Archivio de "L'opinione di Giustino" >> LE GIRAVOLTE DI FANFARONE UNO E FANFARONE DUE

Editoriali

Guida TV

LE GIRAVOLTE DI FANFARONE UNO E FANFARONE DUE

Chieti, 1 febbraio 2019 - A Bugiardopoli, capitale dello Stato libero di Fandonia, un Paese che ha l'aspetto di uno stivale che, dalle Alpi, scende verso il Mar Mediterraneo e i Paesi del Nord Africa, i miracoli sono all'ordine del giorno. Il 28 settembre 2018, uno dei due Vice Presidenti del Consiglio che, per semplificare e non personalizzare, chiamerò Fanfarone Uno, affacciandosi ad un balcone di Bugiardopoli, come usava fare il vero primo fanfarone della recente storia di Fandonia, sventolando trionfalisticamente la nota di aggiornamento del Def, ha annunciato, davanti ad una osannante platea di parlamentari del suo movimento, di “avere abolito la povertà per la prima volta nella storia del Paese”.

Sempre lo stesso Fanfarone Uno, a metà gennaio 2019, ha spavaldamente pronosticato, per Fandonia, “un nuovo boom economico” capace di far impallidire quello dei primi anni sessanta del secolo scorso. Poi, sono arrivati i soliti professoroni, i giornaloni, i vescovoni  (che tanto turbano i sonni di Fanfarone Uno ) a farci sapere che, non sulla base delle gazzose vendute sugli spalti dello Stadio di Vesuvia, bellissima città di Fandonia, ma sulla base di dati reali della economia di Fandonia, che per due trimestri consecutivi, guarda caso da quando lui è l'attendente del caporal minore Fanfarone Due, il Prodotto interno lordo è diminuito e quindi Fandonia si trova in quella che i professoroni sgobboni definiscono “recessione tecnica”. Quindi, in direzione diametralmente opposto al boom.

Il collega di governo Fanfarone Due, quello del “me ne frego”, “non arretrerò di un millimetro”,  ha dichiarato che sulla Sea Watch (la piccola nave delle organizzazioni umanitarie che salvano persone che rischiano di annegare mentre vanno in crociera, stracolma di giovani palestrati tutti maggiorenni con in mano l'ultimo modello dei costosi cellulari, pronti anche a compiere atti di terrorismo per alimentare le tante paure degli abitanti di Fandonia) si sta come si sta in lussuosi alberghi ( a 5 stelle? ).

Una volta che è stata accertata dalle autorità competenti che sulla piccola imbarcazione c'erano almeno 16 minorenni non accompagnati, diversi giovani in pessime condizioni di salute a causa delle inumane torture subite nei lager della Libia dove i governanti di Fandonia vorrebbero ghettizzare tanti poveri disperati e nemmeno l'ombra di un terrorista, ha avuto il coraggio di dire che ha salvato un Paese di 60 milioni di abitanti ( a nome dei quali dice sempre di parlare, cosa che, ovviamente, non fa anche a mio nome ) dalla pericolosa invasione di ben 46 povere persone colpevoli solo di aver cercato un futuro migliore, scappando da guerre, malattie, epidemie, malnutrizione ecc., come facevano i nostri nonni, padri e fratelli maggiori e cercando lavoro esattamente come fanno i 250 mila giovani italiani costretti, ogni anno, a tentare di trovare altrove quel lavoro, ovviamente di ben altra qualità, negato in Patria.

Del resto, cosa aspettarsi da Fanfarone Due, persona tutta di un pezzo, petto in fuori e pancia in dentro, che alcuni giorni fa aveva coniato lo slogan, a proposito di un processo nel quale si era dichiarato prima disponibile a farsi giudicare per poi a fare precipitosa marcia indietro, “se avanzo, seguitemi, se indietreggio invece...pure”?

Giustino Zulli