Archivio "Curioso e bizzarro" >> LA COPERTURA NEVOSA COME IL VELO DELLA SPOSA

Editoriali

Guida TV

LA COPERTURA NEVOSA COME IL VELO DELLA SPOSA

C’è ancora tanta neve a Passo Lanciano-Maielletta, un comprensorio sciistico nel Parco Nazionale della Maiella. Ho scelto di sciare partendo da Passo lanciano (1318 m), nel territorio del comune di Pretoro CH, perché gli impianti sono chiusi. Ho seguito la pista Panoramica e siccome è esposta a Nord, la neve è abbondante e gelata. Ho messo le pelli di foca agli sci da fondo escursionismo, per fare meno fatica a salire. Arrivato allo stazzo di Roccamorice (1509 m), sono uscito dal bosco, abbandonando la fitta faggeta. Il panorama si allarga dal Gran Sasso al Morrone, oltre alle vette del massiccio della Maiella. Proseguendo sulla larga, solitaria e silenziosa radura, sono arrivato alla sella di colle Remacinelli (1700 m), che si affaccia su Mammarosa (1650 m) e alla piana Lenette.Qui termina la neve, per proseguire verso Mammarosa (1650 m), bisogna togliere gli sci. Non ho incontrato nessuno, ho preferito fermarmi in un “atollo montano verde”, in mezzo alla neve, circondato dai crochi, (crocus vernus o zafferano alpino, non commestibile. Vernus fa riferimento alla sua veloce fioritura, che indica la fine della neve e l’inizio della primavera). Questo fiore viola, ha impreziosito l’ambiente, accostando il suo colore al verde dei prati, che hanno ripreso vita ed al bianco della neve. Meraviglioso! Mi sono seduto ed ho consumato il panino nel silenzio tombale. Ho tolto le pelli di foca e utilizzando le varie tecniche, (spazzaneve ed a raspa), la discesa è stata da grido, sfruttando la qualità della neve granulosa. Non potevo non raccontare le sinuose curve tracciate sulla neve, contemplandole e pensando al croco, che associa la passione alla sensualità. Così sono arrivato a Passo Lanciano. In questi giorni, i social, la stampa e tutti gli organi di informazione, stanno dando notizia sul battibecco fra un cantante e uno dei più importanti alpinisti, Reinhold Messner. La discussione è per un evento musicale, programmato questa estate sulla vetta di “Plan de Corones” (2.275 m), in Val Pusteria, (Alto Adige). La montagna da tanto tempo è umiliata dai motori, ci mancava la musica, con i diffusori acustici e con gli altoparlanti assordanti. E la FLORA E LA FAUNA? NON IMPORTA! Non si rispetta più il silenzio. Prima di tornare a casa, mi sono fermato a contemplare le montagne, che quando sono imbiancate dalla copertura nevosa, assumono un fascino che entusiasma. Questa copertura nevosa l’ho paragonata al velo della sposa, che è felice quando lo indossa. Anche la montagna dovrebbe offrire gioia e per questo motivo dovremmo rispettarla. INVECE?

Difficoltà: EAI (escursione in ambiente innevato)

Dislivello: 380 m

Tempo di percorrenza: 2 h 30 min.

Distanza: 5.5 km

 

Luciano Pellegrini