Editoriali

Guida TV

VARCOBALENO
VARCOBALENO

Chieti, 27 settembre 2020 -

Iniziativa di riqualificazione promossa dai Giovani imprenditori edili di Chieti Pescara in partnership con aziende ed enti tra cui il Comune di Montesilvano, il Tribunale di Sorveglianza, il Garante dei detenuti d’Abruzzo.


Un tocco di colore e fantasia si è riversato in questi giorni su Montesilvano attraverso la riqualificazione muraria dell’ingresso dei giardini pubblici di via Sospiri, “Varcobaleno” il nuovo nome dell’ingresso principale dei giardini “Giovanni Paolo II”. 

Un’esplosione di colori rappresentata dalle tinte della bandiera della Pace rivisitate e ricomposte a “puzzle” sulla superficie del vecchio muro d’ingresso rimasto sempre al grezzo dal 2006, anno della sua realizzazione e che da oggi vive di luce propria rallegrando i genitori e i bambini che faranno ingresso nel parco giochi comunale dal suo accesso principale.

 

Un’idea portata avanti dal neo presidente di Ance Giovani Chieti Pescara, l’ingegner Andrea Chiavaroli, con il contributo di diversi operatori del settore pubblico e privato.” L’ingresso del principale parco comunale di Montesilvano è il primo di numerosi interventi che ci siamo prefissati all’interno del gruppo giovani di Ance Chieti Pescara.

 

Sono iniziative volte alla riqualificazione di infrastrutture e proprietà comunali e statali imbrattate o anonime affinché si riconsegni alla cittadinanza e ai turisti decoro e bell’aspetto.” In questo lavoro si inserisce anche il tema del reinserimento sociale attraverso il lavoro manuale, infatti per la realizzazione dell’opera la Di Donato S.p.A. che ha contribuito maggiormente al finanziamento dell’opera, attraverso la sua rete di punti vendita diretti Work in Colors, ha affiancato due detenuti beneficiari dell’art.21 per indirizzarli nella corretta posa dei materiali.

 

L’ing. Chiavaroli, ideatore dello schema grafico insieme all’architetto Serena Di Viesti, con l’interesse e il contributo dato dall’assessore alle politiche giovanili Alessandro Pompei che già in precedenza si era speso per riqualificazioni urbano-artistiche, è stato anche il coordinatore dei lavori.

 

“Ci tengo a ringraziare i due detenuti volontari, la direzione del carcere di Pescara, il suo staff, il tribunale di sorveglianza e il garante dei detenuti regionale Gianmarco Cifaldi, molto sensibile a questo genere di iniziative che ci hanno permesso sia di svolgere un importante ruolo sociale, sia di donare alla città un bel manufatto che senz’altro strapperà più di un sorriso.

 

Spero ci saranno altre collaborazioni in futuro, anche nelle altre città delle due province che rappresento prendendo spunto proprio da questo piccolo intervento”. Le ditte che hanno finanziato l’opera sono la già citata Di Donato Work in Colors, la Chiavaroli Costruzioni e la Segnini srl di Spoltore.

 

Cerimonia di inaugurazione lunedì 28 settembre alle ore 11.00 presso l’ingresso principale del Parco Giovanni Paolo Secondo in Via Sospiri a Montesilvano.

 

Laura Federicis