cultura >> Storia e cultura >> MOSTRA FOTOGRAFICA
MOSTRA FOTOGRAFICA
MOSTRA FOTOGRAFICA

Pescara, 8 dicembre 2021 -

Giovedì 9 dicembre l’inaugurazione all’aurum di Pescara

 

Gli occhi di Sophia Loren, le espressioni inconfondibili di Federico Fellini, lo sguardo appassionato di Pierpaolo Pasolini: 66 scatti d’autore per raccontare l’anima della Dolce Vita, gli anni tra il 1950 e il 1968, in cui la Hollywood dei divi si trasferì sul Tevere. Sarà inaugurata domani, giovedì 9 dicembre, nei locali dell’ex Aurum, la mostra fotografica “Gli anni della Dolce vita” (vernissage ore 17, sala Alambicchi, fino al 16 dicembre), a firma di alcuni tra i più famosi fotografi dell’epoca, a metà strada tra giornalisti e artisti, che negli anni della Dolce Vita romana da semplici cronisti, diventarono coautori delle vicende narrate.

L’esposizione, ideata e realizzata dalla FIAF e organizzata dall’associazione Di Venanzio, raccoglie 66 immagini in bianco e nero, scattate da alcuni tra i maggiori fotografi italiani. La mostra è un accenno allo Star system dell’epoca, con fotografie scattate a Fellini, De Sica, Pasolini, Mastroianni e Sofia Loren, passando negli atelier di alcuni sarti famosi, da fotografi del calibro di Garolla, Giancolombo, Palmas, Pierluigi (Reporters Associati), Secchiaroli.

 

Nel corso dell’inaugurazione, sarà consegnato il Premio “Fotografo dell’anno 2021” a Paolo Dell’Elce, per il suo lavoro “La fotografia e i giorni”. Una carriera ultratrentennale, per Dell’Elce, che dagli anni Settanta opera in ambito artistico e professionale. A seguire, la presentazione del libro “Il mio Flaiano. Un satiro malinconico”, a cura di Enrico Vaime e Licio Di Biase.

 

Sempre nell’ambito del Premio Di Venanzio, sabato 4 dicembre si è conclusa l’edizione 2021 del Concorso fotografico internazionale: oltre 130 autori, per più di 500 scatti provenienti dall’Italia e dall’estero, per descrivere attraverso la potenza delle immagini, l’umanità dei personaggi, dei mestieri e delle tradizioni dell’Abruzzo più intimo e nascosto. Premiati 7 fotografi: per la sezione “Abruzzo, che sorpresa”: Roberto Furlone, Simone Formisani, Piero Bosco. Per la sezione Tema libero: Antonio Mercurio, Pierino Di Nicola, Giovanni Sarrocco. Per “La Vita è più forte del Covid”, premiato lo scatto “Handicap in pandemia” di Iolanda Albrizio.

 

L'opinione di Giustino Zulli

I sapori dalle nostre tavole