cultura >> associazionismo >> CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA

Editoriali

Guida TV

CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA
CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA

Ortona, 13 novembre 2020 -

Ortona Solidale, con una lettera a firma del presidente Monica Rosa inviata al Sindaco di Ortona Leo Castiglione, ha segnalato all’Amministrazione Comunale che sul sito della Agenzia per la Coesione Territoriale è stato pubblicato l’Avviso pubblico rivolto al terzo settore per la presentazione di progetti per il contrasto alla povertà educativa. Si tratta della concessione di contributi destinati alla realizzazione di progetti inerenti interventi socio-educativi strutturati per il contrasto alla povertà educativa, di durata significativa per l’ottenimento di risultati per i destinatari e da attuare in luoghi circoscritti anche della regione Abruzzo caratterizzati da disagio socio-economico e difficoltà nell’accesso, adeguata fruizione o permanenza in percorsi educativi di minori per motivi di contesto sociale, familiare e fragilità individuale.

Il contributo che può essere richiesto per ciascuna proposta progettuale dovrà essere compreso fra i 250.000 e i 500.000 euro e non potrà essere superiore al 95% del costo complessivo ammissibile del progetto. Almeno il 5% del costo complessivo ammissibile del progetto sarà a carico dei soggetti della partnership.

 

I progetti devono essere presentati da partnership costituite, a pena di esclusione, da un minimo di tre soggetti, che assumeranno un ruolo attivo nella ideazione e realizzazione delle operazioni. Oltre al soggetto proponente, nelle partnership deve essere obbligatoriamente presente almeno un altro ente di terzo settore.

 

All’interno della partnership, composta da almeno tre soggetti, possono essere presenti, in qualità di terzo o ulteriore partner, oltre agli enti appartenenti al terzo settore, anche soggetti appartenenti al mondo della scuola, delle istituzioni, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dell’università, della ricerca e/o a quello delle imprese. Costituisce titolo preferenziale la presenza degli enti responsabili dei servizi su cui si intende intervenire (quali servizi comunali, istituzioni scolastiche e universitarie), nonché la presenza di un altro ente del terzo settore esterno al territorio regionale.

 

“Abbiamo proposto la partecipazione del Comune di Ortona all’Avviso per il contrasto alla povertà educativa – dichiara il presidente di Ortona Solidale Monica Rosa – per potenziare ulteriormente il sistema dei servizi ai minori della nostra comunità, realizzando interventi socio-educativi rivolti soprattutto a quelli a rischio o in situazione di vulnerabilità (di tipo economico, sociale, culturale), o che vivono in aree e territori specifici particolarmente svantaggiati”.

 

“Abbiamo chiesto al Comune – continua Monica Rosa – in qualità di capofila dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 10 Ortonese, di farsi promotore di una partnership con gli Enti del Terzo Settore e con le istituzioni scolastiche per partecipare all’avviso dell’Agenzia per la Coesione Territoriale. Il Comune può essere di supporto per l’analisi dei fabbisogni e favorire la condivisione delle iniziative da intraprendere per rafforzare l’alleanza tra famiglie, scuola e istituzioni”.

 

“Siamo convinti che l’Amministrazione comunale – conclude Monica Rosa – accoglierà favorevolmente la nostra proposta. Un primo passo per tornare ad essere un modello nell’erogazione dei servizi ai minori”.