta da tre arazzi realizzati nel contesto di una residenza dell’artista nei laboratori dell’Arazzeria Pennese di Penne tra il 2018 e il 2019.

Il progetto ha già avuto un battesimo europeo, è stato infatti presentato in anteprima mondiale all’Istituto italiano di cultura di Barcellona. L’ente presieduto da Osvaldo Menegaz, si è classificato al secondo posto nell’edizione 2018 del bando Italian Council, concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. I tre arazzi, dopo l’esposizione nella capitale catalana e a Castelbasso, entreranno a far parte della Collezione permanente del Museo MAXXI di Roma.

Palazzo Clemente (nello stesso periodo e con gli stessi orari), a cura di Simone Ciglia, ospita Sarà presente l’artista #1 Stefano Arienti. Con questo progetto la Fondazione Malvina Menegaz invita un artista a conoscere, per poi riallestire, la propria Collezione permanente. Per la seconda edizione, Stefano Arienti ha deciso di incentrare il proprio intervento sul tema dell’identità attraverso la figura, scegliendo un ampio nucleo della Collezione Fondazione Menegaz, con opere che spaziano dalla pittura fino alla fotografia, realizzate sia da maestri già storicizzati che da artisti di nuova generazione, presentate in dialogo con i propri lavori: suggestioni tratte dall’immaginario di massa, la storia dell’arte e del design, la quotidianità, esplorando l’idea di figura attraverso una molteplicità di soluzioni tecniche sperimentali. L’artista ha ideato per le sale di palazzo Clemente un allestimento denso e variegato, che dirotta in senso contemporaneo l’antica idea di quadreria.

Anche i laboratori didattici per bambini da 5 a 11 anni, a cura di Giulia Vallese, saranno, quest’anno, dedicati agli arazzi. Se Stefano Arienti è un artista che ama giocare con l’arte tagliando, cancellando, piegando poster, giornali, locandine, come lui i piccoli partecipanti a Eccomi qui! (tutti i mercoledì dal 24 luglio al 28 agosto, dalle 18 alle 19,30), si divertiranno a dare nuova forma all’identità dell’immagine per scoprire un po’ di più del mondo che abbiamo dentro e di quello che ci circonda. Con Intrecciamo le storie, invece, i partecipanti al laboratorio (tutti i giovedì dal 25 luglio al 29 agosto, dalle 18 alle 19,30), avranno l’opportunità di fare un viaggio tra fili, trame e colori, per comprendere le storie delle opere e tesserne di nuove.

A questi si aggiungono le visite guidate per adulti, dal titolo Trame: il tema dell’identità sarà il filo conduttore all’interno dei due percorsi espositivi.

Se l’arte contemporanea è il fulcro delle attività della Fondazione Malvina Menegaz il corollario è sempre di altissima qualità. Si parte con un doveroso omaggio ai dieci anni dal terremoto dell’Aquila in collaborazione con l’Istituzione sinfonica abruzzese. Mani nude spilli al cuore - Concerto teatrale per il decennale del 6 aprile 2009, sarà in scena venerdì 26 luglio (alle 21,30), in piazza Belvedere, con l’Orchestra sinfonica abruzzese e la recitazione di Flavio Insinna dei testi tratti dall’omonimo libro di Marianna De Nardo.

Ancora per la sezione Musica sono previsti (in piazza Arlini alle 21,30) i concerti di Rosalia De Souza, Il Brasile che mi piace (sabato 27 luglio, in collaborazione con la Società dei concerti Primo Riccitelli); Antonio Faraò meets Carlo Atti, (domenica 28 luglio); Baba Sissoko band, Mediterranean blues (venerdì 2 agosto); Marco Pacassoni quintet feat Petra Magoni, Frank & Ruth. Omaggio a Frank Zappa (giovedì 8 agosto, in collaborazione con la Società dei concerti Primo Riccitelli); Larry Mitchell e Noreda Graves (venerdì 9 agosto).

