Archivio de "L'opinione di Giustino" >> LE MENZOGNE DEL FELP CAPORAL MINORE MATTEO SALVINI

Editoriali

Guida TV

LE MENZOGNE DEL FELP CAPORAL MINORE MATTEO SALVINI

Ricordate? Il felp caporal minore meneghino, in campagna elettorale, nel gennaio 2018, disse:”Non vedo l'ora di vincere le elezioni per riempire gli aerei e riportare, nel giro di una settimana, gli immigrati a casa loro. Ce ne sono 580 mila. Troppi”.

Facendo parte di una coalizione di destra, con Forza Italia e Fratelli d'Italia, Salvini le elezioni non le ha vinte. E' arrivato terzo, con 5.681.921 voti, pari al 17,37%, preceduto dal Pd (6.134.727 voti, 18,72%) e dal M5s (10.727.567 voti, 32,68%). Solo l'irresponsabilità dei dirigenti del M5s, con la loro subalternità alle politiche xenofobe, razziste e sovraniste di Salvini, in meno di un anno, ne hanno fatto il padrone del Paese, stando almeno ai sondaggi ed agli articoli di tanti rotocalchi che ci raccontano tutto quanto fa dalla mattina alla sera, dalla colazione a base di Nutella, alle partite di calcio che è solito vedere in TV.

M5s e Lega ladrona hanno sottoscritto un ridicolo “contratto di governo” privato ed i limiti, le contraddizioni, la litigiosità di questo innaturale “Governo Frankenstein” sono cronaca giornaliera.

Grazie a questo contratto, Salvini è diventato Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell'Interno dimostrando che su un tema sul quale sta lucrando tanti voti è del tutto impreparato.

Il tema dell'immigrazione è molto complesso e non può essere liquidato, semplicisticamente, come fa Salvini, solo in termini negativi.

Secondo gli ultimi dati Istat disponibili, gli immigrati, in Italia, sono 5,6 milioni, il 10,50% dell'intera popolazione. 2,4 milioni lavorano regolarmente nelle nostre aziende, nei nostri campi, nei cantieri, nelle nostre case come collaboratrici familiari e badanti e in tanti altri lavori che, piaccia o meno, i giovani italiani non intendono fare. Producono un valore aggiunto di 131 mld di € l'anno, pari all'11,9% del nostro Pil. Versano 11,9 mld di € l'anno all'INPS in contributi previdenziali, dichiarano 27,2 mld di € e ne versano 3,3 di Irpef. Ovviamente, di questi dati il felp caporal minore meneghino non parla mai. Il suo chiodo fisso sono solo gli irregolari che vanno rimpatriati in una settimana perché tra di loro ci potrebbero essere pericolosi terroristi. Meglio seguitare a fare propaganda perché gli immigrati, tutti brutti, sporchi e cattivi, sono una miniera di voti basati sulla paura che si seguita irresponsabilmente ad alimentare mentre un Ministro dell'Interno degno di questo nome dovrebbe fare di tutto per evitarlo, rasserenando gli animi e dicendo la verità.

A dirla, la verità, ci ha pensato una giornalista di grande valore, Milena Gabanelli, che nel corso dell'edizione del TG delle ore 20 de la7 diretto da Enrico Mentana, andato in onda ieri, 4 marzo, con una delle sue implacabili, documentate e interessanti inchieste, ci ha raccontato come stanno le cose.

In Italia, attualmente, ci sono 530 mila immigrati irregolari, molti dei quali espulsi dai centri di raccolta e lasciati in mezzo ad una strada proprio nel cinico tentativo di scatenare paure e insicurezza.

Nei primi sei mesi, con Salvini Ministro dell'Interno, ne sono stati rimandati “a casa loro” appena 3.800, cento in meno di quelli rimandati a casa, nello stesso periodo di tempo, dall'ex Ministro Minniti. In tutto il 2018, sono stati espulsi 6.800 immigrati con una media di 18 al giorno. Dal 1 gennaio al 17 febbraio di quest'anno, secondo gli ultimi dati disponibili, sono stati 876, sempre 18 al giorno, tanti quanti ne ritornavano nei loro Paesi durante il Governo Gentiloni.

Perché questo flop? Perché mancano gli accordi con molti Paesi di provenienza degli immigrati. Eccezion fatta per Egitto, Tunisia, Marocco, con il Senegal, Gambia, Africa sub Sahariana ecc. non sarà possibile rimandare “a casa loro” nessuno.

Ma questo, un castiga immigrati, un teorico del “prima gli italiani”,dell'”aiutiamoli a casa loro” lo avrebbe dovuto sapere. O forse lo sapeva ma ha preferito cinicamente istigare tanto odio verso tanta povera gente colpevole solo di cercare, come i nostri nonni, padri e fratelli maggiori, altrove migliori condizioni di vita.

Allora, alla luce di questo ennesimo, cinico  comportamento, lo mandiamo un grosso Bacio Perugina o un barattolo di Nutella di almeno 3 chili al felp caporal minore Ministro dell'Interno?

Giustino Zulli