cultura >> Storia e cultura >> Nuovo romanzo di Antonio Tenisci

Editoriali

Guida TV

Nuovo romanzo di Antonio Tenisci
Nuovo romanzo di Antonio Tenisci

Ortona, 19 maggio 2014 - In una delle stupende sale del Museo della Battaglia di Ortona, gestito con passione ed attenzione dall’amministrazione comunale, con la collaborazione di numerosi volontari, venerdì  16 maggio scorso, alla presenza di un folto pubblico e di tantissime autorità, è stato presentato il nuovo libro del giovane scrittore di Ortona, Antonio Tenisci. Insieme all’ autore hanno portato il loco contributo la Professoressa Maria Pia Nervegna, che ha curato la  introduzione e la revisione del libro,  l’editore Marco Solfanelli e il direttore del Museo Tito Viola. Dopo il successo riscosso con il primo libro, “Nuvole rosse sotto il mare” ispirato  alla “battaglia di liberazione di Ortona” del 1943 tra l’esercito tedesco che occupava la città e l’esercito canadese che risaliva dal sud per liberare la Penisola, Antonio Tenisci,  propone un nuovo lavoro,”TOMMIES” che ha riscosso un grande successo non appena è stato dato in pasto ai lettori ed alla critica.

Nella prefazione il giovane autore così spiega la nascita del nuovo romanzo:

“Ancora Nuvole rosse all’orizzonte.

Perché il romanzo sulla battaglia di Ortona mi ha travolto in modo inaspettato. Quello che era il mio libro è diventato oggetto di lettura per molti, riuscendo a mettere in moto una macchina di ricordi emersi dal tempo. Per le persone che hanno vissuto quei tragici giorni non è stato sempre facile parlarne ai figli e ai nipoti; troppa sofferenza, lacrime mai asciugate e dolore per nulla sopito negli anni.

Per tutti loro ho deciso di scrivere ancora dell’inverno del ’43, per quelli che mi hanno onorato con un “grazie” perché sono riusciti a capire il motivo di tanti silenzi di padri e di nonni, per quelli che hanno scoperto una Storia e per tutti gli altri che l’hanno letta o ne hanno solo sentito parlare.

E ho deciso di farlo scrivendo ancora una volta a modo mio.

Ho lavorato su una definizione locale circoscritta ma non così centrale come nel romanzo, una rappresentazione meno realistica, più simbolica, in cui riconoscere tutte le battaglie, i dolori, gli amori e le amicizie di ogni guerra. Ho voluto scavare un solco pensando di ampliarlo attraverso le emozioni, perché queste storie, anche se ambientate a Ortona, potrebbero essere state vissute in ogni luogo dove si è combattuta una guerra tanto assurda.

Ho deciso di farlo di nuovo a modo mio.

Non rinunciando alle lusinghe della fantasia, ho preso tuttavia spunto da storie vere, da racconti che mi hanno lasciato senza fiato. Storie che ho visto scorrere davanti agli occhi grazie a foto ingiallite, a fiumi di parole che mi hanno sommerso o a testimonianze scritte su pagine divenute polverose.

Per questo ho inabissato le stesse Nuvole rosse sotto il mare davanti alla città rasa al suolo.

Le mie nuvole tornano in questi racconti, perché sentivo ancora il bisogno di vivere i momenti della battaglia: i fragori, i sospiri, le urla e le scariche di mitra che ognuno può provare a riascoltare osservando i fori dei proiettili sulle mura dei palazzi di città; testimonianze reali a cui abbiamo fatto forse l’abitudine. Ferite che a più di settant’anni di distanza sono ancora aperte e che non si possono dimenticare.

Così ho deciso di scrivere a modo mio.

Ho messo a nudo le emozioni, anche se con una nuova consapevolezza nel ripercorrere alcune delle pagine più emozionanti e struggenti della battaglia di Ortona.

A modo mio perché ho cercato di dare uno spazio personale alla narrazione, nella ricerca di uno stile che mi portasse a sperimentare forme diverse da quelle a cui ero abituato. Uno studio che mi permettesse di esprimere appieno emozioni e parole. Un esperimento di crescita che mi aiutasse a realizzare una mia scrittura.”

Abruzzo popolare segue con attenzione le attività culturali nella nostra regione e abbiamo la convinzione che Antonio  Tenisci  è già entrato a far parte del mondo fantastico degli scrittori che hanno la capacità di “costringere” chi ha in mano un suo libro a leggerlo senza poter prendere fiato!

 

Presentazione di Antonio TENISCI

 

Biografia

Antonio Tenisci  vive a Ortona in Abruzzo dopo anni di lavoro a Roma e Napoli.

