cultura >> associazionismo >> IL MITO DI ERCOLE

Editoriali

Guida TV

IL MITO DI ERCOLE
IL MITO DI ERCOLE

Teramo, 7 gennaio 2020 - La stagione invernale del Salotto culturale “Prospettiva Persona” 2020 (con patrocinio di Fondazione Tercas, Ministero per i Beni artistici e culturali e per il turismo, Caritas diocesana Teramo-Atri), riprende i suoi incontri mercoledì 15 gennaio 2020 alle ore 17:45, nella Sede Caritas in Via Vittorio Veneto 11, con l’intervento Il mito di Ercole in Abruzzo.  Ne parlerà l’archeologa Lucia Tognocchi. 

Il mito di Ercole è uno dei più antichi e popolari della Grecia che affonda le proprie radici nella civiltà micenea. Tra le popolazioni sabelliche dell’Abruzzo è venerato come protettore dei guerrieri, dei pastori transumanti, ma anche delle sorgenti presso le quali sono stati trovati luoghi di culto e bronzetti che lo rappresentano. La sua figura polivalente gli permette di adeguarsi a culture e tempi diversi, assumendo di volta in volta nuovi significati: nel mondo cristiano le “fatiche di Ercole” diventano allegoria della  lotta del bene sul male per conseguire il Paradiso; nella cultura rinascimentale e barocca molte dinastie europee ameranno fregiarsi di una mitica origine acquisendolo come capostipite, fino ad arrivare al secolo scorso con la produzione cinematografica del genere “peplum”  che porterà nuovamente in auge il mito di Ercole e della sua forza sovrumana.