Due serate anche con la classica, a cura di Roberto Marini: Il teatro e il sacro, con Sandra Buongrazio, contralto e Roberto Marini, organo (sabato 10 agosto); e Dialogo tra istrumenti da vento, con Armando Tonelli, tromba e Francesco Alessandrini, organo (domenica 11 agosto).

Castelbasso 2019 consolida la collaborazione con il FLA, Festival di Libri e Altrecose di Pescara, diretto da Vincenzo D’Aquino. Cinque appuntamenti, da venerdì 2 a domenica 4 agosto (piazza Arlini, ingresso libero). Apre gli incontri, per La notte del mediterraneo, Annalisa Camilli con La legge del mare (venerdì 2, ore 21).

Per la notte dei reading, Antonio Pascale propone Leggere il mondo e la nostra vita con Marcel Proust (sabato 3 agosto, ore 21) mentre Paolo Nori illustrerà I repertori dei matti di 14 città italiane e del Canton Ticino (sabato 3 agosto, ore 22).

Infine, per la notte del riso e del sorriso, Enrica Tesio e Mao si interrogano sul tema Gli adulti non esistono / Studio n. 1 (domenica 4 agosto, ore 21). Chiude Saverio Raimondo con il suo Live (domenica 4 agosto, ore 22).

Un week end incandescente quello dal 2 al 4 agosto perché oltre agli appuntamenti del Fla, ci sarà spazio - in piazza della Marchesa (dalle 19 alle 23) - per Gioca con me, attività ludiche per adulti e bambini curate dal team di Ludattica – Liscianilibri e per l’Enogastronomia con TIPICO. Cantine e sapori d’Abruzzo (a cura di Mykonos Cafè), dedicato a vini, cantine e prodotti tipici e tradizionali, (dalle 19 a mezzanotte in piazza Belvedere) per scoprire queste unicità con percorsi gustativi di cui i protagonisti sono i vini, i piatti tipici e le eccellenze della produzione agricola della regione.

PROGRAMMA GENERALE

ARTE

Sul filo dell’immagine – Trame dell’arazzo contemporaneo / a cura di Simone Ciglia

Palazzo De Sanctis, dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 24. (Lunedì 12 agosto aperto)

Sarà presente l’artista – #1 STEFANO ARIENTI / a cura di Simone Ciglia         

Palazzo Clemente, dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 24. (Lunedì 12 agosto aperto)

Ingresso unico per entrambe le mostre 8 €

 

Eccomi qui!

Laboratorio didattico per bambini dai 5 agli 11 anni

Tutti i mercoledì dal 24 luglio al 28 agosto, dalle 18 alle 19.30

Intrecciamo le storie

Laboratorio didattico per bambini dai 5 agli 11 anni

Tutti i giovedì dal 25 luglio al 29 agosto, dalle 18 alle 19.30

Presenza di un accompagnatore facoltativa.

Ingresso 5 € (all’eventuale accompagnatore è richiesto il biglietto d’ingresso).

Trame

Visite guidate per adulti

II tema dell’identità sarà il filo conduttore all’interno dei due percorsi espositivi.

Attività gratuita con biglietto d’ingresso

 

MUSICA

ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE E FLAVIO INSINNA – Mani nude e spilli al cuore

(a cura dell’Istituzione sinfonica abruzzese)

Piazza Belvedere. Venerdì 26 luglio, ore 21,30. Ingresso 10 euro

ROSALIA DE SOUZA – Il Brasile che mi piace

(a cura della Società della musica e del teatro Primo Riccitelli)

Piazza Arlini. Sabato 27 luglio, ore 21,30. Ingresso 15 euro

ANTONIO FARAÒ meets CARLO ATTI

Piazza Arlini. Domenica 28 luglio, ore 21,30. Ingresso 18 euro

BABA SISSOKO BAND – Mediterranean blues

Piazza Arlini. Venerdì 2 agosto, ore 22. Ingresso 18 euro

MARCO PACASSONI group – feat PETRA MAGONI – Frank & Ruth. Omaggio a Frank Zappa

(a cura della Società della musica e del teatro Primo Riccitelli)