E' stato consulente informatico presso la Direzione Generale di Telecom Italia e in seguito responsabile del presidio internet della Camera dei Deputati.

Ha partecipato a diverse conferenze per importanti società informatiche e scritto su alcune riviste del settore. 

Ha pubblicato racconti per le riviste Horror Magazine, Writers Magazine Italia, Abruzzo Letterario e per le antologie della Delos Books.

Al romanzo d'esordio Nuvole rosse sotto il mare (Solfanelli - 2012) è stato assegnato il prestigioso Premio della Critica al concorso internazionale 'Montefiore' di Cattolica(2012).

I racconti 'Tommies' e 'La bocca del diavolo' sono stati finalisti al Premio WMI e pubblicati dall'autorevole rivista letteraria Writers Magazine Italia (Ottobre 2013 e Febbraio 2014). 

La raccolta di racconti 'Tommies' è stata pubblicata dalla Tabula Fati Editore (Aprile 2014). 

 

Recensioni

Nuvole rosse sotto il mare è stato presentato in anteprima nazionale il 12 maggio 2012 al Salone Internazionale del Libro di Torino riscuotendo subito un notevole successo di pubblico e soprattutto della critica letteraria che si occupa di romanzi di genere.

Nel settembre 2012 gli è stato assegnato il prestigioso Premio della Critica al concorso internazionale 'Montefiore' di Cattolica in una cornice emozionante come il teatro di Montefiore Conca.

Nell’agosto 2013, a seguito di una segnalazione di un lettore, la rivista Donna Moderna ha pubblicato una breve recensione, corredata poi da una serie di interviste su siti web specializzati e una segnalazione sulla rivista Cultura e Dintorni distribuita in tutte le librerie Feltrinelli.

Nel mese di luglio 2013 sono stato invitato dall’ambasciatore canadese alla presentazione del calendario manifestazioni per il settantesimo dello sbarco delle forze canadesi in Italia.

Nuvole rosse sotto il mare

Scheda

‘Nuvole Rosse Sotto il Mare’ è un romanzo che ripercorre la terribile battaglia per la presa di Ortona da parte delle truppe alleate durante la Seconda Guerra Mondiale, a partire dalla fuga del re Vittorio Emanuele III, avvenuta dal porto della città durante la notte del 9 Settembre 1943, fino al 28 Dicembre 1943, data in cui i tedeschi abbandonarono il centro abitato.

L’intento è quello di far conoscere questa pagina buia della storia d’Italia attraverso i due giovani ragazzi protagonisti; con il loro amore, le loro paure, le loro speranze, contrapposte alle vicende di quattro soldati nemici.

La battaglia per la presa di Ortona, infatti, è uno degli scontri più importanti combattuti sul suolo italiano. Il capitano canadese Paul Triquet (a cui è ispirato il personaggio di Stuart) è stato destinatario della “Victoria Cross”, il più alto riconoscimento di valore “di fronte al nemico” assegnato alle forze britanniche e facenti parte del Commowealth, per la presa di ‘Casa Berardi’.

La città rasa al suolo venne definita da Winston Churchill come "Piccola Stalingrado”.

Hitler in persona, dal suo bunker di Berlino, diede l’ordine di resistere “fino all’ultimo uomo”.

Il Presidente della Repubblica Italiana, Enrico De Nicola, a seguito della sua visita alla città, ha conferito a Ortona la medaglia d’oro al valor civile per il suo tragico tributo di 1.314 vittime innocenti.

Purtroppo però, questa battaglia è stata in pratica ignorata dopo la fine della guerra e poche sono le tracce che portano a Ortona.

Questo romanzo è un piccolo contributo e un invito a non dimenticare.

Breve trama

Masetto Tusco è l’unico testimone della lunga autocolonna che porta i reali d’Italia sulla banchina del porto di Ortona. Tutto è pronto per la fuga.

Il geniere tedesco Waldo Rich discute con il suo camerata e compagno Otmar Feld che è impaziente di dare battaglia, al contrario di lui che non ha mai voluto questa guerra, ma nell’aria c’è odore di polvere e morte.

I signori Cavani aiutano un disertore a fuggire e si preparano a lasciare la città davanti alla battaglia imminente. La loro figlia Laura non vuole partire, è innamorata di Masetto. Sa già che lui resterà, ma farà di tutto per salvare quell’amore.

Il caporale canadese Stuart Dely avanza con la sua squadra. Insieme al soldato David Morel è pronto a combattere a Ortona, sognando di raggiungere presto Roma.

Nuvole cariche di pioggia avanzano verso il mare, il sole rosso del mattino le illumina con il colore del sangue.

Tra amori, dolori, macerie, e rancori… è la storia che dovrà infine scrivere la sua verità!