cultura >> Storia e cultura >> VENERE E ADONE

Editoriali

Guida TV

VENERE E ADONE
VENERE E ADONE

Roma, 28 luglio 2020 -

Lo spettacolo, tratto dal più lungo dei poemi composti da William Shakespeare, avrà l’onore di aprire la stagione 2020 del teatro gioiello di Villa Borghese che vanta la prestigiosa direzione artistica di Gigi Proietti. “Venere e Adone”, “i cui personaggi divengono testimonianze di un mondo perduto e dimenticato, un mondo cristallino, sospeso sul filo dell’orizzonte” dichiara Salvo, viene composto a Londra nel 1593 nei cupi giorni in cui la peste stava devastando la Città, trae spunto dal decimo libro delle Metamorfosi di Ovidio ed è il racconto di una dea innamorata e pazza di desiderio e di un giovane uomo bellissimo, che le sfugge, finendo poi ucciso tra le zanne di un cinghiale.

Daniele Salvo, tra i registi più affermati del teatro italiano, allievo e collaboratore di lunga data del maestro e regista Luca Ronconi ha scelto proprio il compositore sulmonese per il delicato compito di composizione della colonna sonora della sua nuova produzione e dichiara: “Patrizio Maria D’Artista ha composto una colonna sonora che tocca le corde più profonde dell’emotività, passando da brani classici a brani contemporanei con la maestria e il nitore stilistico di un grande compositore. La sua sensibilità musicale ha saputo cogliere le sfumature più intime e private delle atmosfere di un testo così complesso. Un felicissimo incontro”

 

Nel cast attori di grande qualità come Melania Giglio, Riccardo Parravicini e Gianluigi Fogacci. Scene di Fabiana Di Marco e costumi di Daniele Gelsi.

 

Quello del Globe Theatre, in realtà, è un gradito ritorno per il compositore sulmonese che già nel 2017 era stato presente sul palco come autore della colonna sonora dell’ “Enrico V”, al fianco del regista e attore Daniele Pecci raccogliendo, in quell’occasione, ampi consensi di pubblico e critica.

 

Patrizio Maria D’Artista è impegnato, inoltre, nella realizzazione di importanti progetti nazionali sia in ambito teatrale che musicale. Si rinnova infatti la collaborazione con realtà come quelle della Fondazione Aida di Verona, del Teatro stabile del Veneto, del Centro Santa Chiara di Trento e della “The Bernstein School Of Musical Theatre” di Bologna per il musical, di prossima uscita, “Il Gruffalò”.