Archivio de "L'opinione di Giustino" >> Governo Conte-Di Maio-Salvini, di male in peggio

Editoriali

Guida TV

Governo Conte-Di Maio-Salvini, di male in peggio

L'Istat ha diffuso, ieri, il report con i conti trimestrali del nostro Paese: in estrema sintesi, sono aumentate, anche se di poco, le tasse; scende il potere d'acquisto delle famiglie, diminuisce anche- e questo è un fatto positivo- il rapporto deficit/Pil che si è attestato all'1,7% rispetto all'1,8 del terzo trimestre dell'anno scorso. Quella parolina che abbiamo cominciato a conoscere da poco tempo, lo spread – che l'ineffabile Ministro dell'Interno Salvini, noto studioso di economia, era solito mangiare a colazione ogni mattina, come ha detto in maniera ridicola in una delle sue tante esternazioni giornaliere senza diritto di replica – nei mesi di luglio, agosto e settembre 2018, ci è costata una spesa per interessi aumentata di ben 1,7 miliardi di euro rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso (+12%) e i recenti rialzi fanno presagire ulteriori nostri sacrifici.

Sempre nel terzo trimestre di quest'anno, la pressione fiscale è stata pari al 40,4% del Pil (+ 0,1%) ed aumenterà ancora, secondo quanto trapela dall'ancora sconosciuta manovra di politica economica, mentre è diminuita dello 0,2% la propensione al risparmio degli italiani.

Anche questa catastrofica situazione, che peggiora le nostre condizioni di vita,  è colpa di chi ha governato prima della triade Conte-Di Maio-Salvini o delle 49 povere persone bloccate in mare dall'inarrivabile loro cattiveria, nonostante il Crocifisso ed il Vangelo sempre esibito nei suoi comizi da Salvini, i baci alla Teca del sangue di San Gennaro di Di Maio, le foto di Padre Pio portate in tasca da Conte che si limitano alla ridicola contrattazione delle persone da far scendere dalle navi in balia delle onde del Mediterraneo, ignorando perfino gli accorati appelli di Papa Francesco?

E adesso, come per il Presidente dell'Inps Tito Boeri, colpevole di non piegarsi, con  la ferrea legge dei numeri, al trionfalismo della triade, saranno accelerate anche le procedure per la sostituzione del prof. Maurizio Franzini, Presidente dell'Istat, che non fa altro che fotografare la situazione reale, non quella da loro propagandata in maniera irresponsabile e contrari ai reali interessi degli italiani?

Giustino Zulli