Piazza Arlini. Giovedì 8 agosto, ore 21,30. Ingresso 18 euro

LARRY MITCHELL trio – NOREDA GRAVES quintet

Piazza Arlini. Venerdì 9 agosto, ore 21,30. Ingresso 12 euro

MUSICA CLASSICA

IL TEATRO E IL SACRO – Sandra Buongrazio, contralto / Roberto Marini, organo

Piazza Arlini. Sabato 10 agosto, ore 21,30. Ingresso libero

DIALOGO TRA ISTRUMENTI DA VENTO – Armando Tonelli, tromba / Francesco Alessandrini, organo

Piazza Arlini. Domenica 11 agosto, ore 21,30. Ingresso libero

IL FLA A CASTELBASSO

ANNALISA CAMILLI – La legge del mare

Piazza Arlini. Venerdì 2 agosto, ore 21. Ingresso libero

ANTONIO PASCALE – Leggere il mondo e la nostra vita con Marcel Proust

Piazza Arlini. Sabato 3 agosto, ore 21. Ingresso libero

PAOLO NORI – I repertori dei matti di 14 città italiane e del Canton Ticino

Piazza Arlini. Sabato 3 agosto, ore 22. Ingresso libero

ENRICA TESIO E MAO – Gli adulti non esistono / Studio n. 1

Piazza Arlini. Domenica 4 agosto, ore 21. Ingresso libero

SAVERIO RAIMONDO – Live

Piazza Arlini. Domenica 4 agosto, ore 22. Ingresso libero

ENOGASTRONOMIA

TIPICO. Cantine e sapori d’Abruzzo – A cura di Mykonos Cafè

Degustare e conoscere i vini e i cibi del territorio.

Piazza Belvedere. Da venerdì 2 a domenica 4 agosto, dalle 19 a mezzanotte

ATTIVITÀ LUDICHE

GIOCA CON ME – A cura di Ludattica / Lisciani libri

Spazio gioco dedicato ad adulti e bambini

Piazza della Marchesa. Da venerdì 2 a domenica 4 agosto, dalle 19 alle 23. Ingresso libero
 

Paolo Di Vincenzo

 

CONCERTI DELLE ABBAZIE

CONCERTI DELLE ABBAZIE

Teramo, 19 luglio 2019 - Un pubblico presente, attento e partecipe ha fatto da cornice all’esibizione dell’Orchestra da Camera Benedetto Marcello in occasione del primo appuntamento della quinta edizione i “Concerti delle Abbazie” nel Palazzo De Berardinis a Canzano, martedì 16 luglio. Il secondo degli 11 appuntamenti in programma si terrà questa serra alle ore 21:00, nell’Abbazia di San Giovanni ad Insulam a Isola del Gran Sasso d’Italia con l’atteso spettacolo “Dalle corti al Jazz” dei Quintessenza Brass con Michele Lotito e Giovanni Perciante alla tromba; Fernando Servidone al corno; Salvatore Fregapane al trombone; Fabrizio Della Corte alla tuba i quali si esibiranno sulle note di Vivaldi, Bach, Mascagni, Puccini e Gershwin. 

 

GLI IRRESOLUTI

GLI IRRESOLUTI

«Nessuna parafrasi dai celebri indifferenti di Moravia,» osserva nel commento critico Pierangelo Miani (uno dei due migliori editor d'Europa), «benché l’intero romanzo suggerisca un’acuta metafora sociale: se quasi un secolo fa la questione ruotava attorno ai vizi, agli intrighi, alla noia e al meschino disgu­sto delle abitudini della ricca bor­ghe­sia, oggi il focus è l’intimo dissidio tra il desiderio e la realtà cruda dei fatti: l’incapacità di sceglie­re, e dunque di essere. 

