Archivio de "L'opinione di Giustino"

Editoriali

Guida TV

L'opinione di Giustino

LE TASSE

LE TASSE

Chieti, 20 ottobre 2020 -

Domenica scorsa ci sono stati 11.705 contagi. Oggi, con 50 mila tamponi in meno, 9.338. I morti sono saliti da 69 a 73. I ricoveri ordinari sono stati 7.675 (+545) e quelli in terapia intensiva sono saliti a 797 (+47). Questo vuol dire che la situazione continua a rimanere seria e che non ci possiamo concedere distrazioni. Il Governo, onestamente, fa quello che può, dovendosi quotidianamente scontrare con i Presidenti delle 15 Regioni che, democraticamente, hanno deciso di affidarsi alle destre fascioleghiste e al PdL che stanno evidenziando tutte le loro difficoltà. Sulle decisioni assunte dall’ultimo DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri) sono in molti, tra i Sindaci di diverso orientamento, a sparare cannonate.

 

SEGUIRE LE REGOLE

SEGUIRE LE REGOLE

Chieti, 16 ottobre 2020 -

I dati diffusi ieri dei nuovi contagi del covid-19 sono davvero terrificanti: 7.332 a fronte dei 152 mila tamponi processati. I morti sono stati 43, 394 ricoverati in più di cui 25 in terapia intensiva. Il nostro Paese ha oggi registrato il picco più alto dall’inizio di questa devastante pandemia.

 

Il peggiore era stato registrato il 21 marzo, con 6.557 casi.  Gli scienziati a mio avviso più seri, cito per tutti Massimo Galli, Crisanti, Lo Palco ecc. ci stanno avvertendo. I morti e i ricoveri saliranno e nuove chiusure totali sono possibili entro la fine dell’anno. Anche in altre parti del mondo, purtroppo, le cose non stanno migliorando.

 

 

IL MANUALE CENCELLI OPPURE …

IL MANUALE CENCELLI OPPURE …

Chieti, 13 ottobre 2020 -

Il coordinamento cittadino di “Articolo uno”, riunitosi in data odierna per l’esame di quanto sta emergendo sui problemi della composizione della Giunta, anche in vista dell’ormai prossima riunione del Consiglio comunale, rivolge i suoi migliori auguri di buon e proficuo lavoro al dott. Diego Ferrara, nel eletto Sindaco della città – da noi proposto dall’inizio e sempre lealmente sostenuto, contrariamente ad altri a lungo sostenitori di candidature alternative – che dovrà affrontare enormi problemi di una città massacrata dagli ultimi 10 anni di fallimentare gestione delle destre e dell’UdC.

 

È TORNATO A FISCHIARE IL VENTO?

È TORNATO A FISCHIARE IL VENTO?

Chieti, 7 ottobre 2020 -

Ci sarà tempo e modo per analizzare, più in profondità, i risultati del ballottaggio a Chieti per ragionare sui voti dei diversi schieramenti nel primo e secondo turno, sezione per sezione, in centro e periferia. Quello che a me pare certo e indiscutibile è che nella nostra città hanno perso, alla grande, Salvini, Di Stefano, Febbo e Buracchio.

 

Ma, almeno a mio parere, si sbaglierebbe se isolassimo il voto teatino e anche marsicano dal contesto nazionale. Quattordici mesi fa, più o meno in questi giorni, Matteo Salvini pareva essere diventato il Re Mida della politica italiana, capace di trasformare in voti tutto ciò che toccava. 

 

PER DARE A CESARE …

PER DARE A CESARE …

Chieti, 5 ottobre 2020 -

 “il Centro” di ieri, domenica 4 ottobre 2020, a pag. 17, all'interno di un articolo dedicato all’approvazione della delibera n. 939 che recepisce positivamente la richiesta avanzata dalla Sezione ANPI “Alfredo Grifone m.o.v.m.” di consentire la tumulazione, quando purtroppo ci lascerà, del Partigiano Guido Grifone, di 102 anni, al Sacrario degli eroi della Resistenza teatina, riferendosi alla delibera del 13 gennaio 2016 per la sottoscrizione all’ANPI del gettone di presenza dei consiglieri comunali per far fronte alle numerose spese sostenute, ha scritto che “tutti i consiglieri comunali” avrebbero “donato l’equivalente del gettone di presenza".

 

UN ULTIMO ACCORATO APPELLO

UN ULTIMO ACCORATO APPELLO

Chieti, 3 ottobre 2020 -

Noi teatini abbiamo nelle nostre mani, con una semplice matita, la possibilità di cominciare a scrivere una nuova pagina della storia della nostra bella ma, almeno sino ad oggi, trascurata ed umiliata antica Teate.

