Il cammino del silenzio >> LA MADONNA DEL SILENZIO AVRÀ IL SUO SANTUARIO

Editoriali

Guida TV

LA MADONNA DEL SILENZIO AVRÀ IL SUO SANTUARIO
LA MADONNA DEL SILENZIO AVRÀ IL SUO SANTUARIO

Papa Francesco ha dato la sua benedizione per aprire, il 1° maggio prossimo, un santuario diocesano dedicato alla Madonna del Silenzio nella chiesa di San Francesco d’Assisi ad Avezzano, in provincia de L’Aquila.

I pellegrini e i fedeli ora potranno rendere un culto pubblico a questa speciale invocazione mariana molto amata dal Papa, i cui doni contrastano il cosiddetto “terrorismo della lingua”: pettegolezzi, invidie e maldicenze, tra gli altri mali che distruggono comunità, famiglie e rapporti interpersonali.

L’iniziativa mariana è stata lanciata nel corso di una conferenza stampa svoltasi il 27 febbraio nella sede del Seminario della Curia Diocesana di Avezzano, alla quale hanno partecipato il vescovo, monsignor Pietro Santoro, padre Nicola Galasso, Provinciale dei Cappuccini d’Abruzzo, padre Emiliano Antenucci e don Francesco Tudini, Vicario Generale della diocesi.

Dittatura del rumore e mormorazioni

“Maria è la cattedrale del silenzio in cui risuona la Parola eterna. Nostra Signora del Silenzio è un antidoto contro la dittatura del rumore e le mormorazioni di parole inutili e malevole”, ha detto ad Aleteia fra’ Emiliano Antenucci, che ha citato Papa Francesco per sottolineare l’importanza ecclesiale e sociale del santuario dedicato alla Madonna del Silenzio.

Il 22 marzo 2019, padre Antenucci ha avuto un’udienza privata con il Papa. Il 24 marzo il Successore di Pietro ha scritto una lettera autografa al Ministro Provinciale dei Cappuccini d’Abruzzo, padre Nicola Galasso, con questa richiesta: “Sarebbe bello trovare un posto, una Chiesa, dove si possa dare culto pubblico alla Madonna del Silenzio. Pensi lei, per favore e mi faccia la proposta”.

Il nuovo santuario

Padre Emiliano, insieme al Ministro Provinciale, con il permesso del Generale dell’Ordine, si è messo in moto per cercare vari luoghi, e sono stati individuati la chiesa di San Francesco d’Assisi e il convento cappuccino di Avezzano, abbandonati da dieci anni e di proprietà della Provincia dei Frati Minori Cappuccini d’Abruzzo.

Il titolo di Maria Vergine del Silenzio, secondo fra’ Emiliano, era finora inedito tra le invocazioni della Santissima Madre di Cristo. Il Santuario “sarà quindi un segno dell’importanza del silenzio per il mondo attuale”, in base al magistero di Papa Francesco, che lo considera “fondamentale” per la vita spirituale.

Oasi di silenzio, formazione e discernimento

Nel nuovo santuario, i fedeli potranno trovare un luogo di contemplazione per scoprirvi “le vere parole che ci guidano a incontrare il nostro prossimo e a rivolgerci agli altri in modo efficace ed edificante”.

Allo stesso modo, si tratterà di “un luogo di profezia, un segno profetico per tutti, non solo per i credenti, e un luogo di sacramenti, di formazione spirituale per la preghiera, il silenzio e il discernimento”.

La Madonna del Silenzio, afferma fra’ Emiliano, aiuta anche ad allontanarsi dal rumore della società della post-verità. “Il rumore ci rende sordi alle cose che contano davvero nella vita. Il silenziocdi fa vedere delle verità su noi stessi e sugli altri”.

Silenzio per non giudicare

“Ci fa giudicare meno e amare di più”, ha insistito, “perché il silenzio ci apre alla misericordia di Dio, al perdono e all’aspettativa di essere persone migliori. Papa Francesco ci ricorda che “il silenzio non si riduce all’assenza di parole, bensì a disporsi ad ascoltare altre voci: quella del nostro cuore e, soprattutto, la voce dello Spirito Santo”.

<img src="/https://aleteiaitalian.files.wordpress.com/2020/02/web3-san-francesco-cappuccini-avezzano-fraticappuccini.it_.jpg?quality=100&#038;strip=all&#038;w=720" alt="AVEZZANO" />

Il silenzio non è per i deboli

“Il silenzio della Vergine non è l’effetto di balbuzie e di impotenza; è un silenzio di luce e di estasi, un silenzio più eloquente, nelle lodi a Gesù, dell’eloquenza stessa”.

L’immagine della Madonna del Silenzio è significativa al riguardo. Fra’ Emiliano ha spiegato che “la Madonna del Silenzio ‘ci dice’ con una mano di uscire dal turbinio delle parole e dell’attivismo, con l’altra ci propone un silenzio di culto, pieno di stupore. Maria è la cattedrale del silenzio in cui risuona il Verbo eterno”.

Scegliere tra mormorio e la Madonna

Dopo un’udienza generale, il Papa ha chiesto ai pellegrini: “Pregate Nostra Signora del Silenzio? Sapete che ci protegge tutti… per non farci diventare chiacchironi.

Qualcuno di voi è chiacchierone? No? Quando avete voglia di spettegolare, mordetevi la lingua e pregate Nostra Signora del Silenzio. Vi siete spaventati, eh? Niente pettegolezzi: quando ci viene da mormorare, andiamo davanti alla Vergine, o la Vergine o il mormorio, bisogna scegliere”.

di Ary Ramos Díaz

di Ary Ramos Díaz