Archivio editoriali >> UTILI SODDISFAZIONI

Editoriali

Guida TV

UTILI SODDISFAZIONI
UTILI SODDISFAZIONI

Mario Draghi, nuovo Premier; un uomo che conosciamo se non attraverso la televisione e per tutto quello che si può raccogliere nelle divulgazioni dei media, specialmente di questi ultimi giorni.

 

Un grande uomo dunque, si direbbe, ma molto, molto lontano da noi. Lontano sicuramente dal nostro piccolo mondo, dai nostri ambienti domestici, lontano dalla gente comune: lontano dal cosiddetto mondo popolare.

Voluto fortemente dal Presidente della Repubblica, al quale va riconosciuto lungimiranza ed affidabilità davvero unica, questo nuovo personaggio, strappato dal mondo dell'economia che conta davvero, certamente è l’uomo che può e sa rispondere alle questioni del momento; se non altro a quelle poste dai voraci ambienti bancari e dell'alta finanza che noi, popolo lontano, non conosciamo per niente.

Una vorace finanza, dunque, di cui comprendiamo solo i dolorosi effetti, quelli nefasti e speculativi degli ultimi tempi; per capirci: quelli di questi ultimi trent’anni della seconda repubblica.

 

Se le istituzioni economiche, le agenzie di mezzo mondo e quell'altro, se soprattutto quell'ossessivo spread e quelle psicopatiche borse, all'improvviso, cominciano a cambiare dinamica vorrà dire pur qualcosa per noi, umili ignoranti, figurarsi per chi ci è dentro e ci sguazza allegramente.

 

Un superuomo giunge a salvare il nostro sciagurato mondo. Arriva Mario Draghi, dunque, un personaggio che rappresenta sicuramente un mondo complesso che a noi, nonostante tutto, è molto oscuro. Un mondo però assecondato dalle più che oculate e decise scelte di un Presidente vero. Sergio Mattarella, un grande uomo che ha sempre saputo gestire in modo magistrale la politica vera e ha sempre saputo vedere molto, ma molto lontano. Un grande uomo a servizio e a tutela di quell’Italia lontana ma attenta e che confida sempre nelle giuste scelte del buon cammino.

 

Dopo il ridimensionamento dei rottamatori, dei sovranisti e dei populisti, vedere ridimensionato anche il mondo dei banchieri, e del loro lercio universo, non potrà che rallegrarci. Con tutte le tribolazioni sofferte, sarebbe proprio giusto adesso una qualche utile soddisfazione anche per quell’immenso popolo che da sempre aspetta e spera con fiducia …!

 Nando Marinucci