 

Dopo 45 anni di asfissiante egemonia democristiana, conclusasi il 2 febbraio 1993 con l’arresto clamoroso dell’allora intera Giunta guidata dal giovane Sindaco Andrea Buracchio, uno dei principali protagonisti della “tangentopoli teatina”, abbiamo avuto ben 23 anni di gestione di due Sindaci fascisti, Cucullo e Di Primio, sotto i quali la città ha conosciuto la sua decadenza, con il processo di deindustrializzazione della Valpescara, la continua inarrestabile crisi del commercio sia sul Colle che in vallata, delle molte attività artigianali e la diminuzione drastica del numero dei suoi abitanti, scesa sotto i 50 mila.

 

 

AMARCORD …

AMARCORD …

Chieti, 2 ottobre 2020 -

Non sono un “distefanologo” e quindi non credo di essere un appassionato ricercatore dei suoi innumerevoli contributi politici e culturali dati in aula durante i dieci e passa anni che ha trascorso tra i banchi di Monte Citorio e Palazzo Madama. Né ricordo interventi di particolare spessore a favore di Chieti durante gli otto anni trascorsi nel Consiglio regionale abruzzese. Debbo però riconoscere che il signor Fabrizio Di Stefano un tentativo di passare alla storia lo ha fatto quando, il 29 marzo 2011, ha cofirmato con due senatori del PdL - Franco Bevilacqua e Achille Totaro ed uno di Futuro e Libertà (sic!) Egidio Digilio - un Disegno di legge costituzionale presentato da Cristiano De Eccher, già responsabile della nota organizzazione pacifista Avanguardia nazionale prima, presidente poi della Giovane Italia e dirigente del Msi e Alleanza nazionale, prima di approdare, come il Di Stefano ed altri che hanno avuto lo stesso percorso, al partito di Berlusconi prima e Salvini più recentemente.

 

 

IN AUTUNNO CADONO LE FOGLIE E LE MASCHERE

IN AUTUNNO CADONO LE FOGLIE E LE MASCHERE

Chieti, 1 ottobre 2020 -

 “…bisogna scegliere un Sindaco e la mia collocazione naturale è il centrodestra e il miglior Sindaco per questa città è Fabrizio Di Stefano…”

 

Così parlò, stando almeno a quanto è stato riportato dai quotidiani cartacei ed on line, Mauro Febbo. Con questa dichiarazione, colui che si ritiene il vero vincente delle elezioni del primo turno, ha ribaltato tutte le carezze al veleno che si è amorevolmente scambiato con Di Stefano, come chiunque può controllare se ha conservato i giornali, nel corso di tutta la prima fase della campagna elettorale.

 

CHE FACCIA DI TOLLA!

CHE FACCIA DI TOLLA!

Chieti, 28 settembre 2020 -

Fabrizio Di Stefano, personaggio abbastanza noto a chi si occupa di politica da qualche decennio, è soprattutto conosciuto per il suo disinvolto trasformismo politico che lo ha portato, da giovane fascista almirantianfiniano prima, berlusconiano poi, ad approdare ora alla corte di Matteo Salvini. Naturalmente sempre per nobili valutazioni politiche, non di carrierismo personale. Avvelenato per la mazzata subita non prendendo il famoso 55-57% dei consensi di cui aveva più volte (s)parlato nel corso della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale di Chieti, ha rilasciato alcune velenose e vergognose dichiarazioni contro il candidato del centrosinistra Diego Ferrara, accusato di essere la controfigura di altri. 

 

L'IMPORTANZA DEL BALLOTTAGGIO

L'IMPORTANZA DEL BALLOTTAGGIO

Chieti, 26 settembre 2020 -

Se ai giochi olimpici esistesse la disciplina dell'arrampicata sugli specchi, sulla parte più alta del podio, quella che consente di indossare l'agognata medaglia d'oro, l'ex fascista finiancuculliano, poi berlusconiano, poi salviniano Di Stefano non avrebbe avversari per aggiudicarsi l'ambito titolo. Ma andiamo con ordine.

 

All'inizio della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale di Chieti, il nostro girovago paracadutato nientepopodimeno che da Salvini in persona, con la tipica arroganza di chi ritiene di avere già la vittoria in tasca perché imposta da chi probabilmente ignorava la stessa esistenza della nostra città, ha presuntuosamente più volte dichiarato che avrebbe addirittura stravinto al primo turno, 

 
Pagina 1 di 101