cultura >> Storia e cultura >> MEMORIA DEI CAMPI

Editoriali

Guida TV

MEMORIA DEI CAMPI
MEMORIA DEI CAMPI

Pescara, 24 gennaio 2020 -

Il Museo delle Genti d'Abruzzo ospiterà la mostra fotografica "Memoria dei Campi" di Graziano Scandurria. L'artista ha presentato i suoi lavori e l'occasione dell'esposizione. o stesso artista a presentarci i suoi lavori e l’occasione dell’esposizione: "In occasione dell'annuale "Giornata della Memoria" ho voluto dare la possibilità di osservare i miei scatti eseguiti in quello che fu, in un'epoca che può sembrare lontana (ma non lo è), il più grande campo di concentramento e sterminio nazista mai costruito durante il Terzo Reich e dar modo di riflettere su cosa siano stati tali inconcepibili luoghi di morte.

L’esposizione si articola in due parti: Auschwitz, che fu il campo di “concentramento” e Birkenau, a 3km di distanza, che fu il campo appositamente realizzato per “lo sterminio” dei prigionieri. Nel solo complesso di Auschwitz-Birkenau si stima che siano morte tra 1.100.000 e 1.500.000 persone.

 

Sono Graziano Scandurria, archeologo e fotografo freelance, da sempre appassionato di fotografia e storia del Nazismo. Ho, in passato, visitato altri lager nazisti, in Austria ed in Germania. Quello che però resta e resterà per sempre il più impressionante e letale di tutto il tetro periodo nazista è questo, che venne realizzato al posto di un insignificante villaggio polacco, in una pianura umida e fangosa, ma che aveva il pregio di essere sconosciuta ai più e in posizione strategica nel cuore dell’Europa. Oggi il villaggio esiste ancora e si chiama Oświęcim. I nazisti lo ribattezzarono Auschwitz".

 

L'inaugurazione della mostra fotografica avrà luogo il 25 gennaio alle ore 18:00 e sarà possibile visitarla gratuitamente fino all'11 febbraio.

 

Maria D'Argento