 

L'ARTE PER L'ARTE

L'ARTE PER L'ARTE

Giulianova, 17 luglio 2019 -  Il 18 luglio alle ore 21.30, per il secondo appuntamento della quarta rassegna di “Giovedì in terrazza”, il Polo Museale Civico e Palazzo Bindi, nel ricordo del decennale del Terremoto, ospiteranno la prima presentazione del prestigioso volume “L’Arte per l’Arte. Patrimonio d'Abruzzo Restituito dalla Fondazione Venanzo Crocetti” (Campisano editore), patrocinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali, esito di una complessa operazione di recupero promossa e curata dalla Fondazione romana che porta il nome del grande scultore giuliese del Novecento.

 

AFRODITE E LE ALTRE

AFRODITE E LE ALTRE

Ortona, 17 luglio 2019 - Sarà esposta presso Torre della Loggia la doppia personale di pittura degli autori Agostino Bergo e Monica Seksich, dal 18 luglio al 12 ottobre 2019. “Nella visione platonica, la bellezza, ovvero la "giusta mescolanza di elementi secondo misura", è l’alfabeto con cui l’uomo viene messo in comunicazione col mondo delle idee, col divino. In un atto che possiamo definire magico questa comunicazione con il trascendente sopperisce alla paura atavica dell’uomo di non lasciare nulla di sé nel mondo.

 

IL FESTIVAL DI ACQUABELLA

IL FESTIVAL DI ACQUABELLA

Ortona, 16 luglio 2019 -

Una iniziativa tra arte, cultura e sensibilizzazione ambientale, a difesa dell’antico borgo di Acquabella, situato nel pieno della Costa dei Trabocchi, in località San Donato di Ortona. La Punta Acquabella è stata istituita Riserva naturale regionale nel 2007, per le sue acque limpide, per la presenza di svariate sorgenti e per l’imponente falesia posta a ridosso del litorale, da nord verso oriente. Un angolo di mare Adriatico, ben nascosto e insediato tra pietre e sabbia, da risultare come la parte più misteriosa e avvincente della Costa dei Trabocchi. Il posto poco accessibile regala immagini e storie avvolte tra miti e leggende della presenza, nei tempi passati, pure dei pirati e dei corsari che hanno animato e solcato le vie tra il mare e la terra.

 

LARA MOLINO DI NUOVO IN TOUR

LARA MOLINO DI NUOVO IN TOUR

La cantautrice Lara Molino, riprenderà i suoi concerti e suonerà in diverse città italiane. Si esibirà da sola, una sorta di one woman band, in cui canterà e suonerà chitarra, armonica a bocca e percussioni; terrà concerti in duo, col fisarmonicista Giuseppe Di Falco e anche in trio, accompagnata da un violinista ed un percussionista. Suonerà in diverse regioni italiane, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia e in contesti molto diversi, quali festival di musica popolare, home-concerts e rassegne internazionali.

 

PALERMO 19 LUGLIO 1992

PALERMO 19 LUGLIO 1992

Ricorre quest’anno il 27° anniversario di una delle più meste giornate della storia della nostra Repubblica: la strage di Via D’Amelio, Palermo 19 luglio 1992. Oltre ad essere un esemplare magistrato, Paolo Borsellino era un fermo promotore dell’educazione alla legalità. Sosteneva che solo una rivoluzione culturale potesse sconfiggere il male mafioso e, forse non a caso, tra le sue ultime parole v’è una missiva rivolta ad una scuola come a volerle “passare il testimone” della lotta alla mafia.

Scriveva infatti di essere ottimista nel vedere che “verso di essa i giovani, siciliani e no, hanno oggi un’attenzione ben diversa da quella di colpevole indifferenza che io mantenni sino ai quarant’anni. Quando questi giovani saranno adulti avranno più forza di reagire di quanto io e la mia generazione ne abbiamo avuta”.

