cultura >> associazionismo >> SCRIBO NEWS

Editoriali

Guida TV

SCRIBO NEWS
SCRIBO NEWS

Lanciano, 19 febbraio 2021 -

Il suo racconto, vincitore del concorso “Teste di Zucca 2”, sarà presto disponibile anche in audiolibro

 

È un racconto alla Edgar Allan Poe quello della giovane scrittrice lancianese Giulia Nicolai, che, nei mesi scorsi, ha vinto, per la sezione riservata agli adulti, la I Edizione del Concorso Letterario Nazionale dell’Orrore “Teste di Zucca 2”, promosso da Edizioni Creativa e rivolto agli scrittori esordienti.

L’opera, dal titolo “Il senso di una candela”, è stata recentemente selezionata per essere letta, quale modello di racconto dell’orrore, nell’ambito del corso FAD “La gestione del Laboratorio di Scrittura dell’Orrore come strumento di integrazione”, organizzato dall’Associazione Ipertesto di Napoli, offerto dall’Associazione Cascina Blu e da Edizioni Creativa, e accreditato dal MIUR, che si svolgerà nei prossimi mesi in modalità webinar e che sarà tenuto dalla psicologa pescarese Luisa Di Biagio, esperta in autismo.

 

Il testo della Nicolai, seppur calato in un contesto squisitamente horror, con sagacia e misurata ironia condanna, mettendole alla berlina, quelle pericolose “prove di coraggio” diffuse sul web, nelle quali troppo spesso rimangono invischiati i giovanissimi, e ristabilisce un equilibrio, attraverso l’antica formula del “chi la fa l’aspetti”, tra il mondo dei vivi e quello dei morti.

 

Il racconto compare nell’antologia “Teste di Zucca 2 – Il primo raccolto”, facilmente reperibile in libreria e on-line, pubblicata nell’ottobre 2020 dalle stesse Edizioni Creative e curata da Luisa Di Biagio e Filippo Di Biagio. L’intera raccolta sarà presto disponibile nella versione audiolibro, in collaborazione con Radio SP 30.

 

Pur essendo giovanissima, Giulia Nicolai ha già pubblicato nel 2016, a soli diciotto anni, il suo primo romanzo, “Il giovane di Shyrokua” (Lettere Animate). Un altro suo racconto, “Lo spirito della raganella”, è disponibile per la lettura sul sito di Radio SP 30.

 

 

 

Uscirà il 21 febbraio in anteprima nazionale il libro di Marino Valentini “Romanzo Bigotto”. L’evento sarà celebrato da una presentazione online, sulla pagina Facebook di Edizioni IlViandante, con la presenza dell’Autore e dell’Editore Arturo Bernava. A tale presentazione seguirà un Firmacopie sabato 27 febbraio dalle ore 17:00 alle ore 19:00 presso la Libreria De Luca a Chieti.

 

Di cosa parla esattamente “Romanzo Bigotto?”

 

L’Autore Marino Valentini esce fuori dagli schemi usuali di saggistica e, attraverso un personalissimo approccio descrittivo, riporta la storia di Chieti analizzando taluni fatti realmente accaduti e talaltri personaggi realmente vissuti che hanno in comune la caratteristica di essere poco conosciuti ai più, se non del tutto ignoti.

 

Cinquanta capitoli corrispondenti ad altrettanti eventi che hanno in Chieti e il suo territorio, il comune denominatore e che vengono narrati in un taglio espositivo quasi giornalistico. Le storie riportate sul libro, parafrasando un best seller, potrebbero essere idealmente rappresentate come cinquanta sfumature di teatinità, a testimonianza dell’amore per la città di Chieti, che i capitoli del volume sprigionano e che interpretano il non celato sentimento dell’autore per la sua terra. La prefazione è stata curata da Raffaele Bigi, noto storico della tradizione teatina.

 

Marino Valentini è nato nel 1961 ad Agnone da famiglia frainese e si è trasferito subito dopo a Chieti, dove tuttora risiede. È sposato ed ha due figli. Ha frequentato l’I.T.C. F. Galiani di Chieti e successivamente la Facoltà teramana di Giurisprudenza dell’Università G. D’Annunzio di Chieti. Per circa trent’anni ha lavorato in ambito finanziario, in particolare è stato Direttore di Filiale di una banca locale. Attualmente è libero professionista quale analista finanziario e consulente in materia bancaria. 

 

È Presidente della M.C.T., un'associazione culturale teatina che si occupa di promozione, in vari ambiti sociali ed economici, del territorio di Chieti e della sua Provincia. Fervente sostenitore delle teorie d’ispirazione giuridica in campo monetario del prof. Giacinto Auriti, è l’ideatore del Marrucinum, il progetto di moneta complementare nella città di Chieti.  

 

Ha scritto OniricaAccordo suicida e i saggi La Congiunzione perfettaA.P.P. The SongbookIl Patto traditoLa Bibliografia di Chieti, Le pillole teatine e Il Naufragio dell’Utopia, con il quale nel 2015 ha vinto il Premio La valigia di cartone, riservato a scrittori, e studiosi che si sono particolarmente distinti nella trattazione del fenomeno dell’emigrazione italiana. Ha da poco pubblicato la Storia semiseria teatina, un racconto dissacrante su Chieti a metà strada tra saggistica e narrativa ed è prossima l’uscita di un volume sulla musica.