economia & lavoro >> Economia e lavoro >> NUOVA PROGRAMMAZIONE FONDI EUROPEI 2021-2027

Guida TV

NUOVA PROGRAMMAZIONE FONDI EUROPEI 2021-2027
NUOVA PROGRAMMAZIONE FONDI EUROPEI 2021-2027

Il secondo incontro de "Il futuro è partecipato" della Regione Abruzzo, in programma a Montesilvano il 20 febbraio presso il Grand Hotel Adriatico, ha previsto il coinvolgimento dei Sindaci per parlare sulle linee guida della programmazione POR FESR- FSE 2021-2027. Iniziativa organizzata dalla Giunta regionale, dal Consiglio regionale, dall’ANCI regionale e dall’Aiccre per una convergenza e stimolazione delle istituzioni verso il territorio, in modo da incentivare una collaborazione tra i vari attori preposti all’attuazione dei temi dell’Unione europea, vista l’importanza dei fondi POR FESR-FSE per l’intero sistema economico e sociale abruzzese.

L’obiettivo dell’incontro è quello dell’incoraggiamento alla partecipazione dei Comuni al fine di un dialogo costruttivo nella proposizione delle linee di sviluppo nell’ambito dei cinque obiettivi di policy europea, quali: un’Europa più intelligente, più verde, più connessa, più sociale, più vicina ai cittadini. La Regione Abruzzo, oltre alle cinque aree individuate dalla Comunità Europea, ha aggiunto un sesto obiettivo riguardante un’Europa più attenta alle risorse della terra e del mare, cogliendo una esigenza di ragionamento unitario rispetto anche alla programmazione dei settori Agricoltura e Pesca.

L’intento è rendere più che mai operativo e performante, a seguito pure degli appelli della stessa Commissione europea, il Regolamento (Ue) n. 240/2014 che disciplina una condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d’investimento europei.

La programmazione dei Fondi Europei 2014-2020, che si sta avviando alla conclusione, ha raggiunto il target e gli obiettivi prestabiliti al 31 dicembre 2019 grazie principalmente al lavoro svolto dietro l’impulso della precedente Giunta regionale di centro sinistra. L’attività svolta, sempre nell’interesse della comunità e con attenzione alle situazioni più fragili, dimostra la professionalità e la competenza di una squadra idonea e capace al perseguimento del raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla Comunità Europea nell’ottica della crescita intelligente, inclusiva e sostenibile.

Il Governo regionale nella programmazione 2021-2027, con l’incentivazione della partecipazione dal basso, dà avvio ad nuova prassi di programmazione dei fondi comunitari all’insegna di una collaborazione sinergica tra l’Ente e il partenariato in materia di consultazione tempestiva, pertinente e trasparente.  

La partecipazione del partenariato del 16 dicembre 2019 e dei Sindaci nell’incontro del 20 febbraio auspicano il confronto e l’ascolto dal basso al fine della produzione del documento di programmazione 2021-2027 che, auspica di essere forgiato all’insegna di una nuova sensibilità nel recepimento delle idee dal territorio. 

Laura Florani