economia & lavoro >> Area Chieti >> LA FESTA DEL BEATO ANGELO

Editoriali

Guida TV

LA FESTA DEL BEATO ANGELO
LA FESTA DEL BEATO ANGELO

Furci, 15 settembre 2019 -

Il richiamo dei pellegrini per la festa del Beato Angelo continua e si rinnova ogni anno. Quest’anno la Santa Messa e la Processione sono state presiedute dal Cardinale Giovanni Battista Re della Città del Vaticano. Il gran Prelato, giunto con tutti gli onori e accolto dalla banda del paese, è arrivato la sera di giovedì 12 per vagliare e osservare la fede manifesta dei fedeli per il Santo nato a Furci e morto a Napoli e le cui spoglie sono tornate nel paese natio nel 1888. Il Beato Angelo, già Santo per i suoi devoti, è tra i papabili per la santificazione. Il processo potrebbe trovarsi alle battute finali ma dal Vaticano nulla si percepisce.

L’attenzione della Chiesa è alta e l’arrivo del Cardinale ne è la conferma. L’accoglienza, la devozione, l’attenzione per il Santo concittadino, nato a Furci da ricchissima famiglia e studioso della teologia, si respira e si percepisce tutta dalla continua peregrinatio di migliaia di fedeli al suo Santuario. Le grazie del Beato sono una testimonianza della sua presenza dal 1246 ad oggi: ogni grazia che gli si chiede, lui l’accoglierà (recita una canzone a lui dedicata). Su questi versi la fede si rinnova ogni anno e si consolida l’emozione che dona ai fedeli che accorrono a Furci per salutarlo.

 

Rosanna Colamarino

 

Foto ZonaLocaleTv