cultura >> Storia e cultura >> LA FINESTRA DI LEOPARDI - Oggi presso la libreria Feltrinelli

Editoriali

Guida TV

LA FINESTRA DI LEOPARDI - Oggi presso la libreria Feltrinelli
LA FINESTRA DI LEOPARDI  - Oggi presso la libreria Feltrinelli

Pescara, 8 febbraio 2019 - Oggi il Professor Mauro Novelli, docente all'Università Statale di Milano e vicepresidente di Casa Manzoni, introdurrà il suo libro La finestra di Leopardi presso la libreria Feltrinelli di Pescara. In esso l'autore narra le peripezie di un viaggio a metà tra il sentimentale e l'ironico attraverso le dimore dei più illustri scrittori italiani (Tasso, Carducci, Leopardi, Manzoni, Pascoli, Deledda, Pasolini e molti altri); un racconto avvincente ideato per creare un legame fra ciò che i letterati hanno immaginato durante la composizione dei loro testi, ciò che è capitato nei loro ambienti privati e ciò che si vede visitandoli oggi.

Entrare, anche solo idealmente, nelle case dei grandi scrittori, inoltre, ci offre la possibilità di conoscerli nella loro quotidianità, di scoprire le loro abitudini, i loro vizi e le loro passioni, in altre parole, ci consente di smorzare la loro fama di personaggi irraggiungibili e incomprensibili.

La varietà dei luoghi abitati dai nostri autori rispecchia la complessità della cultura italiana; è possibile spaziare dalle ville eleganti alle umili cascine, dai palazzi nobiliari ai vagoni ferroviari (in uno di questi ultimi alloggiò la famiglia Quasimodo nel periodo immediatamente successivo al terremoto di Messina). "Scrittori come Victor Hugo, Walter Scott, Gabriele D'Annunzio", scrive Novelli, "hanno trasformato le loro abitazioni in un autentico testamento di pietra, rispettato dopo la morte sin nei dettagli" (il Vittoriale, ultima dimora di D'Annunzio, accoglie ogni giorno molti turisti e l'anfiteatro edificato all'interno del complesso è sede di numerosi spettacoli). "Altri invece", aggiunge l'autore, "come Pirandello, vissero in cento posti quasi con noncuranza, o vi capitarono per combinazione, come Carlo Levi al confino e Casanova nel carcere dei Piombi. Qualcuno, come Pascoli, amò alla follia le stanze ereditate dai genitori, altri, come Gadda, le odiarono con tutto il cuore".

Nel libro è presente anche un considerevole inserto fotografico, che permette al lettore di rivivere i luoghi, gli oggetti e i mille dettagli evocati. All'evento interverrà anche Giuseppe Iannaccone, ex Professore di letteratura italiana presso le Università di Roma Tre e La Sapienza ed esperto di autori, caratteri e tendenze della letteratura italiana otto-novecentesca.