 

La sua visione si fece realtà sin da subito. I funerali vennero trasmessi in tantissime scuole italiane e i quarantenni di oggi ricordano con nitidezza lo sgomento provato nel vedere le immagini della Via D’Amelio in fumo, dei palazzi sventrati, le auto carbonizzate e le bare che, a distanza di meno di due mesi, tornavano alla vista di preadolescenti del tutto ignari delle amarezze di una terra tanto armoniosa e bella. Fu così che quella che ai più sembrava una leggenda si fece d’improvviso materia, dolore, disgusto.  Il Coordinamento Nazionale dei docenti dei diritti umani da anni prosegue nella “staffetta” e mantiene vive le parole di Borsellino nelle aule di tutta Italia raccontando di un impavido servitore dello Stato che, assieme ad un gruppo di amici come gli  piaceva definirli, ci ha insegnato che lo Stato siamo noi, che la mafia esiste anche se non si sente e non è un fenomeno territoriale, che per debellarla occorre una sinergia tra tutte le istituzioni dello Stato e la società civile e che la legalità non è solo rispetto della legge ma ligio rigore morale.

L’educazione alla legalità non prescinde dall’insegnamento del diritto o dell’educazione civica in tutte le scuole, quest’ultima purché affidata ai docenti delle discipline giuridiche ed economiche (classe di concorso A046 – discipline giuridiche ed economiche). Sono questi, infatti, i docenti da tenere in massima considerazione per l’attuazione della rivoluzione culturale e morale promossa da Paolo Borsellino e gli unici idonei ad assicurare un approccio approfondito alla tematica, anche attraverso l’interpretazione dei codici e delle leggi. Tuttavia, in controtendenza all’aumento degli indici di criminalità diffusa, non si registra ancora alcun incremento della didattica in tal senso e la classe di concorso A046 continua ad essere in esubero nazionale, con un sostanziale stallo delle mobilità e delle immissioni in ruolo. Nell’ottica di potenziare l’effettiva educazione alla legalità, il CNDDU rinnova la proposta di introdurre l’insegnamento del diritto e/o dell’educazione educazione civica in tutte le scuole secondarie del primo e secondo ciclo affidandone l’insegnamento ai docenti delle discipline giuridiche ed economiche, accompagnata da una più appropriata regolamentazione della classe di concorso e la valorizzazione delle migliaia di docenti italiani che si sono formati, o si stanno formando, per accedere al ruolo della classe di concorso A046.

Ci teniamo inoltre a ricordare che quel pomeriggio di luglio, assieme a Paolo Borsellino, entrarono nell’eterna memoria degli italiani anche i componenti della sua scorta: gli agenti Catalano, Cosina, Loi, Traina e Li Muli. Tra di loro una donna, Emanuela Loi, la prima poliziotta a prendere parte ad una scorta e la prima a morire in servizio. Fu una ragazza esemplare per coraggio e dedizione al lavoro che, nonostante la sua giovane età, divenne ispiratrice di una nuova coscienza di genere per un ruolo attivo delle donne nella pubblica sicurezza e nella lotta alla mafia. Il CNDDU propone l’ingresso delle associazioni impegnate nella lotta alla mafia e delle forze dell’ordine nella “Rete di Polo” affinché nelle scuole si possa approfondire la conoscenza della vita degli agenti della scorta che, al pari del magistrato protetto, si sono impegnati in prima linea nella concreta lotta alla criminalità.

Veronica Radici, Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

 

 

foto ilfattonisseno.it

 

CONCORSO LETTERARIO PIETRO IADELUCA E AMICI

CONCORSO LETTERARIO PIETRO IADELUCA E AMICI

Collalto Sabino, 15 luglio 2019 -  Presso l’incantevole cornice della “Locanda del Poeta” ha avuto luogo la premiazione del 7° Concorso Letterario “Pietro Iadeluca e Amici”. L’evento organizzato dall'associazione culturale "il cuscino di stelle", durante la cerimonia ha regalato forti emozioni grazie alle poesie e racconti dei premiati, i quali con le loro opere hanno toccato l’animo dei presenti. Si è respirata arte a 360°, dall’arte alla fotografia, dalla poesia alla narrativa, adulti e piccini sono stati protagonisti indiscussi.