cultura >> Storia e cultura >> MUSICA PER LA CITTÀ

Editoriali

Guida TV

MUSICA PER LA CITTÀ
MUSICA PER LA CITTÀ

L'Aquila, 25 novembre 2019 - Vera Beths, una delle violiniste olandesi più famose della generazione postbellica e Lucia Napoli, mezzosoprano, vincitrice di numerosi e prestigiosi concorsi saranno ospiti dei Solisti Aquilani nell’ambito della rassegna “Musica per la città”. In programma il Divertimento n. 1 in re maggiore K 136 di W. A. Mozart, il Concerto per due violini, archi e basso continuo (solisti Vera Beths e Daniele Orlando),  "Matapararu" per violino e archi di R. Namavarn e lo Stabat Mater di L.Boccherini.

Vera Beths è nata ad Haarlem, in Olanda. Ha ricevuto le sue prime lezioni di violino da suo padre, Gijs Beths, e ha continuato i suoi studi con Herman Krebbers al Conservatorio di Amsterdam. Nel 1969 ha vinto il primo premio del concorso nazionale olandese Oskar Back, e nello stesso anno ha ricevuto il Prix ​​d'Excellence . Vincere il premio Oskar Back le ha permesso di studiare a New York con Ivan Galamian.  Si è esibita come solista con molte orchestre famose. Ha un vivo interesse per la musica contemporanea e ha ispirato compositori come Peter Schat, Louis Andriessen, Geert van Keulen e Philip Glass che hanno scritto per lei. Oltre alla musica classica e contemporanea, è anche attiva nel campo della pratica dello spettacolo storico. Insieme a suo marito, il violoncellista Anner Bijlsma, e con il violinista Jürgen Kussmaul ha fondato l'ensemble Archibudelli, uno dei principali gruppi di musica antica negli anni '80 e '90. Per la serie Vivarte della Sony Classical, Archibudelli ha realizzato numerosi CD (spesso collaborando con i Smithsonian Chamber Players): molti di questi hanno ricevuto premi prestigiosi.


Vera Beths suona uno Stradivarius del 1727

Lucia Napoli si è diplomata in violino e in canto con il massimo dei voti presso i Conservatori di Musica «F. Morlacchi» di Perugia e «G. B. Pergolesi» di Fermo. Si è perfezionata in violino con Corrado Romano, Giulio Franzetti e Alessandro Cervo. Si è specializzata in belcanto, musica barocca e da camera presso l’Accademia «Arturo Toscanini» di Parma e con artisti quali Sara Mingardo, Dalton Baldwind, Micheal Aspinall e Gioacchino Zarrelli. È risultata vincitrice di diversi concorsi di canto, tra cui il Concorso Internazionale di Canto Barocco «Francesco Provenzale» presso il Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini di Napoli, il Concours International de Chant de Clermont-Ferrand, il Concorso Città di Cagli e quello Città di Terni. Apprezzata interprete del repertorio barocco, Lucia Napoli è protagonista di un’intensa attività concertistica ospite di festival prestigiosi in molte delle sale da concerto tra le più importanti al mondo. Ricopre il ruolo di solista in alcuni dei più importanti ensemble di musica antica sia italiani che europei. Lucia Napoli si esibisce inoltre nel repertorio da camera di ‘800 e ‘900. Nel 2016 ha fondato assieme al pianista Sergio de Simone, Head of Piano Department presso il Trinity Laban College di Londra, e al violista Gianluca Saggini il Trio Con-Corde con cui si è già esibita in occasione dei festeggiamenti per l’anniversario della morte di Giancarlo Menotti