economia & lavoro >> Economia e lavoro >> SVILUPPO DELL’EDILIZIA SOCIALE

Editoriali

Guida TV

SVILUPPO DELL’EDILIZIA SOCIALE
SVILUPPO DELL’EDILIZIA SOCIALE

Pescara, 6 dicembre 2017 -

La programmazione ed il coordinamento delle politiche di sostegno al fabbisogno abitativo rientrano negli ambiti di competenza dell’Housing sociale della Regione, guidato dall’assessore Donato Di Matteo e può avvalersi di metodologie di investimento dirette ed indirette per la loro attuazione.

La giunta regionale, con le relative Deliberazioni proprie, ha approvato l'Avviso Pubblico per la raccolta di Manifestazioni di Interesse rivolto alla realizzazione, al recupero e/o all'acquisto di immobili destinati alla locazione a canone calmierato, in favore di soggetti economicamente svantaggiati, possibile cessione di immobili o interventi di Edilizia Residenziale Libera e Sociale Sovvenzionata al costituendo Fondo Immobiliare Etico della Regione Abruzzo di Housing Sociale”;

“La Regione Abruzzo, con il presente avviso, intende raccogliere manifestazioni di Interesse che possano stimolare soggetti prevalentemente finanziari, sia nazionali che internazionali, interessati alla partecipazione nella fase di costituzione del Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l’Housing Sociale e/o a sostenere lo stesso durante il periodo degli investimenti, compresi i processi finanziari tesi a facilitare le procedure di dismissione di parte del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica, nel rispetto delle disposizioni legislative ed attuative nazionali e regionali con l’utilizzo di tutti i possibili strumenti di finanza nazionale ed internazionale, sia convenzionale che innovativa, comunque compatibili con l’iniziativa in questione.

“Il Fondo Immobiliare, unitamente ad altre possibili iniziative – spiega l’assessore regionale Donato Di Matteo - , sarà finalizzato alla risoluzione delle problematiche riguardanti le molteplici criticità esistenti nell’ampio ambito delle residenze per famiglie economicamente svantaggiate, ma anche per anziani da sostenere e studenti universitari in cerca di alloggi a prezzi contenuti, incrementando l’offerta di unità immobiliari residenziali a canoni calmierati sull’intero territorio della Regione Abruzzo, altresì per favorire operazioni di riqualificazione urbana e, laddove possibile, anche attraverso la riutilizzazione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare delle pubbliche amministrazioni, non più utilizzato dalle stesse”.

Il Fondo, al fine di conseguire gli obiettivi strategici sopra indicati, promuoverà sistemi progettuali ad alto contenuto di efficientamento energetico e caratterizzati dall’utilizzo di tecnologie costruttive tipiche delle produzioni industriali, che consentiranno rilevanti benefici sia dal punto di vista dei costi di costruzione che da quello dei tempi di realizzazione.  

L’iniziativa attivata con la pubblicazione dell’avviso, quindi, è finalizzata a verificare la disponibilità concreta di soggetti prevalentemente finanziari, ma vale ugualmente per entità private e pubbliche proprietarie di patrimoni immobiliari da valorizzare anche attraverso lo strumento della riqualificazione urbanistica, considerato che l’Amministrazione Regionale, in funzione degli obiettivi strategici che si è prefissata, intende promuovere e sperimentare tutti gli strumenti della finanza convenzionale ed innovativa, di valenza nazionale ma anche internazionale.

Possono presentare proposte i soggetti qui di seguito indicati in forma sintetica: Amministrazioni Pubbliche Locali e Nazionali aventi la proprietà di patrimoni immobiliari da riqualificare sul territorio abruzzese e/o svolgono funzioni istituzionali compatibili con le procedure tipiche dell’Housing Sociale; Soggetti Privati, Società Commerciali, Imprese di Costruzioni anche costituite in consorzio, Società Cooperative e loro consorzi, patrimonialmente consistenti, in possesso di beni immobili da ricollocare sul territorio abruzzese e/o che intendono partecipare finanziariamente alla costituzione e/o allo sviluppo del Fondo Immobiliare promosso dalla Regione Abruzzo; altri soggetti che hanno fra i loro scopi statutari la realizzazione di interventi nell’ambito del Social Housing; Fondazioni di origine bancaria o anche con finalità etiche: Istituti di Credito o altri Soggetti Finanziari abilitati, operanti anche o prevalentemente sul territorio regionale , da costituirsi anche in pool; Casse di Previdenza delle Professioni; Fondi Pensione, anche internazionali; Compagnie di Assicurazione; Fondi di Investimento che hanno nei loro regolamenti la partecipazione ad altri Fondi Locali operanti nel settore dell’Housing Sociale; Veicoli di finanza strutturata, nazionali ed internazionali, compresi quelli etici di valenza islamica; Compagini finanziarie che già hanno partecipato in OICR (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio) e più in generale Investitori Qualificati ed Istituzionali che hanno la necessità di effettuare impieghi con remunerazione etica del capitale; SGR (Società di Gestione del Risparmio) che nell’ambito della proposta indicano già soggetti finanziari interessati a sostenere il progetto strategico per l’Housing Sociale promosso dalla Regione Abruzzo.  

Le Manifestazioni di Interesse dovranno essere inoltrate con decorrenza dal quarantacinquesimo  giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul BURA (Bollettino Ufficiale Regione Abruzzo) e saranno esaminate dalla SGR (Società di Gestione del Risparmio) che risulterà aggiudicataria del Bando ad evidenza pubblica, prossimo alla pubblicazione, che dovrà individuare proprio la SGR che avrà il compito di costituire e gestire successivamente il Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l’Housing Sociale Regionale.

Successivamente, la SGR comunicherà alla Regione Abruzzo i proponenti risultanti meritevoli di interesse ad attivare delle trattative per la negoziazione della partecipazione al Fondo.

Al termine della fase negoziale, che avverrà in concorso fra la SGR e l’Amministrazione Regionale, saranno pubblicati gli esiti finali delle proposte formalmente accolte.

Le informazioni inerenti il presente avviso saranno disponibili sul sito:

https://www.regione.abruzzo.it/

Per eventuali chiarimenti e /o esplicitazioni è possibile rivolgersi a: Arch. Bruno Celupica. E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Tel. 0862/364692; Dott.ssa Barbara Togna. E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Tel. 0862/364630.

Il responsabile del Procedimento è il Dirigente del Servizio Governo del Territorio, Beni Ambientali, Aree Protette e Paesaggio, Arch.  Bruno Celupica.